sabato 30 aprile 2016

30 aprile. Troppi ricordi

Il nome di Milenko Topic tra i sostenitori del tentativo di salvataggio della Mens Sana. Ergin Ataman che guidando il Galatasaray alla vittoria dell'Eurocup contro Strasburgo torna "sul luogo del delitto" sotto svariati punti di vista. Le foto di quel 30 aprile 2002 ringiovaniscono tutti di 14 anni, nei video molti si riconosceranno nel ricordo dolce di una vita fa.

Nel frattempo è successo il mondo: la Mens Sana è una e non è corretto forse dire che una certa Mens Sana è finita lì, ma quel giorno - quello del primo trofeo della storia biancoverde - si è consumata la perdita della verginità con cui si è aperta una parentesi unica. Un popolo è la sua storia. Grazie alla memoria storica che offre il web, e al lavoro dei volenterosi che l'hanno archiviata, vale la pena spendere qualche minuto per un tuffo nella memoria.

venerdì 29 aprile 2016

Pericolo imolese

Otto giorni per preparare una serie di playoff possono sembrare tanti, ma quando c'è da vivisezionare una squadra mai affrontata prima (e poi da correre per pensare agli adattamenti dopo ogni singola partita) è un lasso di tempo minimo. È però possibile concentrarsi su quelli che sono i pericoli maggiori che la Mens Sana si troverà davanti contro Imola.

giovedì 28 aprile 2016

La Virtus è in ballo, e balla. Avversari, strategie, obiettivi

Per una decina di giorni l'attenzione sarà tutta sulla Mens Sana, quindi se ne parla adesso o mai più. C'è un'altra senese che vuole chiudere con le note alte. E' la Virtus, che ha già ottenuto il risultato minimo del salto di categoria, dalla C Silver alla C Gold, ma adesso è in ballo per il doppio salto: Serie B. Ovvero il campionato dove era l'anno scorso la Mens Sana, e allora era la quarta serie, adesso è la terza. Tutto o quasi dipende da quest'ultimo gironcino, sei partite. Per provare a salire ancora. E poi?

mercoledì 27 aprile 2016

La Polisportiva dei prossimi quattro anni

Non è una notizia, perché è solo la formalizzazione di un esito annunciato, ma è stato il giorno delle elezioni per la nuova presidenza della Polisportiva. Con affluenza record rispetto al passato (edit) e un consenso attorno al 95% per il nuovo presidente. Il funzionamento, come già spiegato, prevede una sorta di plebiscito attorno a una lista preventivamente stilata da una Commissione Elettorale: il voto consiste nell'approvare la lista o nel depennare uno o più nomi, indicandone un altro in alternativa. Le scelte fatte a monte erano state molto chiare. Di fatto le indicazioni della Commissione Elettorale non sono mai andate disattese. Neanche stavolta.

martedì 26 aprile 2016

A che punto è il Consorzio: adesioni, contatti, dinamiche e prossimi obiettivi

Sette/otto aziende sono già formalmente a bordo e almeno altrettante potrebbero/dovrebbero permettere di chiudere questa settimana con una quindicina di adesioni al Consorzio. E' il risultato parziale, ufficioso, del lavoro a cui sono state focalizzate gran parte delle attenzioni del salvataggio della Mens Sana nelle ultime tre settimane per dare a questo nuovo organismo gli strumenti che sono serviti a partire da venerdì scorso col proprio programma di contatti con le aziende. E poi c'è il lavoro dell'Associazione, che non è finito, anzi a sua volta vive uno sprint finale per riuscire nel giro di dieci-quindici giorni a permettere un'iniezione di liquidità per la prosecuzione della stagione sportiva.

lunedì 25 aprile 2016

Mens Sana contro Imola: la storia

Ci sono due precedenti importanti in partite da playoff tra Mens Sana e Imola. Nel 2000 si sfidarono agli ottavi playoff in Serie A, dieci anni prima nello spareggio promozione ai playoff di B d'Eccellenza che riportò la Mens Sana in A dopo un purgatorio di quattro anni. In entrambi i casi è finita 2-1. Vale la pena ricordare come andò.

