venerdì 27 aprile 2018

#cheaccademy Il tempo delle mele: l’Under 14. Lurini per i più grandi

A 14 anni si prende il patentino per guidare lo scooter. Si fanno le prime vasche in città al sabato pomeriggio, si iniziano a sentire pulsazioni, sensazioni e attrazioni anche per il gentilsesso. 14 anni: un’età di profonda trasformazione e, se vogliamo, di metamorfosi. È il tempo delle mele come raccontava alla perfezione la pellicola francese con Sophie Marceau. Un’età in cui ogni ragazzo vive un cambiamento radicale. Può arrivare primo o dopo, ma arriva. Ed anche questo incide. Anche a livello sportivo. Non fa eccezione l’Under 14 della Mens Sana Baskeball Academy. Anche perché, a 14 anni, affronti il primo campionato “da grandi”…

mercoledì 25 aprile 2018

Panico da zero a dieci: I premi alla stagione, i tifosi, i giovini e il futuro

"Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Stagioni annunciate come trionfali in fiamme al largo dei bastioni di Biella... e ho visto i raggi Ebanks balenare nel buio vicino alle porte di Cagliari. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come i tiri di Casella. È tempo di finire la stagione". 
 
10 Salvezza In un'annata partita che sembrava dovessimo arrivare in Eurolega in quindici minuti siamo qui a festeggiare la salvezza che neanche si fosse vinto l'anello Nba. Ma è stata una stagione in cui niente ha funzionato come doveva funzionare (a parte pochissime cose forse), e in più di un momento questa stessa salvezza non sembrava poi così alla portata di mano. Quindi teniamocela stretta e vediamo di costruire un'altra salvezza anche fuori dal campo.
 

lunedì 23 aprile 2018

Scendono le luci

Ultimo giorno di scuola, ci si rivede l'anno prossimo (quadri di fine anno permettendo - quelli finanziari - ma questo è un altro discorso, per altre giornate). Serve un minimo di consapevolezza della situazione per realizzare che il finale con Tortona è stato forse la soluzione migliore: chiudere con un successo, perché finire così è sempre meglio, ma comunque chiuderla qui, perché le scorse settimane dimostrano che la squadra in molti elementi chiave ci credeva, ma di questa travagliata, intensa, romanzesca e romanzata, durissima stagione ne avevano tutti abbastanza.

domenica 22 aprile 2018

Non c’è ciliegia sulla Tortona. Mens Sana fuori dai playoff

La stagione della Mens Sana si conclude con una vittoria, 98-87 su Tortona, purtroppo inutile ai fini della qualificazione per i playoff. Per il secondo anno consecutivo Siena resta fuori dalla post-season, un risultato amaro e che forse non ha precedenti nella storia di Viale Sclavo (rimandiamo gli approfondimenti del caso alla rubrica statistica), ma che sta lì a dimostrare e testimoniare tutte le difficoltà incontrate durante questa annata e che deve essere al tempo stesso motivo di riflessione per tutti i progetti di ripartenza. Qualsiasi essi siano. 
           

sabato 21 aprile 2018

#cheaccademy Under 16 Eccellenza Campioni di Toscana. E riflettori su Vittorio Bartoli

E’ stata una settimana perfetta per l’Under 16 della Mens Sana Basketball Academy. La squadra di coach Michele Catalani si è infatti laureata campione regionale di categoria dopo le vittorie nel doppio confronto con Pontedera, seconda forza del campionato. 89-50 in casa, 77-50 fuori. Questi i risultati dei due incontri che hanno incoronato la Mens Sana campione di Toscana. A prescindere dall'esito dell’ultimo sforzo della prima fase a Cecina, poi vinto 68-104, questo non sarà ultimo che un preparativo per l’interzona dove i senesi se la vedranno con alcune tra le migliori squadre d'Italia.
  

venerdì 20 aprile 2018

St.Sal.Stats: Dal settimo al dodicesimo posto, tutte le combinazioni dell'ultima giornata

Treviglio ha vinto con Reggio Calabria nel recupero. Questo risultato ci permette di calcolare definitivamente le 64 combinazioni che riguardano le ultime posizioni della griglia playoff. Sul sito della Lega trovate tutte le ipotesi in caso di arrivo in parità.
Ai nostri lettori offriamo di più (in chiave Siena), cioè questo bel quadretto riassuntivo.

lunedì 16 aprile 2018

St.Sal.Stats: Una possibilità su cinque per non andare in vacanza il 23 aprile

28/128. No, non è la percentuale in stagione di Casella da tre punti (quella è 27/94, per dare a Cesare quel che è di Cesare). Non è neanche la percentuale dalla lunetta a Roma (dannazione, quel 15/26…). Sono le combinazioni che promuovono la Mens Sana ai playoff. Letta così, non sembrano neanche poche. In realtà ci sono un paio di condizioni fondamentali: vincere (of course) contro Tortona e Eurobasket che batte Agrigento. Se i siciliani vincono al PalaTiziano non perdiamo tempo a fare ulteriori conti: a sfidare Trieste o Bologna, le prime due dell’altro girone, ci andrà qualcun altro, non la Mens Sana.

