giovedì 8 dicembre 2022

Mai dire Gold: La preview del Derby - Per chi vale di più, chi ci arriva meglio, i precedenti

È la settimana del terzo derby senese e come i due precedenti richiama tutta l’attenzione su di sé. La Virtus va a caccia del bis e del netto predominio territoriale, il Costone vuole il primo sigillo sulle Lastre. Nelle due stracittadine già giocate ha vinto chi ospitava: la Mens Sana contro Bruttini e compagni, la Virtus contro gli uomini di Binella. Ma non solo per il fattore campo a disposizione l’ago della bilancia sembra prendere dalla parte di Bartoletti e soci.
 
PER CHI VALE – Quando si è nelle condizioni dei gialloverdi, con un bilancio di 3 vittorie e 8 sconfitte, sette delle quali nelle ultime otto partite, ogni gara è buona per rimettersi in sesto e restituire alla classifica una dimensione più consona alle aspettative. Tanto più lo sarebbe un derby, che aggiunge quel carico di emotività particolare che solo le sfide stracittadine sanno dare. Ma quest’ultimo concetto vale anche per la Virtus, che un derby, quello con la Mens Sana, lo ha già vinto in rimonta e che intravede la possibilità di guadagnare ulteriori posizioni di classifica.
 
CHI ARRIVA MEGLIO – Beh, è un no contest clamoroso. La Virtus arriva dal bellissimo successo di Quarrata, dove ha stroncato autorevolmente la resistenza di una squadra che sette giorni prima aveva piegato Cecina a domicilio. Un successo che ridà slancio alla truppa di Franceschini per una rimonta alle posizioni nobili di classifica, non scalfito dal ko infrasettimanale, in campo esterno, ad Arezzo, in Coppa Toscana.
Il Costone arriva dal -40 con Cecina, a sua volta preceduto dal tonfo di Livorno (unica vittoria fin qui del derelitto Don Bosco). Il successo su Valdisieve di tre settimane fa ha lenito in minima parte il -18 con Quarrata, il -47 di Legnaia, il ko interno con Spezia e il tonfo nel derby del Palaestra, anticipato di una settimana dal -25 con Castelfiorentino. Risultati che sono costati il posto in panchina a Fattorini, con l’enigma ancora da risolvere di chi prenderà il suo posto.
 
LE ALTRE – Castelfiorentino mantiene la vetta piegando la resistenza di Agliana, colpaccio di Prato ad Arezzo, Valdisieve si aggiudica la sfida tra cenerentole in quel di Livorno. Bene Legnaia con Altopascio, Spezia tritura Lucca.
 
PROSSIMO TURNO – Spicca il match tra Prato e Castelfiorentino, ovvero terza contro prima. Se vincono gli ospiti, si crea un minisolco tra le prime (Castello e Cecina, attesa dal comodo impegno con Don Bosco) e il resto della ciurma. Viceversa si accorcia di nuovo la classifica per un campionato che a dispetto della formula senza vinti e vincitori si sta rivelando molto interessante. La Mens Sana viaggia alla volta di Agliana.

Stefano Salvadori 


***

  






Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (71) Anichini (69) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (56) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (18) Coldebella (2) Colle (38) Comune (25) consorzio (71) Costone (134) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (16) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (3) Fortitudo (1) Frullanti (199) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (149) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (11) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (8) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (62) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (141) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (85) sponsor (28) statistiche (107) storia (60) sul campo (724) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (178) Viviani (3)