domenica 24 aprile 2016

Erano scommesse, sono stati i migliori del campionato

Niente analisi, solo cifre, nude e crude. Ma nel limbo in attesa dei playoff e di novità societarie, merita fermarsi un attimo per guardare un dato che è solo lì da vedere. La stagione regolare si chiude con due giocatori della Mens Sana che sono stati i migliori del girone in una graduatoria statistica, Dane DiLiegro e Truck Bryant.

sabato 23 aprile 2016

Quinto posto, ora Imola: chi è e cosa ha fatto quest'anno la prossima avversaria della Mens Sana

L'effetto che fa una regular season chiusa al quinto posto forse si capirà meglio con la mente fredda di quando tutto sarà finito. D'altra parte era l'eventualità più probabile, intanto vale l'ingresso ai playoff senza il fattore campo ma contro una squadra, Imola, che nel politicamente corretto degli scaramantici commenti del PalaEstra ci si vergogna a dire, se non a mezza bocca, che significa evitare squadre sulla carta probabilmente più "proibitive": Roseto, Brescia, la Fortitudo per motivi non solo tecnici, la stessa Trieste che ha chiuso andando a vincere a Roseto. Ma allo stesso modo è probabile che anche a Imola sarà stato un sospiro di sollievo a trovare la Mens Sana, invece di Ferentino o Agrigento. Ci sta. Chi avrà ragione?

venerdì 22 aprile 2016

Come finirà la regular season: tutte le casistiche

La Mens Sana ha il 25% di possibilità di chiudere la stagione regolare col fattore campo al primo turno playoff. Deve vincere con Biella e contemporaneamente sperare che Tortona batta Agropoli. A quel punto, se Scafati batte Ferentino, la Mens Sana è terza; se Ferentino batte Scafati, è quarta. Una vittoria con l'Angelico non basterebbe invece ad andare oltre il quinto posto se contemporaneamente Agropoli vincesse in casa di Tortona.

In caso di sconfitta con Biella, la Mens Sana è quinta se perde Agrigento, sesta se invece Agrigento vince sul campo di Omegna (per cui è ininfluente, ma che ha vinto le ultime due partite). Se n'era già parlato a inizio settimana, ma un bignamino "di servizio" con tutte le sedici casistiche possibili per questa parte di classifica può far comodo per capire in tempo reale dopo la partita con Biella come è finita la Mens Sana, e magari chi trova a Est. Ecco qua il prospetto (cliccare per ingrandire).

giovedì 21 aprile 2016

Cosa dice la capacità di rialzarsi dai periodi di flessione sulla possibilità di fare strada ai playoff

E' in questo momento la Mens Sana in grado di vincere tre partite in una settimana o poco più? Passano dalla risposta a questa domanda le possibilità di andare ai playoff non solo da turisti ma per provare ad allungare la propria stagione, ed è capitato di parlarne anche a proposito della possibilità di aumentare il numero di incassi per diminuire il disavanzo al momento di fare i conti a fine stagione.

Ma provare a salire da uno a due incassi sicuri grazie al fattore campo al primo turno è una cosa, aspirare ad arrivare a tre-quattro richiede quella capacità di continuare a essere competitivi su cui fino a qualche tempo fa non c'erano dubbi, ma che l'ultimo mese ha legittimamente rimesso in discussione. Calato il livello di forma psico-fisica fino forse alla peggior partita stagionale, a Ferentino, quali capacità di rialzarsi e in quali tempi ha dimostrato la Mens Sana lungo la storia della propria stagione?

mercoledì 20 aprile 2016

Urgenza virale

Tenere il mattone sull'acceleratore a oltranza ha la sua difficoltà. Ma la strada per il salvataggio della Mens Sana, lunga ancora qualche settimana, non ammette pause al senso di urgenza che ha segnato l'ultimo paio di mesi. E' il momento della ricognizione sui fronti aperti per Consorzio e Associazione, aziende e appassionati, associazioni di categoria e video virali, adesioni triennali e liquidità immediata.

