mercoledì 26 febbraio 2020

Storia da Grandi: Brenci promosso e la roccia Thornton, il -30 a Kazan e il Messina dimesso

In questo nuovo appuntamento sulla storia della pallacanestro mensanina prendiamo in esame solo una piccolissima parte (troppe sarebbero da raccontare) di quanto accaduto nella settimana che va dal 26 Febbraio al 3 Marzo, compreso il bisesto 29 Febbraio, quando negli ultimi quarantasei anni la beneamata ha giocato una sola volta, nel 1976 a Gorizia, dove si impose 72-70 nell'ultimo turno del girone d'andata della poule di classificazione, una post season tra squadre di A1 e A2, che per ognuno dei due gironi assegnava 2 posti per l'A1 della stagione successiva e una retrocessione in serie B.

Quell'anno la squadra biancoverde vinse il proprio girone a pari punti proprio con la Patriarca Gorizia di Riccardo Sales, confermandosi così in serie A1.

lunedì 24 febbraio 2020

Basket Land: Tognazzi non basta al Costone, Colle ora è dura. Solo Poggibonsi può sorridere

C’è una tendenza che si sta diffondendo nei campionati di C Silver e Serie D dove sono impegnate le squadre senesi: è quella delle sconfitte in cui sono incappate rispettivamente Costone, Colle e Asciano. Poggibonsi resta così l’unica squadra che continua a vincere, sfuggendo al contagio.

domenica 23 febbraio 2020

Mai dire Gold: L'impronta di Sandro Finetti

Ci sono giornate in cui parlare di pallacanestro, di una palla che rimbalza e che finisce in fondo ad una retina, è molto difficile. Difficile perché trovarsi davanti all’elaborazione di un lutto non è mai cosa banale. Specie perché in quel mondo, quello della pallacanestro a Siena, Alessandro Finetti ha rappresentato un imprinting indelebile nella mente di chiunque abbia giocato o avuto a che fare con il basket. Una figura importantissima, non solo per la Virtus. 

I feel Promotion: Come con Avellino, la difesa della ripresa e finalmente la domenica alle 18

C’è un numero, il 2, che identifica bene le ultime due partite della Mens Sana. Sono i punti concessi nel terzo quarto a Libero, otto giorni fa, e alla Poggibonsese, nell’ennesima sfida vinta ‘tanto a poco’. Si narra che coach Binella abbia gradito relativamente l’atteggiamento difensivo nel primo tempo e abbia messo a rischio l’intonaco degli spogliatoi nel chiedere, a voce alta, un’intensità superiore nel presidiare la propria area. Non può che essere soddisfatto della risposta avuta dalla squadra.

Senza Dolfi e Carapelli, oltre ai lungodegenti Franceschini, Mancini e Barbucci, la truppa biancoverde ha maramaldeggiato in un secondo tempo chiuso col parziale complessivo di 45-10, dimostrando vieppiù che al termine dell’agonia di partite ne mancano solo sette (più quattro, al massimo sei, di playoff). Poi il livello delle avversarie crescerà. Perché la categoria sarà un’altra. Quale, lo scopriremo più avanti.
 

giovedì 20 febbraio 2020

5 Momenti da Panico: I punti di vista, il Pride, il trash talking

"Mi hanno detto che potevo diventare quello che volevo, per questo sono diventato primo in classifica"

18-2

Chi l'avrebbe detto dopo la fine del primo tempo che sarebbe arrivato un parziale come quello a cui abbiamo assistito nel terzo quarto? Credo pochi perché Libero fino a quel momento si era ancora una volta dimostrato non solo capace di punire sistematicamente ogni errore dei biancoverdi, ma anche di nascondere benissimo i suoi. Se vogliamo quel parziale così duro è forse figlio anche di uno scoraggiamento davvero repentino che ha colpito la squadra di coach Farnetani quando ha iniziato a rimbalzare contro la Mens Sana in attacco, e da lì in poi è stato il blackout totale. Alimentato anche da una Mens Sana che non ha lasciato respiro in nessun momento.

mercoledì 19 febbraio 2020

Storia da Grandi: Ghiaccio monumentale e la Mens Sana nell'Olimpo con una Coppa... solo sfiorata

Nella settimana che va dal 19 al 25 Febbraio i tifosi mensanini hanno visto alzare 3 Coppe Italia e una quarta, assolutamente meritata, sfumare all'ultimo tiro del tempo supplementare.

