domenica 12 gennaio 2020

I feel Promotion: L'intensità, i gomiti, le zone e il canestro delle paste. Per 727

52 punti di scarto alla quarta in classifica. Sì, “è tutto vero” (cit.), è questo il gap maturato tra prima e quarta forza del lotto. Avevamo presentato la partita con frasi del tipo “ci sono motivi di interesse”, una sorta di “antipasto dei playoff”… perdonateci. Ne usciamo con la convinzione che da qui alla fine di questa agonia chiamata Promozione manchino soltanto 16 episodi, cioè tutte le gare del girone di ritorno e le quattro di semifinali e finali della postseason.

LA PARTITA - Mica qualcuno vorrà dire che la Mens Sana del primo periodo di ieri può subire un altro ko? E da chi? Coach Binella, salutato dal grande affetto del pubblico e da uno striscione del settorino, ha chiesto ai ragazzi una prova di intensità a partire dalla palla a due. L’ha ottenuta. Difesa, aggressività, controllo dei rimbalzi, punti in contropiede. Ecco, dopo il decimo minuto il tabellone scriveva 35-13, dopo il ventesimo 60-28, alla fine del terzo quarto 83-38. C’è bisogno di aggiungere altro? Sì, il punteggio finale, solo per amore di precisione: 101-49.

I SINGOLI - In rigoroso ordine di tabellino: Carapelli 4, Falsini 15, Pannini 19, Sprugnoli 3, Manetti 9, Bruni 8, Di Domenico 4, Collet 14, Franceschini n.e., Toscano, Dolfi 21, Milano 4. Da valutare nei prossimi giorni le condizioni di Franceschini, che comunque era in panchina con la sua maglia numero 23, ma tenuto precauzionalmente a riposo. Un buon Falsini, dopo il nulla di Montespertoli: se c’è da usare i gomiti sotto i tabelloni la sua presenza si tende a notarla. Il canestro delle paste da portare il martedì, quello per oltrepassare quota cento, lo ha segnato Milano nel tripudio dei 727 spettatori divertiti.

LA DICHIARAZIONE - “Non mi immaginavo questo tipo di divario, i numeri dicevano che erano una squadra in grado di segnare molti punti, giocando bene anche contro squadre di prima fascia. Abbiamo lavorato molto bene in settimana, ero fiducioso di vedere grande intensità da parte dei ragazzi. Abbiamo giocato con la giusta attenzione, la prima parte di gara è stata eccellente. Sono soddisfatto perché abbiamo fatto quello che ci eravamo detti di fare col giusto atteggiamento sin dal primo possesso. Le nostre zone hanno annullato le loro possibilità in attacco”. (coach Piefrancesco Binella prima parte)
Ringrazio infinitamente i tifosi, così come tutti quelli che mi sono stati vicino. Per me è stato un periodo complicato, la concentrazione sul basket mi ha aiutato, ringrazio tutti quelli che si sono fatti sentire. Non so se porterò la Mens Sana in Europa… ma lo striscione mi ha fatto molto piacere”. (coach Piefrancesco Binella seconda parte)

GLI EVENTI COLLATERALI - Complimenti agli Aquilotti che nell’intervallo hanno sfilato con la Coppa della Befana vinta a Limena nel fine settimana scorso. In mattinata invece tempo di clinic con Luca Banchi, allenatore dell’ultimo scudetto; un approfondimento su come gestire al meglio il settore giovanile.

LA PROSSIMA - Domenica alle 18,30 sul campo dell’Atletica Castello, ovvero la Palestra Scuola Cadorna in Via del Pontormo 92 a Firenze. Non ci sentiamo di fornire altre indicazioni, se non ricordare che all’andata finì 73-40.


***

Leggi anche: 

Oggetti smarriti: I tubetti di Voltaren di Ksistof

Storia da Grandi: Impresa da ragazzi a Cagliari, la rissa con Pistoia e Gorenc "Cristo redentore"

I feel Promotion: La prontezza dopo la pausa, le vittorie sporche, il contributo dei ragazzi

Cosa resta della Mens Sana Basket 1871

Storia da Grandi: Capodanno sullo Stretto e quel Bobby Brown da annali contro il Fener-Mens Sana

Storia da Grandi: L'Ignis vincitutto battuta, Ezio out, il ritorno di Bucci, il crack di Rimas

I feel Promotion: La ripartizione tra senior e under, la lotta a tre e lo zoccolo duro

Storia da Grandi: La prima vittoria esterna in A e il primo vero primato, Vidili, Lampley ed Eze

Oggetti smarriti: Le Nike low "Kobe" di Nikos

I feel Promotion: Un'altra passeggiata, l'attesa dei playoff e lo stop di Libero

Storie da Grandi: La pioggia, le rimonte a Roma e col Barça, l’ultima in Eurolega (e di Hackett)

I feel Promotion: Tanti a pochi, spazio agli Under, gli esperimenti e le date da segnarsi

Storia da Grandi: Bovone inarrestabile e i primi 100, Hackett onnipotente e Bootsy atto III

5 momenti da Panico: Le invenzioni, i brutti momenti e le Augustorie









Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (55) Asciano (34) associazione (60) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (25) città (13) Coldebella (2) Colle (38) Comune (19) consorzio (70) Costone (44) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Finetti (1) Fortitudo (1) Frullanti (114) giovanili (36) Grandi (34) Griccioli (12) inchiesta (70) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (30) Maginot (1) maglia (4) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (140) mercato (89) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (8) palazzetto (3) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (52) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (64) Serie A (3) Sguerri (22) società (80) sponsor (27) statistiche (105) storia (44) sul campo (573) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (102) titoli (21) trasferte (22) Virtus (56) Viviani (3)