sabato 23 giugno 2018

#cheaccademy L’Under 16 tra le prime otto d'Italia. E ora... titoli di coda

Adesso l’annata è veramente finita. Si è conclusa con un prestigioso posizionamento tra le prime 8 in Italia la stagione dell’Under 16 della Mens Sana Basketball Academy, battuta da Roma nei quarti di finale delle finali scudetto per 70-59. E’ il game-set-’n-match definitivo sulle giovanili biancoverdi per come le abbiamo imparate a conoscere dal 2015 in poi. In futuro vedremo sicuramente qualcosa di diverso… ma questo sarà oggetto di riflessione più avanti. Quel che resta da fare è dire comunque bravi a una squadra, l’Under 16, che forse avrebbe meritato miglior fortuna in quest’ultimo atto stagionale.
    

giovedì 21 giugno 2018

Senesi brava gente

Il miglior dirigente della stagione è senese, ma non lavora a Siena. La Lega Pallacanestro ha assegnato il riconoscimento (per la Serie B) a Giacomo Rossi, che alla Stella Azzurra Roma è il responsabile del reclutamento e una figura - si può chiamare direttore sportivo o general manager - che di fatto si occupa di tutto quello che non fa il coach e padre fondatore Germano D'Arcangeli.

L'ultima volta che un dirigente di basket senese ha ricevuto un premio del genere, naturalmente due o tre livelli più in alto, in Serie A ed Eurolega, era stato Ferdinando Minucci. Fa molto ridere perché è colui che nell'estate 2004 tolse di fatto l'accredito stampa stagionale per seguire la Mens Sana a Giacomo - che non era gradito (e poco faceva per farsi gradire per forza) -, ottenendo dalla testata per cui scriveva (basketnet, ai tempi il sito di basket più letto) che cambiasse corrispondente da Siena per la Mens Sana.

Non è mai facile parlare con obiettività (ma chi se ne frega dell'obiettività) di un amico con cui si sono condivisi gli inizi, a Siena Oggi, Il Cittadino Oggi, La Nazione e il mitico Basket Minors. Il punto è che a parlare sono i fatti.
 

domenica 17 giugno 2018

#cheaccademy Orgoglio Under 18! Mens Sana tra le prime quattro d'Italia. Godiamocela, finché dura

Sportivamente parlando, è stata una settimana esaltante. Le finali nazionali Under 18 hanno fatto vedere una Mens Sana grande protagonista a Montecatini, dove è stato assegnato il titolo tricolore (per la cronaca, andato alla Stella Azzurra Roma). Certo, è mancato l’happy ending con la Virtus Roma che ha infranto i sogni scudettati dei biancoverdi in semifinale. Ma, nonostante un po’ di amaro in bocca, perché onestamente sarà quantomeno poco probabile vedere di nuovo il prossimo anno l’Under 18 mensanina giocare per il titolo nazionale, è stato tremendamente bello vedere e seguire il percorso nelle finali dei giovani biancoverdi
    

sabato 9 giugno 2018

Lo vedi, ecco Marino

C'era anche Tommaso Marino, quel 27 giugno 2014, a versare lacrime uno sulla spalla dell'altro su quello spicchio di parquet davanti alla panchina della Mens Sana, alla fine di gara-7 con Milano, in un caso singolare di invasione di campo commossa (anche) di chi la finale l'ha persa. Perché sembrava la fine di una storia: fu "solo" (…) la fine di una società, perché per estinguere un popolo ci vuole ben altro. Un anno dopo Tommaso Marino c'era su un altro parquet, quello di Forlì, per festeggiare la promozione che al primo colpo dopo la ripartenza riportava la Mens Sana dalla quarta serie all'A2. Quando ha potuto, la Mens Sana l'ha seguita di persona, quando non ha potuto, lo ha fatto diversamente. Non solo perché è la squadra in cui è cresciuto, ma perché è la sua passione (una delle tante passioni). Dopo l'annuncio della sua firma biennale in biancoverde, adesso potrà seguirla di persona, tutti i giorni.

venerdì 8 giugno 2018

#cheaccademy Finals a Montecatini e Bassano, il canto del cigno dell’Academy

«Cosa resterà di questi anni ’80? Afferrati e già scivolati via». Così cantava Raffaele Riefoli, al secono Raf, nella sua hit del 1989. Una colonna sonora che si presta, seppur con la dovuta traslazione temporale ai giorni nostri, alla Mens Sana Basketball Academy. Progetto di riconosciuta qualità, funzionale e indispensabile quando c’è stato da far ripartire il settore giovanile di Viale Sclavo un anno dopo il fallimento della vecchia società nel 2014 e che oggi, dopo tre anni senza pace, si trova al suo canto del cigno, visto che è già stato comunicato un cambio nel modo in cui dalla prossima stagione sarà pensato il settore giovanile stesso. Il progetto si conclude con due finali nazionali, per Under 18 e Under 16, in programma a Montecatini Terme e Bassano del Grappa. Nota curiosa: entrambe le squadre sono allenate da Michele Catalani, responsabile tecnico dell’Academy, anche lui alle prese con un discreto tour de force nelle prossime settimane. Di commiato?

lunedì 4 giugno 2018

Birtus

La cultura sportiva e di basket di cui si è capaci a Siena - anche lontani dalle vacche grasse - è un patrimonio unico, la parte sana del movimento in mezzo a troppe telenovele pelose, patrimonio di cui colpevolmente si parla troppo poco ma per cui parlano i fatti, e la storia. L'immagine della capacità di fare pallacanestro in città è nelle varie e diverse declinazioni di cui questa capacità ha saputo vestirsi. Non un ceppo con tre derivazioni, ma la possibilità di vedere all'opera dal punto di vista tecnico e nel tessuto sociale tre diverse scuole di basket, forse comunicanti ma non dipendenti, non legate da una gerarchia piramidale ma dalla consapevolezza ognuno della propria dimensione. 
  