lunedì 18 aprile 2016

Terzi, quarti, quinti o sesti? Scopriamo tutte le combinazioni possibili

Siamo quasi al dunque, con gli ultimi quaranta minuti da giocare. La griglia dei playoff è ancora ben lungi dall’essere definita. Come si sa da tempo, la posizione della Mens Sana può variare dal terzo al sesto posto; certo la sconfitta pesante di Ferentino non ha agevolato i sogni di gloria, ma non tutto è ancora compromesso. Un turno finale disegnato da qualche discendente di Hitchcock fa sì che i giochi siano sempre aperti. Basti pensare che Scafati potrebbe terminare dal primo al quarto posto, Tortona dal primo al terzo, Agropoli dal primo al quinto, Ferentino dal secondo al quarto, Siena dal terzo al sesto. Vediamo cosa deve accadere per qualificarsi nella miglior posizione possibile…

domenica 17 aprile 2016

Mai così male

In quella che poteva essere la partita in grado di regalare alla Mens Sana un piazzamento d'eccellenza nella griglia playoff è arrivata, numeri alla mano, la peggior sconfitta stagionale. Una gara giocata dai biancoverdi per un quarto e mezzo all'incirca senza mai riuscire ad andare in vantaggio neanche per un secondo, per poi osservare passivamente gli avversari mentre allungavano il proprio margine.

sabato 16 aprile 2016

80 minuti all'alba

A Ferentino la Mens Sana si gioca metà della partita per il piazzamento a fine regular season. Più di metà, due terzi, perché è anche uno scontro diretto. Si scende in campo alle 20, sapendo già quello che ha fatto Agrigento (con Trapani), mentre gioca in contemporanea Agropoli (con Latina). Tutte e quattro alla pari a 34 punti, dal terzo al sesto posto: agli ultimi 80 minuti di questa partita si arriva con tante carte in tavola e pochi punti di riferimento.

venerdì 15 aprile 2016

Le scelte della Polisportiva

La presentazione alla città alla Camera di Commercio è stata il trampolino di lancio per il Consorzio, atteso ora a portare all'ovile una ventina di aziende entro fine mese, come primo obiettivo. Ma sono le ore in cui si gioca anche un'altra partita: entro il 17 aprile, quindi domenica, vanno presentate le liste elettorali (presidente, vicepresidente, direttore amministrativo, direttore sportivo, segretario, più una trentina di nomi per il Consiglio) che il 27 aprile verranno messe ai voti dei soci della Polisportiva per il rinnovo delle cariche. E a un certo punto sembrava che anche la rinnovata sezione basket potesse esprimere una propria lista.

giovedì 14 aprile 2016

Rischio d'impresa

E' la settimana, sono le settimane, del cambio di pelle della Mens Sana. Che dopo una ventina d'anni entra nel mondo normale. Non era normale uno sponsor che permetteva budget da 20 milioni di euro. Non era normale che una onlus da meno di due milioni di fatturato fosse proprietaria della suddetta squadra da 20 milioni di budget, ma anche da 1.2 milioni come è stato quest'anno. O meglio, ben venga finché si può, ma non essendo normale è giusto tenere in considerazione che possa arrivare il momento in cui non si può, come è stato. Il mondo normale è una proprietà che sia in grado di mettersi le mani in tasca.

mercoledì 13 aprile 2016

Contro chi giocherà la Mens Sana ai playoff

Non si sa. Non si possono neanche provare a ipotizzare delle casistiche. Troppe le variabili per capire chi si troverà di fronte la Mens Sana ai playoff: come finirà a Est? come finirà a Ovest? La formula prevede che ogni squadra tra le prime otto di ciascun girone si incroci secondo l'ordine inverso di classifica (1-8, 2-7, 3-6, 4-5) contro una squadra dell'altro girone. Roseto? Imola? Trieste? Fortitudo?

martedì 12 aprile 2016

Istituzionali

L'Associazione Io tifo Mens Sana ha fatto sapere attraverso la propria pagina Facebook: "Oggi abbiamo avuto un incontro con il Sindaco, incontro da lui richiesto, in cui gli abbiamo illustrato il progetto con cui intendiamo salvare la Mens Sana Basket 1871. Il sindaco ha apprezzato quello sin qui fatto e ci ha dato ampia disponibilità a seguirci lungo il difficile cammino che abbiamo davanti".

