giovedì 15 dicembre 2022

Mai dire Gold: Nel campionato dei quattro tronconi, vola Prato. E ora trova la Mens Sana

I risultati della dodicesima giornata hanno scomposto la classifica del campionato di C Gold in quattro fasce. Rispetto alle previsioni di inizio stagione sono più o meno tutte dove dovevano essere, fatta eccezione per Lucca e Costone, attese più in alto del quartultimo posto in coabitazione.
 
I VENTAGLI – Si sono creati quattro minigruppi distanziati l’uno dall’altro di almeno due vittorie. Un po’ come quelle tappe pianeggianti in cui il vento spezza lateralmente il plotone favorendo la formazione dei ventagli. Chi è davanti si avvantaggia, chi non si protegge adeguatamente dalle folate rischia di perdere la ruota di chi precede. È una situazione momentanea, tempo di una/due giornate e ci potrebbe essere un rimescolamento delle carte.
 
Ad oggi però è così: quattro squadre in vetta, con Castelfiorentino e Cecina davanti a quota 20, Prato (con una partita in meno) e Spezia a due punti di distanza. Poi il primo gruppo inseguitore, tutto sistemato a quota 14: Quarrata, Virtus, Arezzo, Agliana, Legnaia. Quindi il terzo, con Mens Sana e Altopascio a 10, Valdisieve a 8, Costone e Lucca a 6. Infine il quarto, che probabilmente non si toglierà di dosso la maglia nera, vale a dire Synergy e Don Bosco a 2.
 
IL BIG MATCH – Dopo Cecina, Prato ha battuto anche Castelfiorentino, agganciando virtualmente il duo in vetta (manca il recupero con Synergy). Una gara condotta per quaranta minuti filati, con un vantaggio anche di sedici lunghezze sul 55-39, che però Castello ha riaperto completamente nel quarto periodo, quando in un paio di circostanze è arrivata a -3. Alla fine dalla lunetta è stata più fredda Prato (finale 79-73), trascinata dai 19 punti con 15 rimbalzi di Salvadori, dai 14 di Mascagni, dai 12 del navigato Staino che ha raggiunto quota cinquemila punti in carriera. Un traguardo festeggiato nel migliore dei modi.
 
IL PROSSIMO TURNO – Curiosamente, sempre prendendo come riferimento quei quattro minigruppi, non ci sono confronti diretti all’interno di ciascuno di essi. Le due sfide più importanti sono Castelfiorentino-Arezzo e Spezia-Agliana, cioè due squadre della prima fascia che affrontano due della seconda. I bocconcini Don Bosco e Synergy sono a disposizione di Virtus e Legnaia. Impegno ostico per la Mens Sana con Prato, mentre Costone-Altopascio, con il ritorno ter di Ricci in panchina gialloverde, rimanda anche al passato campionato di Silver, con la sfida tra le due formazioni che si erano guadagnate sul campo (la prima direttamente, la seconda ai playoff) la promozione in Gold.
 
Stefano Salvadori


***
  
Leggi anche:
  

 

 
 






 























 
 









 
 


 
 
 
  
  
 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (71) Anichini (69) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (56) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (18) Coldebella (2) Colle (38) Comune (25) consorzio (71) Costone (134) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (16) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (3) Fortitudo (1) Frullanti (199) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (149) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (11) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (8) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (62) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (141) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (85) sponsor (28) statistiche (107) storia (60) sul campo (724) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (178) Viviani (3)