venerdì 10 marzo 2023

FOCUS La preview tattica del Derby: le chiavi tecniche, cosa è cambiato, il piano gara

All’andata fu una partita vera, con una grande Mens Sana in avvio, e una rimonta veemente della Virtus nel secondo tempo, trascinata dai giovani e dal pubblico. Suo campo della Mens Sana vedremo una gara diversa, ma altrettanto importante. Vediamo quali potrebbero essere le chiavi tecniche e tattiche del derby.
 
Cosa è cambiato rispetto all’andata. 
 
Nel derby di Novembre fu decisivo il cambio di passo nel secondo tempo, con gli attacchi in contropiede e la verve dei giovani, che conquistarono anche valanghe di rimbalzi d’attacco. Rispetto ad allora la formazione di Franceschini è cambiata, più profonda e versatile, come abbiamo ripetuto spesso. E inoltre diverso è il momento: la Virtus è senz’altro la squadra più in forma del campionato. La Mens Sana tra alti e bassi, ultimamente ha sofferto qualche defezione per infortuni. Tuttavia il ricordo di aver sfiorato la vittoria, e di aver battuto, in casa, qualche “squadrone” darà a Tognazzi e compagni la sfacciataggine giusta per provarci contro una squadra che sulla carta appare più forte. 
 
*
 
Chiave Virtus: la difesa e gestione degli spazi. 

È anche un fatto numerico: la Virtus ha tantissimi esterni da mettere in campo, per questo se riesce a difendere in maniera aggressiva poi trova spazi enormi in campo aperto. Per ora gli è riuscito più in casa che in trasferta. Probabile che qualche attenzione particolare vada nella difesa su Tognazzi (22 di media nelle ultime tre gare). Nella metà campo offensiva poi dovrà gestire bene gli spazi, (fu uno di problemi nel primo tempo dell’andata), anche leggendo la difesa che Binella proporrà. 
  
Chiave Mens Sana: sfruttare Buca e il tiro da fuori 
 
Il giovane centro mensanino può essere decisivo, lo si è visto più volte. Sta a lui e alla squadra sfruttare i centimetri offensivamente e non solo. La chiave per lui sarà riuscire ad essere efficace contro i “mezzi-lunghi” della Virtus. 
La storia ci dice che quando la Mens Sana ha avuto buone percentuali al tiro da tre punti se l’è giocata e ha anche vinto con le migliori di questo girone. Anche perché aprendo il campo, aumentano le possibilità per le percussioni di Tognazzi, al momento il migliore in attacco tra i biancoverdi. 
 
*
 
Chiave tattica. 
Un derby a marzo per forza di cose ha una grossa componente di “strategia”: ognuno conosce bene ormai pregi e difetti dell’altro. Mi aspetto una Mens Sana che alterna le difese ed usa la zona, più di quello che ha fatto all’andata. 
Infine il fattore campo, che come sempre nei derby incide, può essere il fattore che riequilibra l’ago della bilancia del pronostico, che altrimenti andrebbe chiaramente verso la Virtus. 
 
Andrea Monciatti



***
  
Leggi anche:



   
























  




 

 

 
 






 























 
 









 
 


 
 
 
  
  

  

 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (75) Anichini (69) Asciano (34) associazione (63) avversari (138) Awards (1) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (79) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (19) Coldebella (2) Colle (38) Comune (26) consorzio (71) Costone (257) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (24) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (4) Fortitudo (1) Frati (1) Frullanti (290) giovanili (41) Grandi (46) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (151) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (16) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (9) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (63) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (182) Serie A (3) Serie D (25) Sguerri (22) silver (1) società (88) sponsor (30) statistiche (107) storia (69) sul campo (855) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (297) Viviani (3)