lunedì 11 aprile 2016

Eccellenze del territorio, reti di imprenditori: il vero clic del Consorzio

Il Consorzio non nasce per la sola vendita di spazi pubblicitari in cambio di un impegno triennale, bensì per mettere insieme comunità di imprenditori che possano fare rete tra di loro, in una visione che guarda all'intera Toscana del Sud, compresi dunque Arezzo e Grosseto. Capirlo, per i possibili soggetti interessati all'ingresso, e metterlo all'opera, per chi tira le fila di questa esperienza, farà la differenza perché quella del Consorzio sia solo una bella idea o l'effettivo inizio di una mezza rivoluzione.

domenica 10 aprile 2016

La corsa continua

La Mens Sana non è finita, la sosta non ha prosciugato la squadra meraviglia che prima della sconfitta di Rieti aveva vinto dieci partite su dodici. E che, in rimonta dal -14 a inizio secondo tempo contro una squadra che ha i suoi problemi, ha saputo trovare il modo per tornare contro Casalpusterlengo alla vittoria - praticamente l'unica di giornata in cui, tra chi è ai playoff e chi deve evitare i playout, non ha vinto la squadra che insegue - che la rimette in gioco per il terzo posto o comunque per il fattore campo al primo turno playoff. Col miglior Mattia Udom mai visto in attacco.

sabato 9 aprile 2016

120 minuti all'alba

La Mens Sana spompata di Rieti è stata un episodio o l'inizio di una diversa e meno bella fase della stagione? Quanto è pericolosa Casalpusterlengo, in arrivo questa settimana, ora che deve guardarsi le spalle dalla zona playout, rispetto a quando sperava nei playoff? La sconfitta di Ferentino in volata sul campo di Omegna ha aperto con la sorpresa che spariglia le carte il weekend della terzultima giornata di campionato: 120 minuti ancora da giocare per gran parte delle squadre, molto ancora da decidere. Ci si arriva così.

venerdì 8 aprile 2016

Le prime uscite pubbliche del Consorzio

Quello che mancava non era il certificato di nascita ma la prova dei risultati in termini di aziende coinvolte. Il Consorzio ha intanto vissuto la prima "missione all'estero", a Varese per una tavola rotonda - condotta da Guido Bagatta... - che coinvolgeva molte delle altre esperienze di questo tipo del basket italiano: Varese appunto, Treviso, Pesaro - mancavano Trento e Pistoia.

Al di là della suggestione della rete di consorzi per mettere in comune i risultati dei rispettivi lavori, è stata l'occasione per intessere contatti di persona e per arricchirsi con le esperienze di chi lo sta facendo da anni. E l'occasione per lanciare anche all'esterno, ai responsabili degli altri consorzi, inviti già in partenza in queste ore in città per la prima uscita ufficiale, tra una settimana.

giovedì 7 aprile 2016

"Mens Sana, io ci sono"

Incassato, a quanto riferiscono fonti dell'Associazione, l'appoggio delle associazioni di categoria per promuovere presso i loro associati il company profile che presenta l'iniziativa del Consorzio, e la sua idea di società di comunità legato alle eccellenze del territorio (non strettissimamente senese), i rappresentanti del Consorzio della Mens Sana incontreranno oggi a Varese quelli di Varese appunto e di Trento nell'ambito di un evento, con l'obiettivo di farsi rendere la visita nel giro di un paio di settimane.

Il Consorzio svelerà il suo "arsenale" sabato ai soci dell'Associazione, a sua volta impegnata nel raggiungimento di quei 60-70-80mila euro (non è per essere vaghi, è che non c'è una quota prefissata, ma un obiettivo flessibile in base ad altri introiti, tipo il match sponsor già sicuro per la partita con Biella) per poter dire compiuta la propria missione. L'attività di cercare idee per ridare impulso alla racconta non è estranea a quella di lancio del Consorzio, come insegna il caso di Treviso.

mercoledì 6 aprile 2016

Il ritorno alla sconfitta

La sconfitta della Mens Sana a Rieti era stata per tanti un pronostico fin troppo facile: la sosta, le motivazioni proprie, quelle degli avversari... Nessuna giustificazione, ma alcune possibili motivazioni a una partita che per classifica e valori tecnici si doveva vincere. Per come si sono messe le cose, adesso si complica la corsa - altrimenti alla portata - per un posto tra le prime quattro, con tutto quello che riuscirci significherebbe fuori dal campo in termini di incassi garantiti e, con il fattore campo, possibilità di passaggio del turno.