domenica 15 aprile 2018

C’era una volta Virtus Roma-Mens Sana…

Bastava il nome del palazzo, il “PalaTiziano”, per evocare sfide epiche e di grande trasporto e pathos. Non è solo nostalgia, non c’è solo da ricordare l’ultimo scudetto (con il trofeo sollevato proprio su quel parquet) ma anche altri incontri non sempre conclusi con un lieto fine per i colori biancoverdi. Virtus Roma-Mens Sana non è mai stata una partita come le altre. Per emotività e per contenuti tecnici. Mai una partita banale, fino ad oggi però. Roma-Mens Sana è stato un incontro brutto, molto brutto. La più classica delle partite di fine stagione, in A2, tra due squadre che hanno viaggiato a corrente alternata per tutto l’anno e che non vedono l’ora che la stagione vada agli archivi. E se la Virtus ha l’attenuante di doversi risparmiare per poter cercare di preservare un po’ di energie in vista dei play-out, da una Mens Sana già salva e alla ricerca di un piazzamento playoff in extremis era lecito attendersi qualcosa in più.  

sabato 14 aprile 2018

Panico da zero a dieci: la salvezza, gli sciabolatori, Cesare e le fideiussioni

"Quando le pagelle arrivano talmente in ritardo da diventare quasi un'anteprima della partita dopo"

10 Salvezza Infine arrivata. Non sul campo, ma per vicende di cui parleremo sotto. Dopo tanta paura, tanti alti e bassi, altalene di emozioni come forse poche stagioni hanno mai presentato. Ma era l'obiettivo cruciale di una stagione partita con ambizioni fortissime e in breve naufragata verso ben altri lidi. Ora che possiamo vivere queste ultime partite con tranquillità sarà interessante vedere come giocherà la squadra senza la pressione incredibile con cui ha convissuto per mesi.

venerdì 13 aprile 2018

#cheaccademy Alla scoperta di Riismaa. E la primavera Under 15: è l’ora di sbocciare

Spartiacque della stagione giovanile biancoverde. Nel senso che ci troviamo a metà tra le prime e le seconde fasi, rispettivamente regionali e interregionali. Insomma, per l’Academy primavera fa rima con rimboccarsi le maniche e prepararsi per il rush finale dell’annata. È il caso dell’Under 15 di coach Marco Armellini che, dopo un’annata vissuta tra alti e bassi, si appresta ad affrontare la Coppa Primavera. Sarà ancora una fase regionale, l’interzona extra-Toscana è stato conquistato dalle prime 3 in classifica: Livorno, Empoli e Pistoia. Troppo forti per tutta la concorrenza: la quarta è arrivata a -12 in classifica, la Mens Sana si è invece attestata a metà classifica.

mercoledì 11 aprile 2018

St.Sal.Stats: Scenari playoff, nel mirino quota 30. E Agrigento

Questi playoff li possiamo fare o no? E quante vittorie servono? A due giornate dal termine il destino non è completamente in mano alla squadra biancoverde. Certo, arrivare a quota trenta aumenterà le probabilità (monsieur de La Palice impallidirebbe), ma ad oggi non c’è la certezza matematica che possa bastare. Viceversa ci potrebbe essere una possibilità di playoff anche a quota 28, ma in quel caso servono davvero quel centinaio di incastri ancora impossibile da descrivere sinteticamente oggi. Il tutto ovviamente considerato che si è liberato un posto dopo il -34 inflitto a Reggio Calabria. Buttiamo giù qualche considerazione.
 

domenica 8 aprile 2018

Odor di salvezza

E’ una vittoria che profuma di salvezza quella riportata dalla Mens Sana su Legnano. 90-85 il risultato finale di quello che secondo molti è stato il miglior incontro della stagione dei biancoverdi che, con 2 partite ancora da giocare, possono essere leggermente più tranquilli. Ma non troppo, ovviamente. La matematica ancora non c’è anche se, nella sostanza, il raggiungimento dell’obiettivo minimo della permanenza in categoria, sebbene non dichiarato dalla società, sembra avvicinarsi. E tutto questo al netto delle decisioni sull’affaire-Reggio Calabria attese per la giornata di lunedì. Detto questo, ognuno è libero di fare i debiti scongiuri, gesti apotropaici compresi.
   

