lunedì 31 agosto 2015

Purché se ne parli

Nelle prime ore, com'è normale, si è parlato più delle modalità di ingaggio di Chris Roberts che del suo impatto tecnico sulla Mens Sana, che potrebbe dare una spinta alla campagna abbonamenti. Che queste modalità avrebbero sorpreso era prevedibile, probabilmente perfino auspicabile da chi ha pensato un'operazione concepita anche per farsi notare. E nel cui ambito quindi ci sta di accettare anche esternazioni come il tentativo di ironia del club francese dove giocava Roberts ("avremmo voluto pagarlo in polli ma non ha accettato").

Così come ci sta che il tipo di affare costruito venga confuso spesso con tutto quello a cui nell'immaginario collettivo è associato l'argomento dei diamanti e degli affari che li circondano. La non conoscenza di questo è argomento è un dato di fatto, e spiegare di cosa si parli è in fin dei conti anche l'obiettivo di questa sponsorizzazione. Poi né la Mens Sana né tantomeno Dpi hanno bisogno di avvocati difensori, ma così come si rendono di dominio pubblico i dettagli dell'affare, segnalando nel comunicato ufficiale che è stato possibile grazie alla partnership con lo sponsor, ha senso anche dirimere alcuni dubbi emersi.

domenica 30 agosto 2015

La chiusura col botto

C'è stato da aspettare la fine di agosto, ma ne è valsa la pena. La Mens Sana chiude la squadra con Chris Roberts, guardia, 27 anni, l'anno scorso in Francia a Bourg. Visto a Caserta due anni fa in una stagione da 11.6 punti di media col gusto per le schiacciate, sarebbe ancora oggi un buon straniero per la Serie A: l'equazione dice che in A2 sarà un ottimo straniero. Fu protagonista vero con la Pasta Reggia di una delle più brutte sconfitte stagionali della Mens Sana di Crespi, il -21 casalingo subito dopo la cessione di Hackett. Con lui si torna a respirare quel livello lì.

sabato 29 agosto 2015

Un capitano

Qualcosa si muove, ci sarà modo di riparlarne. Nel frattempo la Mens Sana ha messo un punto fermo affidando ad Alex Ranuzzi i gradi di capitano, una scelta che non bastava l'anzianità (è l'unico reduce dalla scorsa stagione) a rendere scontata. Anche perché non è per caso che si sia scelto di trattenerlo invece di lasciarlo partire come tanti altri, e non solo per ragioni tecniche.


ALEX RANUZZI È IL NUOVO CAPITANO BIANCOVERDEAlex Ranuzzi è ufficialmente il nuovo capitano della Mens Sana. Durante la...
Posted by Mens Sana Basket 1871 on Sabato 29 agosto 2015

venerdì 28 agosto 2015

Il movimento produce energia

Lo spirito di iniziativa del Costone è stato premiato dal ritorno di un abbinamento sulle proprie maglie. Non più Mps a titolo gratuito, in segno di gratitudine col passato, ma qualcuno che mette soldi per accompagnarne il percorso. E' Vismederi, azienda privata di analisi dell'ambiente nata nel 2009 e in crescita, l'anno scorso (ma non il prossimo) terzo sponsor sulle maglie della Mens Sana, l'anno scorso (e anche il prossimo) sulle maglie della Emma Villas, altra realtà dinamica.

La notizia non è lo spostamento di capitali di chissà quale importanza nell'economia dello sport cittadino: Vismederi al Costone darà evidentemente meno di quanto dava alla Mens Sana, quello che serve per portare maggiore serenità nella copertura dei costi in un posto in cui si lavora fondamentalmente gratis e per passione, accompagnando l'intesa con accordi commerciali per lavorare con reciproca soddisfazione. Il punto piuttosto è il magnetismo, l'attrattività, il circolo virtuoso attivato dall'intraprendenza e dello spirito di iniziativa.

giovedì 27 agosto 2015

Partendo dai numeri

Una riflessione circostanziata di Francesco Anichini, che consiglio, tiene aperto il tema caldo su quale sia, e con quali caratteristiche, il seguito attuale della Mens Sana. Difficile pensare di avere grandi certezze o anche solo risposte, ma intanto è sensato interrogarsi su come si sia arrivati alla base attuale: figlia, argomento molto sentito anche su questo blog, di passioni antiche, molto più che che del decennio di trionfi recenti che ha allargato pochissimo lo zoccolo duro, e Panem et Circenses analizza anche questo.