Non è per una santificazione fin troppo facile e banale nelle ore del trionfo, perché lo stesso si poteva dire e si è detto un anno fa dopo la retrocessione, ma in questo ecosistema unico la Virtus è l'immagine di una realtà che storicamente sa vivere le proprie peculiarità con dignità e autosufficienza, non per differenza rispetto ad altre società di altro livello ma con la propria identità, non di rimessa ma con le proprie idee, possibilmente senza eccessi di ortodossia da repubblica autonoma in cui rinchiudersi ma sempre forte della scelta di una propria strada, rispondendo col buon senso alle ammalianti sirene di grandeur che ogni tanto ritornano. Una strada che in queste ore ha portato la società di don Perucatti ieri, e di Fabio Bruttini oggi, a festeggiare la promozione in terza serie, la Serie B.
 

sabato 26 maggio 2018

#cheaccademy Under 16, Mens Sana alle finali nazionali

Un altro importante traguardo. E' quello raggiunto dalla Mens Sana Basketball Academy che, dopo l’Under 18 Eccellenza, piazza un’altra sua squadra alle finali nazionale di categoria: l'Under 16 guidata da coach Michele Catalani. I biancoverdi, dopo i tre incontri dell’interzona di Morciano di Romagna, hanno staccato il pass per l’atto conclusivo della stagione, in programma a Bassano del Grappa dal 18 al 24 giugno
  

giovedì 24 maggio 2018

Come on baby, light my fire

Paolo Moretti ha il fuoco. Paolo Moretti è fuoco.
Il fuoco della passione. Dell'agonismo. Della sfida. Della competizione. Del confronto.
Il fuoco riscalda (con l'emozione, prima che con la ragione, il calore vince la rassegnazione).
Il fuoco si diffonde come un contagio (l'agitazione delle molecole si propaga, vincendo l'apatia).
Il fuoco non accende solamente, infiamma (quanta voglia di tornare a infiammarsi).

Il fuoco brucia chi - per ignoranza, incapacità o presunzione - non lo sa trattare. Ma avere un fuoco per provare a spegnerlo è stupido, avere un fuoco e sentirsi in difficoltà nel gestirlo vuol dire aver sbagliato. Il fuoco non è freddo, e neanche tiepido. Il fuoco non è buio e neanche toni di grigio. Paolo Moretti non è uno che passa di qui per essere insignificante. "Paolino il caldo". "Il caldo" si è capito perché. "Paolino" perché a Siena è di casa.

sabato 19 maggio 2018

#cheaccademy Under 13 e la ‘dinasty’ Cappelletti prima del gran finale

La stagione della Mens Sana Basketball Academy si sta dirigendo a grandi passi verso la voltata finale. La settimana prossima l’Under 16 campione di Toscana affronterà il concentramento con l’obiettivo di staccare il pass per le finali nazionali. A giugno i fari saranno puntati sugli Under 18. Intanto passiamo in rassegna l’unica squadra che ancora era sfuggita al nostro scanner: l’Under 13.
  

mercoledì 16 maggio 2018

Con franchezza

Era il 2 giugno 2004, la Mens Sana di Recalcati vinceva gara-2 di finale scudetto in casa della Fortitudo con 26 punti di Bootsy Thornton. Lo stesso giorno a Milano 500 tifosi si trovarono dal sindaco per protestare contro la possibile scomparsa dell'Olimpia. All'indomani sulla Gazzetta dello Sport uscì un appello a 10 imprenditori, per evitarla. A quell'appello risposero, in particolare, Moratti, Galliani e Armani, che dopo quattro anni da sponsor è diventato proprietario, dandole un futuro tra le prime 16 d'Europa.

Era lunedì 8 febbraio 2016 quando il cda della Mens Sana si dimise in blocco, insieme al presidente della Polisportiva proprietaria. Certo fu per le responsabilità amministrative di fronte al rovinoso fallimento verso cui si stava crollando, ma quella mossa shock seppe produrre in città una reazione che ha portato a un caso più unico che raro nella storia dello sport e d'Italia di una società salvata dalla sua gente. E' evidente che imprenditori come quelli che hanno salvato Milano non sono ovunque, ma un allarme dato in tempo vale la salvezza.

Due premesse, per arrivare alla domanda a cuore aperto all'attuale proprietà della Mens Sana: ce la facciamo? A Filippo Macchi, che è la persona attorno a cui ruota tutto: Filippo, ce la facciamo? A Massimo Macchi, che alla sua carriera di top manager non aveva certo bisogno di aggiungere la presidenza della Mens Sana, e in questo tutti hanno letto una garanzia: Massimo, ce la facciamo?

gli argomenti

altre senesi (24) Anichini (28) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (15) Catalani (3) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (46) Fortitudo (1) Frullanti (24) giovanili (27) Griccioli (12) inchiesta (63) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (33) Macchi (4) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (90) mercato (76) Minucci (25) Moretti (1) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (38) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (26) Serie A (3) società (34) sponsor (25) statistiche (91) sul campo (391) Tafani (11) tifosi (79) titoli (20) trasferte (22) Viviani (3)