martedì 13 agosto 2019

Tornare a riveder le stelle

Perché la gente dovrebbe andare a vedere questa Mens Sana 3.0? "Perché è la Mens Sana" è la risposta più semplice e vera, ed è quello che risponderà la maggior parte dei tifosi. Ma allargando lo sguardo, non è la risposta che basta per rilanciare l'entusiasmo di una città che viveva, mangiava e respirava basket e in cui lo zoccolo duro si stava già erodendo da anni, ben prima di questo azzeramento tecnico della ripartenza dalla Promozione. Per questo "cosa si va a vedere" è un nodo importante per il successo non necessariamente della ripartenza in assoluto, ma sicuramente di questa stagione.

mercoledì 7 agosto 2019

Essere Mens Sana

La forma è sostanza. Si parte dalle piccole cose: come vestire sempre Mens Sana, un kit unico dalla prima squadra a tutte le giovanili che renda riconoscibile chi gioca nella Mens Sana, non solo in palestra ma anche negli eventi, che ci saranno. Non è l'invenzione della ruota, ma portare certi standard - spesso non rispettati neanche al top - a un livello in cui non esistono è già un messaggio: giocare nella Mens Sana è giocare nella Mens Sana, che sia in Promozione come in Eurolega.
     

venerdì 19 luglio 2019

Dopo l'Associazione

E' un valore avere un'aggregazione di tifosi quanto più rappresentativa possibile, costituita anche giuridicamente, in grado di porsi come interlocutore nei confronti della proprietà della società e nei confronti delle istituzioni, un baluardo per i momenti di crisi e di transizione, e che anche in tempo di pace rappresenti un patrimonio di memoria e valori. In un certo senso una casa madre, perché casa madre non è solo la scatola al cui interno si deve tornare per ripartire dalle radici, ma è casa madre anche un popolo in cui riconoscersi, che di quelle radici è portatore dinamico, che afferma quell'identità, la conserva e la tramanda. Più che una Fondazione, piuttosto un organismo vivo, composto da persone e non da enti. "Vivo", nel senso di capace di organizzare iniziative che ne radichino la vita sociale e che allarghino la base. E' un valore poter coagulare una passione attorno a un organismo del genere. Per il mondo biancoverde, oggi quell'organismo non può più essere l'Associazione Io Tifo Mens Sana.

giovedì 11 luglio 2019

Promozione da promozione

Con la scelta di Riccardo Caliani di accettare l'incarico di direttore sportivo, lasciando Pierfrancesco Binella libero da mansioni organizzative, per potersi concentrare sugli aspetti tecnici a partire dal ruolo di allenatore, la Mens Sana atto III sta muovendo i primi passi.
     

sabato 29 giugno 2019

Serie Siena

L'esito negativo del ricorso al Coni per l'esclusione dalla Serie A2, a cui si era affidata la morente MSB1871, e l'ormai imminente (30 giugno) scadenza per l'acquisto di un titolo, a cui puntava invece la parte sportiva del progetto del cosiddetto fondo inglese, ufficializzano la cruda realtà per cui l'anno prossimo per trovare una squadra senese bisognerà scorrere non alla prima, non alla seconda, né alla terza ma alla quarta categoria del nostro basket, la Serie C Gold. Il cui girone toscano però potrebbe avere ben tre squadre del nostro territorio.

lunedì 17 giugno 2019

Ripartenze

L'inizio questo lunedì di Mens Sana Basketball Academy Summer Workout, praticamente allenamenti individuali sui fondamentali coi ragazzi del settore giovanile, anche di società limitrofe, segna uno dei primi atti ufficiali di quello che intende fare la Polisportiva per il basket mensanino. Già un comunicato di mercoledì scorso aveva formalizzato l'accordo per travasare il settore giovanile della MSB1871 al codice Fip della Academy, che la Polisportiva ha usato per il minibasket e che sarà ampliato al settore giovanile, travaso auspicato nel celebre incontro del 20 febbraio dal sindaco Luigi De Mossi. Che ha dimostrato più incisività, e attenzione, sulle giovanili mensanine che sul destino della prima squadra. Già, quale sarà il destino della prima squadra?
 

lunedì 10 giugno 2019

Basket City: Sale Arezzo, rammarico e tanto orgoglio per il Costone

La favola stagionale del Costone si conclude senza il lieto fine. Questo l’amaro responso, sportivo, della bella della finale playoff che premia Arezzo, vincitrice di misura (76-74 il punteggio finale) e pertanto vittoriosa 3-2 nella serie che consegna alla Sba con la promozione in Serie C Gold.

sabato 8 giugno 2019

Finale alternativo

L'arrivo in questi giorni di 11 altri punti di penalizzazione, pari al numero di ulteriori lodi non sanati, per un totale di -17 sulla prossima stagione, ha rinfocolato il dolore - che solo il tempo e la rassegnazione avevano parzialmente sedato - per la situazione in cui versa ciò che resta della Mens Sana Basket 1871. Che non è morta, né per la Federazione, né per il diritto societario, né per il tribunale. Potrebbe esserlo di qui a un mese, o anche meno. Ma quelle che mancano allo scadere del conto alla rovescia giudiziario e sportivo non saranno solo settimane di sola inerme attesa, ma anche di movimenti da capire.
 

venerdì 7 giugno 2019

Basket City: Costone indomito, la finale playoff si decide alla bella ad Arezzo

Non c’è sconfitta nel cuore di chi lotta. È il titolo della stagione del Costone che, grazie alla vittoria in gara-4 della finale playoff con Arezzo (70-60), si è guadagnato la possibilità di giocarsi la promozione in C Gold nell’ultimo e decisivo atto della serie. Un risultato per molti versi inaspettato e che, già ora, sarebbe da incorniciare e da consegnare agli annali. Ma, ancora, la stagione di questo Costone non è finita e, soprattutto, c’è un finale tutto da scrivere.

lunedì 3 giugno 2019

Basket City: Il Costone deraglia sul finale, Arezzo vìola il PalaEstra

“Boulevard of broken dreams”. È il titolo di una canzone dei Green day ma anche quello che sta diventando Viale Sclavo per le squadre senesi di pallacanestro. Non ci riferiamo necessariamente alla Mens Sana, dove la situazione continua a essere tra il dramma e il paradosso, ma a tutte le altre compagini cittadine che hanno militato quest’anno al PalaEstra. Un palazzetto che non ha portato bene e non ha regalato gioie né alla Virtus, battuta da Montecatini nella decisiva gara-3 di playout (con conseguente retrocessione), né tantomeno al Costone, battuto nel terzo atto della serie finale dei playoff di C Silver da Arezzo: 72-59 il punteggio finale in favore degli amaranto, adesso in vantaggio 2-1 nella serie e ad un solo successo di distanza dalla promozione.

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (12) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (36) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (75) sponsor (27) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (92) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)