venerdì 24 luglio 2020

Per la maglia - Episodio #7: Dulcis in fundo

Ricordo ancora le prime partite della stagione 1992/1993. Era l’anno di Bianchini, di Darren Daye, sulla carta poteva essere una stagione trionfale. Non lo fu, anzi finì abbastanza male. Ma il ricordo in questione non è legato alla delusione di non rivedere subito la Mens Sana in A, superata un annetto più tardi, quanto alla scomparsa della doppia riga nera sulla maglia. Lo sponsor era lo stesso, Ticino Assicurazioni, ma il produttore era diverso, non più Sport Center, bensì Dribbling. E per esordire nel peggior modo possibile aveva tolto di mezzo il particolare più bello mai visto sulla maglia, la doppia banda orizzontale bianconera.
 
L’aveva introdotta Sport Center nel 1989/1990, stagione di cui non c’è bisogno di ricordare l’esito sportivo. Erano i tempi in cui si poteva ancora giocare con maglia colorata in casa. Quella dell’ultima serie B prima del 2014/15 era molto semplice, ma anche molto bella: base verde, banda nero bianco nero all’altezza dello stomaco, contornata sopra e sotto da un’ulteriore striscia bianca più sottile, con numero frontale in bianco. Fa un po’ più strabuzzare gli occhi il numero nero sulle spalle, senza evidenziazioni particolari. È veramente l’unico inciampo di tre anni stilisticamente gloriosi. La leggera, quasi impercettibile, inclinazione di sponsor tecnico, marchio Ticino Assicurazioni e numero rende tutto molto accattivante.


Conad sul verde risalta poco, anche se la foto in bianco e nero non aiuta, la scritta Ravenna è bellissima (non c’entra niente col post), mentre è imperdonabile aver consentito di usare quella fruit bianca e verde sotto la maglia principale. All’epoca la usavano in tanti: ma quanto era brutta?



Lo sponsor si inserisce perfettamente al centro della banda orizzontale. Una patacca rettangolare, quella di Ticino Assicurazioni, che messa in quel modo all’interno della doppia striscia non ha l’impatto generalmente negativo di quel tipo di soluzione. C’è anche nel pantaloncino, in piccolo, all’interno della banda verticale sul fianco.



Stagione 90/91. Il prodotto ‘casalingo’ è lo stesso, almeno in questa foto di Alexis, come dimostra l'adesivo utilizzato per coprire Conad che non aveva rinnovato la partnership.


Nella maglia verde il numero è bianco, non più nero, ed è sicuramente un upgrade rispetto alla versione della B 89/90. 



Cambia qualcosa nell’anno 1991/92: il rettangolo Ticino Assicurazioni si allarga, fino a sbordare fuori dalla doppia riga nera. Compare anche il logo Mens Sana sulla parte sinistra del petto, mentre nei due anni precedenti era limitato al pantaloncino. Sono due modifiche che non entusiasmano: l’inserimento millimetrico di Ticino nella doppia banda era perfetto, ma evidentemente lo sponsor aveva reclamato maggiore spazio, “non sappiamo, non sappiamo” (cit.), mentre sulla divisa away lo stemma Mens Sana in nero risaltava il giusto. Resta il fatto che era un disegno splendido.

E che nella nostra personalissima best five merita indubbiamente il primo posto:
1) Ticino 1990/91

Questa invece è, sempre a giudizio personale, la top five horror
 



Storia da Grandi: L'inizio della magìa Olitalia e quella trasferta di paura verso il sogno Lione 




















Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (69) Anichini (56) Asciano (34) associazione (60) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (25) città (14) Coldebella (2) Colle (38) Comune (20) consorzio (70) Costone (46) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Finetti (1) Fortitudo (1) Frullanti (115) giovanili (36) Grandi (36) Griccioli (12) inchiesta (70) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (30) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (143) mercato (89) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (8) palazzetto (4) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (54) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (67) Serie A (3) Sguerri (22) società (84) sponsor (28) statistiche (105) storia (52) sul campo (574) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (105) titoli (21) trasferte (22) Virtus (58) Viviani (3)