martedì 5 aprile 2016

La definizione dell'offerta del Consorzio

Sabato alla riunione dei soci dell'Associazione Io Tifo Mens Sana sarà presentata la proposta con cui il Consorzio si presenterà alle aziende. Volutamente si è deciso di farla conoscere a chi, i tanti privati cittadini, ci ha creduto da subito con numeri importanti, prima di cominciare da lunedì ad andare materialmente a proporre ai futuri consorziati la sottoscrizione degli accordi.

lunedì 4 aprile 2016

Prove di Consorzio

Va bene che altrove c'è stato molto più tempo per lavorarci, al di là dei contesti imprenditoriali diversi, ma è normale che il Consorzio e lo stato dei lavori siano al centro delle aspettative, perché il suo successo è la chiave di volta, forse addirittura già la tessera mancante, perché l'impianto funzioni. Poi l'attesa alimenta le domande. Diciamo così: invece di uscire subito all'esterno raffazzonati, l'idea è stata di prendersi più tempo per provare a fare le cose meglio. Poi se ci si sarà riusciti, si vedrà alla prova dei fatti.

Ma non c'è tempo all'infinito: al Consorzio è chiaro che arriverà un momento, attorno a metà maggio, in cui tirare una riga, vedere a che punto si è arrivati e trarre le conclusioni su come andare avanti. Certo, in paragone, la rapidità di azione dell'Associazione nel raccogliere fondi al momento non sufficienti ma certo cospicui, è un motivo in più per cogliere la portata di quanto fatto dalla mobilitazione popolare in questo tentativo di salvataggio della Mens Sana. Intanto il Consorzio parte dalle associazioni di categoria.

domenica 3 aprile 2016

Una domenica alla finestra

Rimasta a guardare (quasi) tutte le altre giocare, in attesa di rimettersi in pari nel posticipo di mercoledì con Rieti motivato dall'assenza di Bucarelli, la domenica di campionato non ha offerto grandi notizie alla Mens Sana. Anzi. Praticamente hanno vinto tutte le avversarie dirette in chiave playoff: Tortona, Ferentino, Agrigento, Agropoli; tutte tranne Biella, che con una vittoria avrebbe messo una certa pressione. E si è incattivita la situazione per tutte le ultime quattro avversarie della regular season.

sabato 2 aprile 2016

Il futuro in casa: Lorenzo Bucarelli

Uno dei migliori Under 18 del panorama internazionale gioca alla Mens Sana. Non è tanto un ragionamento sul potenziale, quanto un esito della prontezza fisica e tecnica a oggi. Il contesto per dirlo: l'Albert Schweitzer Tournament, il Torneo di Mannheim, uno dei più attesi appuntamenti giovanili. In cui Lorenzo Bucarelli, mensanino nel presente e mensanino (in gran parte) di formazione è stato tra i migliori giocatori (forse il migliore) di una delle migliori squadre (per un pelo non la migliore, alla fine di bronzo) di quello che di fatto è il Mondiale Under 18 per nazionali.

venerdì 1 aprile 2016

Aldo Ricci

E' il giorno in cui il basket senese si ferma per rendere omaggio a una figura storica del movimento cittadino, Aldo Ricci, morto all'età di 89 anni,  per un trentennio tra metà anni Settanta e metà anni Duemila presidente del Costone, capace sotto la sua presidenza anche di stagioni di alto livello con slanci in Serie B.

gli argomenti

altre senesi (35) Anichini (38) Asciano (4) associazione (51) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (15) Catalani (3) città (8) Coldebella (2) Colle (3) Comune (10) consorzio (65) Costone (2) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (37) giovanili (28) Griccioli (12) inchiesta (64) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (34) Macchi (7) Mandriani (10) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (93) mercato (79) Minucci (26) Moretti (3) Nba (2) pagelle (1) personaggi (8) Pianigiani (4) Poggibonsi (3) Polisportiva (40) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (37) Serie A (3) Sguerri (10) società (42) sponsor (25) statistiche (101) sul campo (447) Tafani (11) tecnica (1) tifosi (79) titoli (21) trasferte (22) Virtus (9) Viviani (3)