Qui via via si era parlato della campagna abbonamenti ideale, di quella effettiva, di quello che succede non lontano da qui (Pistoia). La riflessione su come il doppio salto di categoria in un certo senso rischia di normalizzare anche una realtà non normale come la Mens Sana prosegue con una più specifica declinazione, che era stata solo accennata, sul numero di persone che si riescono a muovere.

mercoledì 26 agosto 2015

L'ultimo tassello

Il nome di Marshun Newell, guardia, 191 centimetri, 24 anni, rilanciato da Spicchi d'Arancia, minaccia di essere quello con cui la Mens Sana chiude il roster. Ma non ha trovato conferme, la ricerca continua (edit).

In estate ha fatto un provino per Memphis in Nba, per coltivare il sogno di entrare nel draft, ed era stato avvicinato anche a Casale. Ma con una storia di spessore fuori dal campo che merita di essere ripercorsa per sommi capi. Non arriverà? Resta una lettura di fine estate.
 

martedì 25 agosto 2015

Dopo dieci anni

Undici mesi fa eravamo qua a straparlare di Mens Sana come troppo grande, e ingombrante, per una realtà come la Serie B, anche un po' offesi per non aver trovato palazzetti adatti e un tappeto rosso per accogliere la discesa tra i comuni mortali di chi ha spiegato basket in Italia per un decennio. E' capitato di confrontarsi con tanti, e di scontrarsi con guappi di provincia a Piombino, col potere reale (e in quanto tale, "saputo esercitare") di Livorno, con la sfrontatezza della legittima ambizione di Cecina.

Di rado c'è stata la sensazione di essere stati trattati come si riteneva doveroso (il calendario con l'incredibile girone di andata, la tragicomica doppia sosta in pieni playoff promozione...) ma attorno alla Mens Sana c'è stata un'aura di blasone e rispetto inevitabile. La Serie A2, il doppio salto di categoria, annullano tutto: si torna nel mazzo, e quest'anno, in questo campionato, Siena sarà una piazza come le altre. Forse anche meno considerata di altre.

lunedì 24 agosto 2015

100 chilometri a nord

Pistoia non è un nome qualsiasi nella storia della rinata Mens Sana, nella sua seconda vita. Qui un anno e mezzo fa si pose una delle prime pietre simboliche della rifondazione che poi ci sarebbe stata, con il ritorno di volti noti (e non solo la parte storica del tifo organizzato, che poi ha sostenuto con forza la via scelta per la ripartenza) attorno a quell'ultima Mens Sana Basket che a sua volta stava cominciando a scrivere la sua favola: quel 16 marzo 2014 a Pistoia la Mens Sana patì (di un punto, col libero della parità a 5" dalla fine sbagliato da Janning... ancora tu!) la sua unica sconfitta in due mesi e mezzo, quelli della risalita dal quarto posto con cui si arrivò alla Coppa Italia al secondo posto con cui si entrò ai playoff.

Pistoia è la piazza del gemellaggio che c'era, e che certo non c'è più. Pistoia sarà la prima squadra di Serie A che, in precampionato, la Mens Sana tornerà ad affrontare dopo il fallimento. Pistoia è l'unica squadra toscana al momento più in alto della Mens Sana. E Pistoia è la piazza che oggi ha offerto qualcosa che non può passare inosservato.

domenica 23 agosto 2015

E' finita l'estate

Mercato, lavoro in palestra, rapporto con la piazza, basket: la settimana che aspetta la Mens Sana segnerà il passaggio tra il lavoro estivo e l'inizio a tutti gli effetti della nuova stagione, in vista del debutto lontano ormai meno di dieci giorni della settimana successiva, il 2 settembre con Livorno.

sabato 22 agosto 2015

Obiettivo 2 settembre: il debutto

La Mens Sana ha sovrapposto a poche ore di distanza la comunicazione del lancio della campagna abbonamenti e quella sull'ingaggio (comunque noto da giorni) di Darryl Bryant, detto Truck, come primo straniero della sua nuova storia.

