lunedì 27 marzo 2023

Basket City: Mens Sana setpoint playoff. Virtus, col Costone derby contrappasso (e antipasto?)

La Mens Sana è dove voleva essere, se non oltre. Costone e Virtus si avviano verso l’ultimo derby della regular season con passo lento e incerto. Soprattutto in casa Virtus dove la panchina di coach Franceschini è sempre più traballante alla luce degli ultimi risultati negativi. In ogni modo, si tratta di una stracittadina che, se il campionato terminasse oggi, sarebbe anche il primo turno di playoff per rossoblù e gialloverdi. Si apre così una settimana chiave per il destino delle senesi nel campionato di Serie C Gold: dire che il momento è delicato è poco.


QUI MENS SANA

La vittoria di San Giovanni Valdarno, soffertissima e giunta dopo un tempo supplementare, è l’ulteriore certificazione della capacità di lottare, soffrire e non mollare mai della squadra di coach Pierfrancesco Binella. Un successo importante per il morale e per la classifica, soprattutto in vista dello spareggio playoff che si gioca giovedì al palasport di Ponte Buggianese (Pistoia), sede dei match casalinghi di Altopascio.

Usando un gergo tennistico, la Mens Sana arriva a questo incontro con in mano un set point per la corsa ai playoff. Con quattro giornate poi da giocare, parlare di match point sarebbe troppo, stante l’imprevedibilità del campionato. In ogni modo, il +2 in classifica e il +25 dell’andata sono una dote importante con cui affrontare uno scontro diretto che si annuncia tanto atteso e quanto teso. Se non altro per il peso specifico e l’elevata posta in palio.

In tal senso però, il successo sulla Synergy può rappresentare una spinta importante per cercare di buttare nuovamente il cuore oltre l’ostacolo. Come la Mens Sana ha dato ampiamente dimostrazione di saper fare in stagione, al di là dell’avversario che si trova di fronte e di chi scende in campo (a San Giovanni, per esempio, mancavano sempre Buca e Lazzeri, mentre Iozzi e Menconi hanno giocato con evidenti sintomi influenzali).


QUI VIRTUS

La Virtus ha smarrito la via della vittoria. Contro Quarrata è arrivato il quarto ko consecutivo che getta il team rossoblù in una crisi profonda e preoccupante. Specie con l’avvicinarsi dei playoff, a questo punto inevitabili, considerando il fatto che la Virtus non è riuscita ad approfittare del ko di Castelfiorentino ad Agliana.

Dunque, la sconfitta contro la compagine pistoiese ha – di fatto – fatto perdere il treno per la promozione diretta: con 4 giornate da giocare e 4 punti da recuperare alle quarte, Legnaia e Castelfiorentino, con cui la Virtus è in svantaggio nella differenza canestri, è utopistico pensare di poter tornare in corsa per un posto tra le prime 4.

Trema la panchina di coach Filippo Franceschini: gli ultimi risultati negativi hanno affossato il cammino stagionale virtussino e, stante il prolungato trend negativo, le riflessioni interne alla società (di cui vi parlavamo una settimana fa) potrebbero portare a qualsiasi decisione. Anche alle più drastiche: tante le ipotesi al vaglio, nulla è al momento da escludere. 

Una situazione di incertezza che determina un assoluto contrappasso rispetto al girone di andata quando, alla vigilia del derby, il Costone esonerò Fattorini ma senza mandare in panchina un sostituto nell'immediato (Ricci fu avvistato proprio al PalaPerucatti a parlare con la dirigenza costoniana). Fu così che nel derby d'andata sulla panchina gialloverde sedé Terrosi (al tempo infortunato) nella doppia veste di capitano-allenatore. Sono passati quattro mesi e l'orizzonte si è totalmente ribaltato (nelle ultime 4 settimane ancora di più).

Attenzione poi ad Arezzo che ha raggiunto la Virtus in classifica e con cui la stessa Virtus è in parità per differenza canestri nel doppio confronto: gli ultimi incontri di stagione regolare servono quindi a difendere la sesta posizione, l’ultima che garantisce il vantaggio del fattore in campo in entrambi i turni playoff. Elemento imprescindibile per guardare avanti e unico vero motivo per cercare di rianimarsi e risollevare un morale mai stato così basso. A prescindere da qualsiasi decisione possa prendere la società di via Vivaldi nelle prossime ore. 


QUI COSTONE

Anche il Costone non è apparso brillante prima di questo derby. Se non altro perché reduce da una sconfitta a Cecina che poteva essere ampiamente preventivabile, considerando le assenze di Luigi Bruttini e Pisoni oltre che del forfait di Ondo Mengue. In ogni modo il Costone se l’è giocata fino alla fine, restando attaccato alla partita con grande orgoglio e tenuta mentale. C’è da dire che anche Cecina è sembrata più intenta ad amministrare che a forzare i ritmi, cercando di ottenere il massimo risultato col minimo sforzo. Come del resto è riuscita a fare.

E adesso c’è il derby con la Virtus. Stando così le cose si può dire che è il Costone ad arrivarci meglio (al netto degli infortuni, che comunque ci sono anche sul fronte virtussino). Per di più gioca in casa e avrà motivazioni importanti, adesso che è stato anche raggiunto dalla Mens Sana in classifica. E poi, come dicevamo in apertura, si tratta a tutti gli effetti di un anticipo di playoff: a oggi, Virtus sesta e Costone undicesimo sarebbero avversari anche nel primo turno dei playoff (le altre contendenti in quel tabellone sarebbero Arezzo e Lucca, ndr). Una sorta di “prova generale” che arriva in un momento catartico (come mai) della stagione.

Andrea Frullanti


***
  
Leggi anche:

  


 
 



  




   
























  




 

 

 
 






 























 
 









 
 


 
  
  

 


Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (75) Anichini (69) Asciano (34) associazione (63) avversari (138) Awards (1) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (79) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (19) Coldebella (2) Colle (38) Comune (26) consorzio (71) Costone (260) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (24) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (4) Fortitudo (1) Frati (1) Frullanti (292) giovanili (41) Grandi (46) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (151) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (16) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (9) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (63) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (183) Serie A (3) Serie D (26) Sguerri (22) silver (1) società (88) sponsor (30) statistiche (107) storia (69) sul campo (858) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (297) Viviani (3)