Nel 2009 a Bologna la prima; nel 2010 a Avellino la seconda; nel 2012 a Torino la terza (le coppe 2011 e 2013 sono arrivate nella settimana precedente).

Nel 2002 a Forlì invece la retina centrata dal playmaker francese Rigaudeau indirizzò la Coppa nelle mani dei giocatori della Virtus Bologna, togliendo al contempo da quelle di Roberto Chiacig uno stra-meritato titolo di MVP della finale.

martedì 18 febbraio 2020

Basket Land: Il Costone si rialza, Colle no. Poggibonsi a tutta forza in D

Ancora un 50 e 50. Anzi, il bilancio è doppiamente in parità visto che tra Serie C silver e D sono due le vittorie per le senesi (Costone e Poggibonsi) condite da altrettante sconfitte (Colle e Asciano).

lunedì 17 febbraio 2020

Mai dire Gold: Una poltrona per 3. Virtus e Chiusi al comando, con Castelfiorentino

Il pronostico è stato ampiamente rispettato. Vittorie agevoli per Virtus e Chiusi che si sbarazzano rispettivamente di Prato e Don Bosco Livorno con distacchi nettissimi: +31 e +30. Risultati, questi, che permettono al San Giobbe di proseguire nel trend positivo e alla Virtus di riprendersi dopo la batosta contro Castelfiorentino la quale, vincendo a La Spezia, rimane appaiata insieme alle senesi in vetta alla graduatoria (anzi, sarebbe anche prima in virtù di una classifica avulsa favorevole).

sabato 15 febbraio 2020

I feel Promotion: Il bello del derby, la difesa del 3° quarto e il primato, festa per 1003

+26. Lo stesso scarto affibbiato a Castelfiorentino tre settimane fa, un margine superiore a quello su San Miniato, Poggibonsi e Maginot, sconfitte rispettivamente di 22, 23 e 21 punti. In viale Sclavo è notte fonda anche per Libero, dilaniata nel secondo tempo grazie ad un terzo quarto da annali (18-2 il parziale). Ci torneremo, su quei dieci minuti. Intanto la Mens Sana si gode il primato vero: ha gli stessi punti della truppa di Farnetani, ma ha giocato una partita in meno e ha il confronto diretto dalla sua. Per perdere la testa di serie numero uno nella griglia playoff servirà un’impresa alla rovescia, perdere due partite nelle prossime otto. Può capitare?
 

giovedì 13 febbraio 2020

Oggetti smarriti: Il tatuaggio di Boris

Sì sì lo so, non c’è bisogno di fare troppo i precisini. Lo so benissimo di non essere un oggetto, un vile manufatto artigianale (se non industriale), un trabiccolo da includere nella lista di memorabilia dal dubbio gusto che di solito elencate. Io sono un qualcosa che non si smarrisce, che non si dimentica; non come tutti i miei poco illustri colleghi che popolano l’armadietto zeppo di oggetti dimenticati da Dio. Tuttavia, visto che ho sentito che in questo spazio angusto e maleodorante vengono nominati grandi giocatori e si raccontano storie che sanno di basket e gioia, allora mi sono permesso, per una volta, di intrufolarmi.

mercoledì 12 febbraio 2020

Storia da Grandi: La prima volta in tv, Behagen, Kakiouzis e la diaspora prima e dopo Trapani

Una data dell'era moderna della pallacanestro mensanina passata alla storia è quella del 17 Febbraio 1974, perché per la prima volta una partita della squadra venne trasmessa dalla RAI.

La diretta era originariamente prevista per la trasferta vicentina contro la Reyer Venezia di un mese e mezzo prima, ma a pochi giorni dalla palla a due una volontà superiore dirottò le telecamere su un altro campo e su altri sponsor.