Nel frattempo la squadra ha cominciato a lavorare al campo scuola e al PalaEstra, dove sono diventate di dominio pubblico le righe del volley sul sacro parquet su cui si è scritta la storia del basket italiano. A lavorare in vista dei primi appuntamenti del precampionato, già di fatto svelati via via dalle future avversarie, e di cui ora si ha un quadro più o meno completo.

venerdì 21 agosto 2015

CresciAmo. I n s i e m e.

Un atto di sostegno. E' quello che tra le righe chiede la Mens Sana con la nuova campagna abbonamenti "CresciAmo insieme". L'anno scorso fu la Mens Sana a fare un passo verso i tifosi, ottenendo una risposta eloquente, quest'anno - pur non proponendosi di svenarli - è la Mens Sana a chiedere ai tifosi un passo verso di lei. Per staccare tante tessere, se non hai una squadra che trascina la gente al botteghino, ci provi con i prezzi. Con una squadra così, e prezzi non così bassi, il messaggio è "non abbonatevi per quello che riusciamo a garantirvi che vedrete, abbonatevi per starci vicini".

giovedì 20 agosto 2015

Su questa pietra

La parola difesa innesca spesso e volentieri le più furibonde fiere di luoghi comuni e frasi fatte, specialmente quando si prova a fotografare l'identità che una squadra deve avere, e con cui quindi per definizione poi la gente si identificherà per forza, per il suo spirito da battaglia. Quante volte l'abbiamo sentito? Anche quest'anno.

mercoledì 19 agosto 2015

I ragazzi della nuova Mens Sana

Tra i tanti nomi per la nuova stagione snocciolati al raduno con cui è iniziata la stagione della Mens Sana (atteso assente DiLiegro fino a martedì, ufficializzato Bucarelli, non ancora ufficializzato Bryant), c'è quello dell'ex mensanino Gigi Cagnazzo con un ruolo operativo a contatto con la squadra. E ci sono i nomi di tanti ragazzi, non solo quelli per la prima squadra. Scorrerli significa farsi un'idea di come la Mens Sana ha cominciato a riprogettare il proprio futuro.

martedì 18 agosto 2015

Sponsor a due velocità

Come un anno fa, la Mens Sana si presenterà al raduno delle prossime ore senza sponsor. Allora passarono tre settimane prima dell'annuncio. Con la differenza che dodici mesi fa l'accordo c'era, ignoto a quasi tutti, ma andava solo formalizzato. Stavolta le piste intraprese, da qualche tempo è evidente, si sono rivelate infruttuose.

Rispetto ancora all'anno scorso, la Mens Sana si presenta al raduno delle prossime ore ancora non al completo: manca il secondo americano, mentre Darryl Bryant e Lorenzo Bucarelli devono solo essere ufficializzati. Auspicando fortemente il contrario, proprio per motivi di risorse l'ultimo giocatore sarà dello stesso "livello salariale" di Bryant, e dunque difficilmente sarà il botto finale, di quelli che accendono la campagna abbonamenti che sarà lanciata all'indomani del raduno.

lunedì 17 agosto 2015

Il primo straniero della (nuova) Mens Sana

La riemersione dal silenzio paliesco è per l'accoglienza a Siena del primo straniero dell'era Mens Sana 1871. E' Darryl Bryant, detto Truck (il "tir"), che ha anticipato le liturgie forse ormai anacronistiche degli annunci a tempi comandati (dopo il Palio, quando tutti i dettagli sono a posto... ecc) annunciando lui stesso che l'accordo.

