domenica 5 aprile 2020

Il pagellone: Poggibonsi quasi perfetta, Asciano a corrente alternata

Non ci resta che analizzare la Serie D e, in particolare, il girone A. Quello che vedeva impegnate Asciano e Poggibonsi. Reduci da stagioni molto diverse, sia per fortune che per risultati, nel campionato 2019/2020 si sono invertiti i ruoli: se un anno fa Poggibonsi era rimasta fuori dai playoff e Asciano lottava fino alla semifinale persa poi contro Grosseto, in quest’annata sono stati i valdelsani a combattere per le posizioni di vertice mentre il team delle Crete rimaneva attardato in classifica. Ma andiamo per ordine ed entriamo più nel dettaglio…


POGGIBONSI: VOTO 8

16 vittorie e 6 sconfitte, il secondo miglior attacco e la terza difesa meno battuta del campionato per un totale di 32 punti in classifica che l’hanno portata a essere terza in classifica al momento dello stop definitivo della stagione. Ok la squadra era distaccata (-8) dai 2 battistrada Laurenziana Firenze e Pallacanestro Campi Bisenzio, ma aveva anche 4 punti di vantaggio sulle altre. Insomma: a Poggibonsi va il titolo (immaginario, ahinoi) di “prima tra le altre”.

Un risultato assolutamente positivo e quasi da incorniciare. Resta solo il rammarico per non aver visto come sarebbe andata a finire. Si perché la squadra di coach Andrea Aprile era reduce da ben 8 vittorie consecutive prima dello stop. E a breve avrebbe dovuto affrontare gli scontri diretti con le prime due, persi nel girone di andata: c’era tanta curiosità pertanto per vedere a che livello erano arrivati i valdelsani e se, veramente, avrebbero potuto mettere i bastoni tra le ruote a Laurenziana e Campi Bisenzio. Un vero peccato.

Certo è che, dopo le delusioni di una anno fa, la stagione della ripartenza di Poggibonsi è stata esaltante. Unico neo è stato quel calo prima di Natale, coinciso con qualche infortunio di troppo e giocoforza con qualche risultato negativo che hanno rallentato il passo dei valdelsani. Quello che resta però è la consapevolezza di essere sulla strada giusta: Moroni, De Giuli, Borgianni e Bini sono stati innesti azzeccati per la squadra capitanata da Lotti. Falossi, Rumachella, Calamassi e tutti gli altri hanno dimostrato le loro qualità: una base preziosa e solidissima su cui puntare per ripartire, ancora con grande ambizione, l’anno prossimo.


ASCIANO: VOTO 6 (DI INCORAGGIAMENTO)

Una sufficienza stirata e generosa. Non ce ne vogliano ad Asciano ma, occorre essere onesti, la stagione cestistica non è stata certo di quelle da incorniciare. Certo, di attenuanti ce ne sono tante, una su tutte gli infortuni e le tante assenze che spesso hanno condizionato il cammino del team delle Crete.

Coach Edoardo Ceccarelli, anche lui all’esordio sulla panchina ascianese, si è quindi trovato a fare i conti con rotazioni accorciate cui sopperire spesso con l’integrazione dei giocatori provenienti dal settore giovanile. In estrema sintesi: per tutta l’annata Asciano è stato un bel cantiere con una squadra in continuo divenire e in perenne costruzione. In un contesto simile è logico che i risultati non siano stati costanti.

C’è da dire che non sono mancati i grandi exploit: vedi ad esempio la vittoria nel derby interno con Poggibonsi dell’8 dicembre oppure il successo contro la Laurenziana del 26 gennaio. Successi casalinghi che, per di più, certificano lo status di squadra giovane e, quindi, in grado anche di potersi esaltare e tirare fuori il meglio di sé nelle uscite interne.

Risultati che ci dicono che potenzialmente Asciano c’è e che c’è materiale su cui lavorare in ottica futura. Se lo si guarda da questa prospettiva, rimandiamo il team delle Crete a settembre quando sicuramente ci potranno essere i presupposti, fisici e tecnici, per far aumentare il rendimento e veder crescere il voto in pagella.



***
   







Basket Land: Folgorante Costone, messa sotto la capolista. E' l'ora del cambio di passo

Mai dire Gold: Aggancio al giro di boa. Chiusi ancora ko, la Virtus ritrova vetta e Lenardon

Basket Land: Il Costone vola con Benincasa e Bruttini. Forze fresche: riparte Poggibonsi

Mai dire Gold: Virtus, torna Lenardon (dopo il k.o. con Agliana). E Chiusi cade a La Spezia

Basket Land: Santa pausa. Senesi col fiato corto, tra Silver e D sorride solo Asciano 

Mai dire Gold: Derby show, Chiusi supera la Virtus in volata. San Giobbe campione d’inverno 

Basket Land: C'è Juliatto ma per il Costone è beffa con Quarrata. Asciano in fiducia in D

Mai dire Gold: Prova di forza più che derby. San Giobbe-Virtus, scontro al vertice

Basket Land: Il Costone si rialza, Colle cade a Livorno. Ad Asciano il derby di D

Mai dire Gold: Rimonta corta, stop Virtus. Chiusi riparte e allunga di nuovo

Basket Land: Derby chiama derby. Colle di cuore sul Costone. Asciano attende Poggibonsi in D
 







Acea, giovanili e non solo: per la Virtus comincia la stagione dell'ambizione




Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (55) Asciano (34) associazione (60) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (25) città (13) Coldebella (2) Colle (38) Comune (19) consorzio (70) Costone (44) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Finetti (1) Fortitudo (1) Frullanti (114) giovanili (36) Grandi (33) Griccioli (12) inchiesta (70) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (30) Maginot (1) maglia (3) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (139) mercato (89) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (8) palazzetto (3) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (52) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (63) Serie A (3) Sguerri (22) società (80) sponsor (27) statistiche (105) storia (42) sul campo (573) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (102) titoli (21) trasferte (22) Virtus (56) Viviani (3)