Contro la Saclà Asti di Romeo Sacchetti, Charlie Caglieris e dell'allenatore Toth, finalmente le telecamere, in una sfida casalinga che vide Carl Johnson scendere in campo con un piccolo tutore al ginocchio destro a causa di un lieve infortunio occorsogli nel turno infrasettimanale di Coppa Italia contro la Snaidero e con l'americano del Saclà John Laing con una vistosa maschera di protezione al viso.

lunedì 10 febbraio 2020

Basket Land: Costone e Colle col fiato corto. Asciano indomabile in casa, Poggibonsi va

Sono tre le sconfitte consecutive riportate dal Costone. L’ultima è arrivata sul sempre ostico campo di Terranuova Bracciolini, al termine di una partita molto incerta e combattuta e dove (soprattutto) hanno pesato le assenze importanti di Benincasa e Panichi che hanno limitato le rotazioni del team della Piaggia. Perde anche Colle che arriva a corto di benzina negli attimi decisivi del match e viene battute nettamente da Empoli. A far da contraltare a una C Silver negativa per le senesi c’è la Serie D, dove vincono sia Poggibonsi che Asciano.

domenica 9 febbraio 2020

Mai dire Gold: Virtus -20 a Castelfiorentino, Chiusi un bel +26. Il triangolo sì, in vetta

Il punteggio è durissimo, -20, così come immane è il peso specifico della partita in sé. Un risultato che potrebbe rappresentare uno spartiacque importante per tutta la stagione. C’è tutto questo nel ko riportato dalla Virtus a Castelfiorentino. Una partita che sconvolge la classifica del campionato di Serie C Gold dove, al primo posto, le Vu senesi vengono raggiunte proprio dall’ABC e anche dal San Giobbe Chiusi, agilmente vittoriosa su Valdisieve (+26). 

venerdì 7 febbraio 2020

I feel Promotion: La gestione, gli infortuni, il biglietto sì/no/boh, la Kiss Cam a San Valentino

Diciamo la verità, aspettavamo tutti la rivincita con Libero dall’11 novembre scorso e finalmente è arrivato quel momento. Ah no, è ancora troppo presto. L’appuntamento è tra una settimana, venerdì 14. San Valentino potremo festeggiarlo prima o dopo le 21 (durante solo se qualcuno improvvisa una Kiss Cam), a quell’ora c’è il derby che vale il primo posto in classifica. Ora si parla di San Miniato, di una partita affrontata senza Sprugnoli e Carapelli, assenze dell’ultim'ora che si sono aggiunte a quella abbastanza recente di Franceschini, a quella piuttosto lunga di Mancini e a quella, ahinoi, stagionale di Barbucci.

mercoledì 5 febbraio 2020

Storia da Grandi: Il +16 sul Barça sotto la neve. E la perdita di un amico: ciao Alberto

La retrospettiva sulla storia recente della pallacanestro mensanina focalizza questa volta alcuni eventi e principalmente le particolarità dei giorni che vanno dal 5 all'11 Febbraio.


Miscellanea

Giovedì 7 Febbraio 1985 una Mister Day fin lì deludente in campionato, che più che coltivare ambizioni di classifica si guarda alle spalle, ospita la Giomo Venezia che invece è in piena corsa per la promozione in serie A1.

lunedì 3 febbraio 2020

Basket Land: Sorrisi in Val d’Elsa e rabbia al Costone. Poggibonsi, la svolta della maturità?

Come spesso accaduto in questa stagione, è un bilancio altalenante quello dei campionati di Serie C Silver e D. Se da un lato gioiscono le formazioni valdelsane, Colle in C e Poggibonsi in D, dall’altra parte si leccano le ferite sia il Costone che Asciano.

domenica 2 febbraio 2020

Mai dire Gold: 02-02-2020, gioia palindroma. La Virtus resta prima, Chiusi riparte

La data palindroma porta bene alla senesi di Serie C Gold. Anche se, a dire il vero, Chiusi il suo dovere lo aveva fatto con 24 ore di anticipo. Però è in questa giornata così particolare (almeno sul calendario) che è arrivata la netta vittoria della Virtus sul fanalino di coda Altopascio. Un’affermazione che conferma il primo posto delle Vu senesi.

giovedì 30 gennaio 2020

Storia da Grandi: I liberi di Bovone con Varese, Quercia, Tassi e la scazzottata con la Fortitudo

Prosegue il nostro viaggio nella storia della pallacanestro mensanina e stavolta vuole mettere a fuoco una piccola parte della cose più curiose e particolari successe nella settimana che saluta il mese di Gennaio e introduce quello di Febbraio.