venerdì 6 aprile 2018

#cheaccademy Tornei dentro l'uovo. Com'è andata

Puntata speciale della rubrica settimanale dedicata alle giovanili biancoverdi. In attesa di una settimana (la prossima), densissima di impegni, il lungo ponte pasquale ha lasciato spazio a diversi tornei. Diciamolo subito, il bilancio poteva essere migliore, specie per la spedizione dell'Under 14, impegnata nell'Eybl a Riga (Lettonia): i ragazzi di Catalani se ne sono tornati a casa con un bottino non propriamente lusinghiero, una vittoria e 4 sconfitte. Ciò nonostante, nonostante gli avversari fossero oggettivamente più forti, qualche piccolo progresso si è visto. Sta andando decisamente meglio a Cosimo Costi, convocato da coach Capobianco nella spedizione azzurra al Torneo di Mannheim: seppur giocando a sprazzi, il classe 2000 biancoverde potrà mettere nel suo palmares le belle vittorie con i pari-età di Egitto, Stati Uniti, Russia e Francia.

mercoledì 4 aprile 2018

L'uscita di scena di Bertoletti

L'addio di Francesco Bertoletti è uno dei passaggi di maggiore impatto (intanto emotivo) sulla stagione della Mens Sana. Alimentata dalla vaghezza voluta nella comunicazione ufficiale, è partita subito la rumba per capire le ragioni delle sue dimissioni da amministratore delegato e consigliere di amministrazione, e a seconda delle spiegazioni degli interessati o dei rumors di piazza si va dai motivi di salute a quelli familiari, da voci di offerte di lavoro altrove (ma non risulta imminenti) a quelle di diversità di vedute. Naturale che vada così. Non resta che prendere atto del calmiere della versione tranquillizzante della società: tutto a posto.
 
Come c'è da prendere atto d'altra parte dell'impatto, in chi non ne conosce le ragioni, che uno sviluppo del genere non può non avere: per come era percepito Bertoletti, per il fatto che presidente e a.d. di inizio stagione non ci sono più, per il momento di sofferenza economica nota e quotidiana in cui la decisione arriva (da affrontare ora con un Bertoletti in meno nel motore), perché a fine esercizio o a fine stagione sportiva sarebbe sembrato un decorso più naturale, mentre così è normale che la gente possa farsi delle idee, per carità magari anche sbagliate. Risposte qui non ci sono, certezze su come andrà adesso men che meno, ma fermarsi di fronte a un cambio del genere per tentare un paio d'osservazioni è d'obbligo.

martedì 3 aprile 2018

Meglio TARdi che mai?

L'ordinamento sportivo finisce qui. Il respingimento di ogni ricorso presentato al Collegio di Garanzia del Coni, a conclusione del secondo processo sportivo alla Mens Sana, lascia aperta una sola alternativa alla rinuncia alla difesa legale dei titoli revocati: il ricorso al Tar del Lazio. Un passo che non è stato deciso ufficialmente, non risulta. Ma che è stato già messo in conto. Prima ci saranno da leggere le motivazioni, che in occasione del precedente giro al Coni arrivarono dopo due mesi dalla decisione, e stavolta la questione non pare più semplice. Dire "aspettiamo le motivazioni" non è un manierismo per prendere tempo. E' l'attesa sostanziale per capire quanto senso abbia andare avanti.
 

lunedì 2 aprile 2018

La fine del processo sportivo

Dopo 654 giorni dal deferimento, due processi nelle aule della giustizia sportiva e di fatto sei gradi di giudizio, il 3 aprile è il giorno in cui di fronte al Collegio di Garanzia del Coni è prevista la parola fine sull'inchiesta sportiva che, oltre alle posizioni dei singoli dirigenti, ha messo in discussione cinque titoli (Scudetto 2012 e 2013, Coppa Italia 2012 e 2013, Supercoppa 2013) vinti sul campo dalla Mens Sana Basket poi fallita nel luglio 2014.

Che anche per il Coni si tratti di un procedimento non ordinario si capisce dal fatto che l'udienza è stata istruita con termini dimezzati rispetto alla prassi, segnalando quindi un'urgenza nel procedere. E soprattutto dal fatto che, a differenza di quanto avvenuto nel primo processo quando pure era stato richiesto, l'udienza si terrà a Sezioni Unite, come avviene per i giudizi di particolare rilievo: una sorta di All Star Game dei presidenti (o vicari) delle sezioni di cui si compone il Collegio di Garanzia. L'udienza non è affatto una formalità, ma è naturale aspettarsi che i giudici ci arrivino già con un'opinione molto formata sulla base delle carte messe in tavola nei precedenti gradi e delle memorie ricevute dalle parti. Si scende in campo così.

gli argomenti

altre senesi (24) Anichini (28) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (15) Catalani (3) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (47) Fortitudo (1) Frullanti (24) giovanili (27) Griccioli (12) inchiesta (64) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (33) Macchi (4) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (92) mercato (77) Minucci (26) Moretti (2) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (39) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (26) Serie A (3) società (36) sponsor (25) statistiche (91) sul campo (392) Tafani (11) tifosi (79) titoli (21) trasferte (22) Viviani (3)