giovedì 12 gennaio 2023

Mai dire Gold: La mossa del Costone e il mercato delle altre, cenerentole rinate e Legnaia vola

Mancano gli ultimi quaranta minuti per definire le gerarchie al termine del girone di andata. Il campionato è ancora lunghissimo, alcuni roster sono stati rimodellati e i valori espressi finora non necessariamente saranno quelli definitivi.
 
LE MOSSE – C’è chi ha fatto innesti importanti, come la Virtus con Paunovic e Dal Maso (subito match winnercontro Cecina), c’è chi invece ancora è rimasto come aveva iniziato. Alcune operazioni significative delle ultime settimane: Castelfiorentino ha preso l’esperto Gianni Cantagalli (guardia, classe 1988) dopo gli infortuni di Geromin e Corbinelli, Legnaia già da un mesetto ha inserito l’ucraino Vladyslav Radchenko, ala del 2001, Spezia ha arricchito la colonia lituana ingaggiando il play Domantas Seskus, il Costone ha annunciato l’ingaggio di Mateja Maksimovic. Cecina e Prato, per rimanere alle big, ancora non hanno operato cambiamenti nel roster.
 
Oltre ai correttivi, ci sono da registrare risultati interessanti.
 
LE SORPRESE – Le hanno firmate Synergy e Don Bosco, battendo rispettivamente Quarrata e Altopascio. Dopo quasi metà torneo passata a guardare le altre prendersi sempre la parte migliore del referto, le due ‘cenerentole’ hanno iniziato a muoversi. Soprattutto i valdarnesi, che dopo lo scalpo di Prato nel recupero dell’ottava giornata, hanno agganciato Lucca in classifica prevalendo al supplementare presi per mano dai 40 punti di Giovanni Volpe. Bene anche i labronici, che hanno aperto nel migliore dei modi il 2023 trascinati dai 43 di Matteo Paoli. Se continuano entrambe così potrebbero anche reinserirsi nella caccia all’undicesimo posto, l’ultimo utile per accedere alla post season, o comunque non costituire più quel porto sicuro dove guadagnare due punti.
 
LA SQUADRA – La squadra del momento però è Legnaia, giunta a cinque vittorie consecutive in campionato. Una serie che è partita a inizio dicembre in casa della Virtus, proseguita poi con Altopascio, Lucca, Synergy e infine con il +28 su Agliana, in una partita che sulla carta appariva molto più equilibrata. L’ultimo successo è arrivato a pochi giorni dal ko in finale di Coppa di categoria contro Cecina ai supplementari, un risultato che comunque certifica la caratura da quartieri medio-alti della compagine fiorentina. Se più medi o più alti lo scopriremo presto.
 
IL PROSSIMO TURNO – Sì, perché le ambizioni di Legnaia passano subito al vaglio di una delle big, Prato. Sabato alle 21,15 al PalaFilarete è in programma il match clou della giornata che scandisce il giro di boa del campionato. Le senesi: ghiotti bocconi per Virtus (a Pontassieve) e Costone (in casa con Synergy), ostacolo durissimo per la Mens Sana (la capolista Castelfiorentino).

Stefano Salvadori


***
  
Leggi anche:







  




 

 

 
 






 























 
 









 
 


 
 
 
  
  

    

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (71) Anichini (69) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (56) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (18) Coldebella (2) Colle (38) Comune (25) consorzio (71) Costone (134) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (16) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (3) Fortitudo (1) Frullanti (199) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (149) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (11) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (8) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (62) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (141) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (85) sponsor (28) statistiche (107) storia (60) sul campo (724) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (178) Viviani (3)