A farsi dall'anno 1973, quando nella terza giornata di ritorno del campionato che poi avrebbe condotto per la prima volta in serie A, Gigi Paoli, Piero Franceschini, Umberto Campanini e compagni le suonarono a più non posso alla squadra dell'A.S.S.I. Brindisi, oggettivamente la più debole del girone, liquidata 116-44, uno dei maggiori punteggi mai segnati dai biancoverdi e, vado a memoria, il divario più ampio mai imposto a un'avversaria: 72 punti!

mercoledì 29 gennaio 2020

5 momenti da Panico: Le assenze, Eddie e il fomento

"Dove c'è rissa c'è Promozione" (Anonimo minors)

Quattro 

Come i minuti che la Mens Sana ha impiegato per segnare il primo canestro dal campo, salutato come un gol all’ultimo minuto della finale di Champions League da quanta sofferenza c’è voluta per raggiungerlo. Onore a una Castelfiorentino che di certo non era arrivata a palazzo per fare la vittima sacrificale di turno, ma che ha cercato in tutti i modi di non far correre i biancoverdi, paralizzarli in attacco e tentare di incastrare i meccanismi che ultimamente sembravano funzionare in automatico. Una dimostrazione di come ormai gli avversari abbiano ben chiaro qual è il gioco di questa Mens Sana e che da qui in avanti non sarà possibile prenderli di sorpresa.

martedì 28 gennaio 2020

Basket Land: La Silver è amara ma la D è sublime per le senesi

Un Costone deludente e una Colle in crisi di risultati rendono il fine settimana appena trascorso amarissimo per le rappresentanti senesi in Serie C Silver. Meno male che compensano la situazione Poggibonsi e Asciano in D: entrambe vincenti in incontri decisamente importanti. Per il morale e la classifica.

lunedì 27 gennaio 2020

Mai dire Gold: Il Sorpasso. Chiusi riposa a Venezia, la Virtus ne approfitta: prima da sola

Missione compiuta. Tutto facile per la Virtus nella trasferta di Montevarchi, in casa della Fides. La Vu senesi si sono imposte in maniera netta, per 85-77, riconquistando così la vetta della classifica in solitaria e approfittando così al massimo del turno di riposo di Chiusi, ospite nel weekend appena trascorso della casa madre Venezia al Taliercio.

sabato 25 gennaio 2020

I feel Promotion: Un +26 diverso dal solito, l'Oscar e le Storie Tese

70-44. Visto così sembra il solito punteggio di sempre, praticamente analogo al 71-41 dell’andata. E invece è andata diversamente; dopo quelle con Libero e Impruneta, la gara con Castelfiorentino è stata la più difficile del campionato. Ecco, se la terza gara più difficile va in archivio con un +26 le considerazioni da trarre sono semplici.
  

giovedì 23 gennaio 2020

Oggetti smarriti: I polsini di Romain

Siamo sempre stati dei sentimentali. Anche se siamo fatti di cotone e nylon, le belle storie ci appassionano e commuovono. E’ per questo motivo che ricordiamo alla perfezione il giorno in cui lui ci scelse. Romain Guessagba Lebel. Anche il nome di battesimo, fatto di reminiscenze e suoni africani, ci piacque subito. 

mercoledì 22 gennaio 2020

Storia da Grandi: La beffa con la Canon, il mese d'oro di Solfrini. E le miserie dell'era Macchi

Il 27 Gennaio 1974, nella sconfitta 71-69 sul campo della Snaidero Udine, il mensanino Dino Ninci con 20 punti segnati raggiunge il suo massimo score in una gara di serie A.
 

martedì 21 gennaio 2020

Basket Land: Folgorante Costone, messa sotto la capolista. E' l'ora del cambio di passo

Vince il Costone ma perde Colle. Poggibonsi fa ancora centro ma non Asciano. Proprio come una settimana fa ci troviamo di fronte a un bilancio in agrodolce del fine settimana, il primo del girone di ritorno, tra Serie C Silver e D.

lunedì 20 gennaio 2020

Mai dire Gold: Aggancio al giro di boa. Chiusi ancora ko, la Virtus ritrova vetta e Lenardon

Virtus e San Giobbe sono nuovamente accoppiate in cima alla classifica. Certo, i chiusini sono ancora primi per effetto della vittoria nello scontro diretto ma il primo turno del girone di ritorno è stato decisamente più felice per i senesi che, contro la Synergy Valdarno, sono tornati a vincere, riagguantando il primato in classifica in coabitazione con una Chiusi sconfitta invece a Legnaia.