giovedì 13 agosto 2015

La campagna (abbonamenti) che vorrei

Non serve il mago di Strove per vaticinare che tra pochi giorni partirà la campagna abbonamenti: siamo già ai giorni di Palio, non può mancare ancora molto. L'anno scorso fu lanciata subito all'indomani del raduno. Se la tempistica fosse la stessa, tra una settimana di questi tempi la si conoscerà già. In mancanza di informazioni dirette, non ci sono anticipazioni su come sarà. Però, anche sulla base di come è andata l'anno scorso, due ragionamenti su come dovrebbe essere si possono anche provare a fare.

mercoledì 12 agosto 2015

Altro livello

Ci sono un livornese, due virtussini e un ex Mens Sana Basket, aretino. Non è una barzelletta, ma fa sorridere. Di fiducia. E' la "squadra tecnica" della Mens Sana per la prossima stagione, dopo l'annuncio dell'arrivo nello staff della prima squadra di Andrea Monciatti, senese, fresco di Palio vinto, fino a questa estate vice allenatore a Biella. L'accordo è di inizio agosto, ma era giusto rispettare la liturgia degli annunci. Allenerà anche gli Under 16, e sarà dunque uno dei nuovi allenatori delle giovanili insieme naturalmente a Michele Catalani e al responsabile della foresteria.

martedì 11 agosto 2015

L'investimento sugli Under

I giocatori giovani nel roster sono un investimento non solo perché si punta sulla loro crescita, sul fatto di arrivare ad avere domani giocatori più forti di quanto siano oggi. Ma anche perché la Federazione prevede premi per il loro utilizzo.

lunedì 10 agosto 2015

La Mens Sana all'Europeo

Erano passati i tempi in cui la Mens Sana mandava i suoi uomini in Nazionale. Il fallimento ha portato via tutto. Quei tempi sono tornati. Almeno in parte.

domenica 9 agosto 2015

Il derby Virtus-Costone

Non molto lontano dalla Mens Sana, due serie più in basso, ci sono le altre due società senesi che hanno fatto la storia del basket cittadino. Che quest'anno tornano a sfidarsi l'una con l'altra, nello stesso campionato. Dalla prima giornata.

sabato 8 agosto 2015

Il mercato delle altre - aggiornamento una settimana dopo

Non solo la Mens Sana è in fase avanzata, ma anche le avversarie più indietro stanno cominciando a prendere forma, vedi Roma. E' il caso così di approfittare del lavoro degli amici di Spicchi d'Arancia per condividere (col consueto svergognato copia-incolla) il punto della situazione non solo dei roster ma anche sullo stato dellla situazione di ogni squadra. La scala di valori resta in linea di massima quella già espressa, cercando di capire in più cosa riuscirà a fare Roma.

venerdì 7 agosto 2015

Costruzione, un anno dopo

Un anno fa di questi tempi, la Mens Sana era ancora abbastanza lontana da prendere forma. Roberto Chiacig sarebbe stato annunciato l'8 agosto, Pignatti il 1° agosto, così come Vico (insieme sono arrivati, e insieme se ne sono andati), Parente il 30 luglio, Mecacci e Marruganti erano stati annunciati il 10 luglio. Ranuzzi e tutti gli altri sarebbero arrivati dopo. Soprattutto mancava lo sponsor.

giovedì 6 agosto 2015

Cosa significa l'arrivo di Leonardo Marini

Leonardo Marini è diverso da Dane DiLiegro che è diverso da Mattia Udom che è diverso da Valerio Cucci. Col ritorno del centro padovano, 206 centimetri di fisico, classe 1995 di gioventù, la Mens Sana ha chiuso un reparto lunghi di indubbia varietà, con tanti assetti possibili e tutti interessanti, quattro giocatori diversi per fisico e attitudine di base. Per una rotazione che potrebbe essere effettivamente a quattro giocatori. Ma con tanto lavoro da fare in palestra, su gente che - se non necessariamente predisposta, ma qualcuno sicuramente sì - sembra argilla pronta da modellare. Con costanza, e pazienza.

