giovedì 13 aprile 2023

Mai dire Gold: Certezze e variabili, classifica e scontri diretti, tutti gli scenari playoff

Cecina è la prima squadra matematicamente qualificata per la B Interregionale. Con il successo per 93 a 81 sul parquet di Valdisieve la squadra di Da Prato ha staccato il biglietto per la nuova categoria con due giornate di anticipo. Era una delle grandi favorite di inizio stagione e ha rispettato il pronostico, stazionando sempre nelle posizioni valide per il golden ticket. Nelle ultime giornate ha creato un mini solco sull’orda di concorrenti in lizza per i primi quattro posti e adesso può godersi le due ultime giornate in relax, al riparo da ogni possibile ammucchiata con relativi calcoli di classifica avulsa.
  
Calcoli che invece, per quanto riguarda le altre tre promozioni dirette, sono infiniti. Perché adesso in lizza sono tornate a pieno titolo anche Virtus e Arezzo, distanti solo due punti dall’accoppiata Castelfiorentino-Prato.
 
TUTTO RIAPERTO - Una incredibile lotta a sei squadre per tre posti, con Spezia e Legnaia che partono da due punti di vantaggio, con Prato che deve sfidarle entrambe, con Castelfiorentino messa abbastanza bene nei confronti diretti con il resto della truppa, con Virtus e Arezzo che hanno ancora una chance. Minima, legata a tanti risultati coincidenti, ma pur sempre reale. E finché la matematica non condanna, questo campionato ci ha insegnato a non dare per scontato quasi nessun risultato.
 
LA LOTTA PER I PLAYOFF
 
LUCCA, 24 punti – A Costone, contro Don Bosco
MENS SANA, 24 punti – Contro Arezzo, a Castelfiorentino
COSTONE, 22 PUNTI – Contro Lucca, a Synergy
ALTOPASCIO, 20 PUNTI – A Don Bosco, contro Cecina
 
MENS SANA UNICA SICURA – Pur essendo dietro a Lucca per lo 0-2 nel confronto diretto, del quartetto che comprende anche Costone e Altopascio l’unica già certa della post season è la Mens Sana. A quota 24 l’eventuale aggancio di Altopascio, con cui Pannini e compagni sono 2-0, mette al riparo dal rischio di essere la peggiore in ogni classifica avulsa. Cosa che per il momento non vale per Lucca, che in un arrivo a tre con Costone e Altopascio, possibile ovviamente soltanto a quota 24, vedrebbe una classifica avulsa con Costone 3-1 (1-1 con Altopascio e necessariamente, perché si verifichi questa condizione, 2-0 con Lucca), Altopascio 2-2 e Lucca 1-3. Ma è pura teoria, perché Lucca-Don Bosco all’ultima giornata è la partita ideale per scacciare via ogni fantasma.
 
CASA COSTONE - Il successo di Altopascio è un mattone importante nel raggiungimento dei playoff. Non aver ribaltato la differenza canestri impone però di mantenere il vantaggio di due punti sui rosablù. Considerato che entrambe hanno un turno ‘jolly’, vale a dire Don Bosco o Synergy (rispettivamente i livornesi alla 14esima per i rossoblù, i valdarnesi per il Costone all’ultima), diventano fondamentali i due restanti match, quello dei gialloverdi in casa con Lucca domenica prossima e quello di Altopascio in casa con Cecina fra dieci giorni. Per Bruttini e compagni potrebbe bastare anche una sola vittoria, tifando per due ko della Mens Sana, la cui permanenza a quota 24 aiuterebbe a tenere dietro Altopascio, svantaggiata dallo 0-2 con i biancoverdi nell’eventuale arrivo a tre.
 
CASA MENS SANA – Si tratta solo di capire contro chi si giocherà la semifinale playoff. Irraggiungibile il nono posto di Quarrata, il piazzamento biancoverde varia dalla decima alla dodicesima casella. In altre parole, la semifinale sarà sicuramente contro una delle formazioni tuttora impegnate nella corsa per le quattro promozioni dirette. Lucca ha un calendario migliore e il 2-0 nel confronto diretto, per cui l’undicesimo posto sembra quello più probabile. Ad oggi, quel tipo di piazzamento, configurerebbe un derby con la Virtus (attualmente sesta) ma gli ultimi ottanta minuti possono ancora modificare la griglia di partenza. Tra le sei potenziali avversarie, due devono essere affrontate nella gara di ritorno (Arezzo e Castello), con le altre quattro c’è almeno una vittoria, tre in casa (Legnaia, Spezia, Virtus), una esterna (Prato).
Peggio ha fatto il Costone, che con le sei squadre in lizza per seconda, terza e quarta posizione ha vinto soltanto due partite (a Castelfiorentino e a Arezzo), mentre con tutte le altre è 0-2.
 
IL PROSSIMO TURNO – In chiave promozione diretta la sfida delle sfide è Spezia-Prato, mentre per l’accesso ai playoff spicca la già citata Costone-Lucca, la partita che all’andata terminò dopo tre tempi supplementari.
 
Stefano Salvadori



***

Leggi anche:









 
  


 
 



  




   
























  




 

 

 
 






 























 
 









 
 


 
  
  

 


Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (76) Anichini (69) Asciano (34) associazione (63) avversari (138) Awards (1) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (79) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (19) Coldebella (2) Colle (38) Comune (26) consorzio (71) Costone (260) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (24) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (4) Fortitudo (1) Frati (1) Frullanti (292) giovanili (41) Grandi (46) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (153) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (16) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (9) Palio a Canestro (1) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (63) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (183) Serie A (3) Serie D (26) Sguerri (22) silver (1) società (88) sponsor (30) statistiche (107) storia (71) sul campo (858) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (298) Viviani (3)