I feel Promotion: Il vuoto subito, il vero mvp delle trasferte e l’equilibrio delle rotazioni

-15, +40. Non sono coordinate da inserire su Google Earth per scoprire un angolo di mondo incantato. 15 sono le partite che mancano alla fine della Promozione, presumendo di vincere per 2-0 entrambe le serie di playoff; 40 sono i punti di scarto rifilati alla nona in classifica. D’altronde, dopo averne dati 52 alla quarta, era ipotizzabile che un certo tipo di divario contro una squadra peggiore fosse ottenibile passeggiando. Stando alle cronache di chi c’era, -15 era anche la temperatura percepita all’interno del palazzo dell'Atletica Castello. Da questo punto di vista però il Palaestra offre una buona opportunità per temprarsi…

giovedì 16 gennaio 2020

Storia da Grandi: I 9000 contro Varese, Anchisi da centrocampo e il passing game di Brenci

Una volta di più parliamo della storia della pallacanestro mensanina provando a districarci nella fittissima selva di date, nomi, numeri e informazioni.
Vi offro qui una piccola parte di quanto successo nella terza settimana del mese di Gennaio, col criterio di sempre: non necessariamente i fatti più conosciuti e celebrati, ma magari quelli più curiosi e particolari.

martedì 14 gennaio 2020

Basket Land: Il Costone vola con Benincasa e Bruttini. Forze fresche: riparte Poggibonsi

È un bottino in chiaroscuro quello delle senesi di C Silver e Serie D: una vittoria e una sconfitta per categoria nel primo match del nuovo anno solare, nonché ultimo impegno del girone d’andata. Costone a valanga su Carrara e Colle battuta in casa da Livorno dopo un supplementare in C, Poggibonsi interrompe la striscia negativa in D mentre Asciano registra il primo stop dopo ben 4 vittorie a fila.

lunedì 13 gennaio 2020

Mai dire Gold: Virtus, torna Lenardon (dopo il k.o. con Agliana). E Chiusi cade a La Spezia

Il girone di andata di Virtus e San Giobbe si chiude con una doppia sconfitta. Non un buon inizio di 2020 per le due senesi di Serie C gold, battute rispettivamente da Agliana e La Spezia. Due risultati che confermano le difficoltà e le insidie di un campionato dove non c’è nulla di scontato. Così come non banale è il ritorno di Simone Lenardon sul parquet. Ovviamente con la maglia della Virtus.

domenica 12 gennaio 2020

I feel Promotion: L'intensità, i gomiti, le zone e il canestro delle paste. Per 727

52 punti di scarto alla quarta in classifica. Sì, “è tutto vero” (cit.), è questo il gap maturato tra prima e quarta forza del lotto. Avevamo presentato la partita con frasi del tipo “ci sono motivi di interesse”, una sorta di “antipasto dei playoff”… perdonateci. Ne usciamo con la convinzione che da qui alla fine di questa agonia chiamata Promozione manchino soltanto 16 episodi, cioè tutte le gare del girone di ritorno e le quattro di semifinali e finali della postseason.

giovedì 9 gennaio 2020

Oggetti smarriti: I tubetti di Voltaren di Ksistof

Un attimo. Sappiamo benissimo che noi in questa rubrica non ci potremmo stare. In un ipotetico armadietto di memorabilia, saremmo graditi come un piccione malato in una città che teme la peste. Eppure ci siamo, gioco forza. Anzi, in certi frangenti siamo stati decisivi per il risultato, quando la tenuta fisica del nostro assistito vacillava. 
 

martedì 7 gennaio 2020

Storia da Grandi: Impresa da ragazzi a Cagliari, la rissa con Pistoia e Gorenc "Cristo redentore"

Un grande imbarazzo nel selezionare date, eventi, nomi e numeri della seconda settimana dei Gennaio mensanini. Imbarazzo della scelta, ovviamente, talmente tante sarebbero state le cose di cui parlare. Ho provato a ricordarne il maggior numero possibile, ma pur sempre altre altrettanto importanti rimangono fuori. Non me ne vogliate.

