lunedì 30 gennaio 2023

Basket City: La Virtus cala il Settebello. Poker mancato Costone, Asso pigliatutto Mens Sana

Se la Serie C Gold fosse una partita a carte, quella della seconda giornata di ritorno sarebbe una mano praticamente perfetta. A mancare è stato il successo del Costone, battuto a Prato: si ferma quindi a 3 la serie di vittorie consecutive, senza che la squadra di Ricci riesca a calare il poker sul tappeto verde del campionato. Entusiasmano invece per i successi di Virtus e Mens Sana. Per più motivi.
 

QUI MENS SANA

È la notizia di giornata. La Mens Sana che batte autorevolmente Spezia rappresenta il risultato di cartello di questo turno di campionato. Un’affermazione che permette alla squadra guidata da coach Pierfrancesco Binella di interrompere la striscia di 5 sconfitte consecutive, rilanciando più di un entusiasmo nell’ambiente biancoverde. Crisi finita? Presto per dirlo, occorre adesso dare seguito e continuità al risultato. Certo è che si tratta di un successo importante che certifica e dà forza, ulteriore, al lavoro svolto da tutto il collettivo mensanino. 

Del resto la squadra aveva sempre dimostrato di esserci, anche se i risultati non stavano venendo fuori. Contro Spezia si sono visti degli aggiustamenti tattici che sono figli della costante applicazione messa da tutta la Mens Sana nelle preparazione delle partite: dote mai messa in dubbio, anche quando sono arrivate le 5 sconfitte di fila, tutte più o meno sempre allo stesso modo. Aver retto e tenuto a bada una grande come Spezia è il più bel messaggio che la Mens Sana può dare al campionato. Ma che, soprattutto, può dare a sé stessa per tornare ad affrontare con fiducia e serenità il girone di ritorno. 

Nota a margine: bello anche l’omaggio che Jouzas Balciunas, asso spezzino autore di ben 23 punti al PalaEstra (sicuramente il migliore tra i suoi), ha voluto tributare al PalaEstra. Il video postato dalla guardia lituana sul suo canale Youtube fonde immagini della Mens Sana che fu e della sua partita in viale Sclavo. Messaggio nemmeno tanto implicito in ottica futura: perché non sfruttare questo suo “amore” per la storia mensanina e portarlo a Siena il prossimo anno? Sarebbe un discretissimo asso nella manica…


QUI VIRTUS

Sempre più autorevole e autoritario il cammino della Virtus. A Lucca, la squadra di coach Filippo Franceschini centra la sua settima vittoria consecutiva. Inutile ripeterlo, le ambizioni virtussine sono sotto gli occhi di tutti: inutile e impossibile nasconderle. La classifica poi regala un quarto posto in solitaria a sole due lunghezze di distanza da Prato (che dovrà recarsi al PalaPerucatti il prossimo 18 febbraio, all’andata finì con un +12 per i lanieri, ndr): insomma Bartoletti e soci sono in piena bagarre per la promozione diretta e l’atteggiamento complessivo dei rossoblù certifica questa crescita. Soprattutto a livello di mentalità.

A Lucca infatti è arrivata una vittoria da grande squadra. Fatta “sfogare” Lucca nel primo periodo, la Virtus ha trovato gli accorgimenti tattici giusti a partire dal secondo quarto in cui il team rossoblù ha messo a segno 30 punti. Da segnalare, come è diventata ormai consuetudine in via Vivaldi, l’ottima distribuzione di punti e responsabilità: 13 le realizzazioni di Bartoletti e Imbrò, 11 quelle di Dal Maso, 9 per Bianchi, 8 per Banchero, 7 per Paunovic. Al di là dei numeri, tutti canestri che hanno avuto un peso specifico ai fini del risultato. 

Ed è forse questa la vera aggiunta in casa Virtus dopo gli innesti di mercato: Paunovic e Dal Maso hanno aiutato a ridistribuire e ordinare gerarchie ed equilibri di squadra. Un contributo notevole che serviva a questa Virtus. E che va ben oltre l’input tecnico, anch’esso assolutamente importante.


QUI COSTONE

Unica senese che resta a secco di punti è il Costone, battuto a Prato al termine di un match in cui la squadra di Ricci è rimasta in partita solo fino a metà gara. Nel terzo quarto è arrivata la spallata pratese, grazie ad un parziale complessivo di 27-19 che ha fermato in maniera definitiva le velleità gialloverdi. 

Sintetizzando e andando al nocciolo della questione, si può dire che, analizzando il match, il Costone è mancato soprattutto in difesa. La squadra della Piaggia ha retto finché l’attacco ha tenuto i ritmi realizzativi di Prato (da segnalare anche un Maksimovic da 20 punti complessivi in tal senso). Bruttini e compagni si sono però disuniti in difesa nel corso del terzo quarto e questo ha fatto pendere l’ago della bilancia in favore di Prato. Una battuta di arresto che non rappresenta sicuramente un dramma ma che deve essere uno spunto di riflessione. Oltre che un input per impostare il lavoro del Costone in vista del prosieguo del campionato. 

Infatti, se si guarda alla classifica, Altopascio, Valdisieve, Costone e Mens Sana sono tutte appaiate a quota 12 punti. Sono queste le squadre attualmente in corsa per gli ultimi 2 slot della griglia playoff. Distaccate le altre. Il girone di ritorno appena iniziato ha già tutti i connotati di una lunga volata a quattro.

Andrea Frullanti



***
  
Leggi anche:


















  




 

 

 
 






 























 
 









 
 


 
 
 
  
  

  

 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (75) Anichini (69) Asciano (34) associazione (62) avversari (138) Awards (1) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (79) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (19) Coldebella (2) Colle (38) Comune (26) consorzio (71) Costone (228) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (22) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (4) Fortitudo (1) Frati (1) Frullanti (261) giovanili (41) Grandi (46) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (150) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (16) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (9) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (63) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (175) Serie A (3) Serie D (17) Sguerri (22) silver (1) società (87) sponsor (29) statistiche (107) storia (69) sul campo (823) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (276) Viviani (3)