mercoledì 5 agosto 2015

L'allenatore più stellato del reame

Le valutazioni sulla qualità degli allenatori sono ancora più soggettive di quelle sui giocatori. Ma sono i numeri della sua storia a dire che la Mens Sana con Alessandro Ramagli ha l'allenatore con la carriera di più alto livello di tutto il campionato.

martedì 4 agosto 2015

Cosa significa l'arrivo di Valerio Cucci

Un "5" nel corpo di un "4". E' la definizione quasi unanime che vi faranno gli addetti ai lavori di Valerio Cucci, 20 anni compiuti, 202 centimetri discussi, sesto giocatore ufficializzato dalla nuova Mens Sana per la Serie A2, e uno dei più affascinanti progetti su cui si è scelto di impegnarsi nel laboratorio tecnico pronto a partire.

lunedì 3 agosto 2015

Cosa significa l'arrivo di Stefano Borsato

Playmaking, tiro da fuori, difesa. Sono le caratteristiche di Stefano Borsato che, nelle parole di benvenuto di coach Ramagli ("giocatore multiruolo"), isolano quello che la Mens Sana sa di poter avere da lui, alle spalle dei due stranieri titolari. Ma probabilmente anche al loro fianco.

domenica 2 agosto 2015

Gli stranieri nella Gold dell'anno scorso: ruoli e incidenza

Al di là dei motivi che spiegano la scelta, ha generato amabili chiacchiere di basket la decisione della Mens Sana di virare rispetto all'idea iniziale sui ruoli degli stranieri: non più una guardia e un centro ma due guardie, un play e una guardia per la precisione.

Uno sguardo a cosa hanno fatto le squadre della scorsa Gold (il cui standard è forse più alto ma probabilmente più attendibile rispetto a quello della scorsa Silver) aiuta a capire se c'è una correlazione tra l'assetto scelto e il tipo di campionato che si vuole fare, se c'è un assetto che tende a generare maggiore produzione offensiva e se c'è un assetto su cui puntare se si chiede agli stranieri di avere una maggiore incidenza sulla produzione totale di squadra. La panoramica non dà risposte esatte, ma aiuta ad andare oltre gli stereotipi.

sabato 1 agosto 2015

Il mercato delle altre - aggiornamenti di inizio agosto

L'ultima carrellata sugli aggiornamenti di roster del girone della Mens Sana servì a dire che c'erano diverse squadre molto più avanti, ma anche qualcuna molto più indietro. Tre settimane dopo, più avanti della Mens Sana sono in poche, uno stato abbastanza avanzato da poter con qualche cognizione in più cominciare a delineare una griglia di partenza. Certo che interessa a tutti capire dove si potrà collocare la Mens Sana. Che arrivare ai playoff dipenda dagli stranieri lo si diceva anche prima che fosse costruito tutto il resto, che piace. Il concetto resta valido.

Le altre? Come già detto (con la colpevole omissione di Scafati), al di là delle conferme da verificare di Agrigento e Casale, ci sono Trapani, Ferentino e Reggio Calabria che puntano senza se e senza ma a una stagione di vertice, ma anche chi come Tortona, Scafati appunto e Omegna arriva dalla Silver con ambizioni legittime. Per fare i playoff bisogna mettersi alle spalle una o più di queste squadre. Ecco i roster, copiati e incollati senza ritegno dal lavoro dei pregiati colleghi di Spicchi d'Arancia:

gli argomenti

altre senesi (24) Anichini (28) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (15) Catalani (2) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (46) Fortitudo (1) Frullanti (23) giovanili (26) Griccioli (12) inchiesta (63) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (33) Macchi (4) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (90) mercato (76) Minucci (25) Moretti (1) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (38) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (26) Serie A (3) società (34) sponsor (25) statistiche (91) sul campo (391) Tafani (11) tifosi (79) titoli (20) trasferte (22) Viviani (3)