Mi prendo la licenza di incominciare con Ron Behagen, nato a New York il 14 Gennaio 1951, uomo dalle riprovevoli cadute ma, ed è quello che a noi interessa, giocatore assolutamente incantevole per gli standard italiani. Nello specifico, nell'élite dei migliori visti all'opera in maglia biancoverde.

lunedì 6 gennaio 2020

I feel Promotion: La prontezza dopo la pausa, le vittorie sporche, il contributo dei ragazzi

Vittoria 66-46 a Montespertoli (pardon, a Molino del Ponte, Baccaiano) per la penultima giornata del girone d’andata. La Mens Sana archivia un altro successo e prosegue la rincorsa a Libero attesa, nella giornata di martedì 7, dal derby esterno con la Maginot. È stata una partita che non ha visto la presenza in panchina di Pierfrancesco Binella, colpito nella mattinata di domenica dalla perdita della madre. Condoglianze coach, un abbraccio sincero da parte di tutta la redazione di Pallalcerchio, di cui sei stato valido collaboratore nell’angolo tecnico un paio di stagioni fa.

giovedì 2 gennaio 2020

Cosa resta della Mens Sana Basket 1871

Il 2019 è stato l'anno che ha visto finire l'esperienza della Mens Sana Basket 1871. Con la dichiarazione di fallimento di venerdì 13 dicembre, il giudice delegato Valentina Lisi ha deciso di non accordare ulteriori proroghe alla richiesta di concordato preventivo avanzata dalla Siena Sport Network, affidando alla commercialista Franca Carta l'incarico di curatrice fallimentare: in agenda, per lei e per un centinaio di creditori, l'udienza per l'esame dello stato passivo fissata al 15 aprile prossimo, come appreso dagli approfondimenti della Nazione e del Corriere di Siena. Resta in attesa di un esito l'inchiesta penale aperta a marzo dalla Procura, mossa da un'ipotesi accusatoria di appropriazione indebita.

Il finale sanguinoso di una traversata nel deserto lunga cinque anni, da suggellare ora provando a portarsi dietro dieci lezioni dalla nascita, la vita e la morte della Mens Sana Basket 1871 e di quello che le se è mossa attorno. Lezioni del tutto opinabili, perché si tratta di opinioni (per quanto basate su fatti) e in quanto tali contestabili, per carità. Magari può essere l'inizio di un ragionamento, sensibile di essere aggiornato, sviluppato, proseguito, anche perché sicuramente qualcosa è sfuggito. Anche perché cinque anni del genere non si possono chiudere così frettolosamente (per quanto la brevità non sia esattamente la cifra stilistica di questo post). Di certo è l'elaborazione di un lutto.

mercoledì 1 gennaio 2020

Storia da Grandi: Capodanno sullo Stretto e quel Bobby Brown da annali contro il Fener-Mens Sana

Per quanto possa sembrare incredibile, anni dopo esser state costrette ad andare a Cagliari nel giorno di Santo Stefano (era il 1976 e per gli spostamenti le alternative erano assai meno numerose, funzionali ed economiche delle attuali), le famiglie che a vario titolo nella stagione '94/'95 componevano il gruppo della prima squadra della Mens Sana Basket (dirigenti, staff tecnico e medico, giocatori, addetti e accompagnatori vari) ebbero la sfortuna di leggere nel calendario della stagione agonistica partorito dalla LegaBasket: Quinta giornata ritorno, 1 Gennaio 1995, Viola Reggio Calabria – Mens Sana Siena.
Addìo bacio sotto il vischio, capatina con brindisi oltre la mezzanotte, fiaccolate, falò: la trasferta più scomoda del torneo, nel giorno meno opportuno.

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (53) Asciano (31) associazione (60) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (21) città (13) Coldebella (2) Colle (35) Comune (19) consorzio (70) Costone (41) Costone femminile (14) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Finetti (1) Fortitudo (1) Frullanti (107) giovanili (36) Grandi (21) Griccioli (12) inchiesta (70) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (30) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (122) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (5) palazzetto (3) personaggi (16) Pianigiani (4) Poggibonsi (28) Polisportiva (52) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (58) Serie A (3) Sguerri (19) società (79) sponsor (27) statistiche (105) storia (25) sul campo (564) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (100) titoli (21) trasferte (22) Virtus (52) Viviani (3)