mercoledì 4 marzo 2020

5 momenti da Panico: La rabbia del Quidditch, lo sapevate che Videotape dei Radiohead è sincopata?, Christopher Lambert era un bel manzo

"Adesso vogliamo il ritorno di Akindele" Anonimo Senese

Daisy

Probabilmente parlo solo per me, ma credo fossimo già tutti un po' settati su un fine stagione che sembrava una sorta di "A spasso con Daisy". La facile vittoria con quello che sembra il concorrente principale per l'obiettivo finale aveva fatto pensare che da qui in avanti sarebbe stato tutto facile e scontato. Larghe vittorie, grandi scarti, una passeggiata fino alla fine.
Ecco se lo pensavamo, Impruneta ci ha fatto capire che magari anche no. Non importa quanto talento puoi schierare in Promozione, sei sempre in Promozione con tutto quello che ne comporta. Una serata nera al tiro (come quella di domenica) può mettere in discussione una stagione se arriva nel momento sbagliato e se non hai le forze per reagire. E pensare che gli avversari si tirino indietro solo perché vedono scritto Mens Sana è utopia. Come diceva Binella a fine partita allora ben vengano queste partite, che ci aprono gli occhi, ci fanno vedere qual è la dura realtà che ci aspetta da qui alla fine del campionato. Per il momento Morgan Freeman può aspettare in cucina.


Highlander

È un tesseramento che ancora non sappiamo dove ci porterà, forse non lo vedremo mai in campo, forse dominerà, forse no. Ma la firma di Roberto Chiacig è evocativa per i ricordi che si porta dietro e perché è bene o male legato ai trionfi del recente (mica poi tanto...) passato mensanino. Sia quelli dell'età del bengodi sia della cavalcata in Serie B. Vedremo come evolverà la sua stagione, che al momento ha più punti interrogativi che altro attorno, ma nel frattempo bentornato Ghiaccio.

Chiacig e Mimmo Morena si fronteggiano per decidere chi sarà L'Ultimo Immortale

You are my center/When I spin away/Out of control on Videotape

C'è una qualità che va riconosciuta al video di candidatura di Siena Capitale Europea dello sport: essere riuscito a far incazzare più o meno tutti in maniera totalmente democratica. Appassionati di basket, di calcio, di rugby, un po' tutti insomma in una grande famiglia che si sente bistrattata. Come ci ha tenuto a precisare Gigio De Mossi in qualità di amante del basket (ah si? Francamente non me ne sono proprio accorto da quando è diventato sindaco di questa passione, mi sarà sfuggita) si tratta di un fraintendimento delle intenzioni del video. Sarà, ma se dopo la pubblicazione di un video importante come questo devi correre a precisare che tanto ne arriveranno altri come contentini forse il messaggio che si voleva far passare con quel video non era poi così tanto chiaro. E sia chiaro che sono d'accordo sul fatto di concentrarsi su discipline o atleti che solitamente hanno meno riflettori addosso, ma allora eviti la pantomima delle immagini di frazioni di secondi degli impianti e ti concentri SOLO su di loro.
Per quanto mi riguarda non gli perdonerò MAI l'assenza della nostra squadra di Quidditch, tra l'altro da poco qualificata per la coppa Europea. Forza Ghibellines contro tutti!

Junior a chi?

È quello che potrebbero dire i ragazzi che domenica sono entrati dalla panchina e più di una volta sono apparsi più in palla dei senior. Nel primo quarto sono stati i veri e propri salvatori della patria, ma in tutta la partita il loro contributo è stato fondamentale, lasciandoci quella che potrebbe essere una delle loro migliori prove collettive (che Pannini sia un junior solo di facciata ormai lo diamo per appurato comunque). Il loro percorso di crescita in questo campionato forse è la cosa che più dovrebbe rendere orgoglioso coach Binella.

Liberi Liberi


Lo cantava Vasco e Stefano Sollima la usava come colonna sonora nel finale della più grande serie televisiva italiana. In questo caso però è relativa alla drammatica percentuale ai tiri liberi avuta contro Impruneta: un 17/33 che non si può dire non abbia pesato in un finale tiratissimo che poteva essere evitato con un pizzico di precisione in più.

Il campionato di Promozione non è pesante a livello fisico, lo afferma Edoardo Pannini juniores


***


Storia da Grandi: Brenci promosso e la roccia Thornton, il -30 a Kazan e il Messina dimesso













Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (55) Asciano (34) associazione (60) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (25) città (13) Coldebella (2) Colle (38) Comune (19) consorzio (70) Costone (44) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Finetti (1) Fortitudo (1) Frullanti (114) giovanili (36) Grandi (33) Griccioli (12) inchiesta (70) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (30) Maginot (1) maglia (4) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (139) mercato (89) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (8) palazzetto (3) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (52) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (64) Serie A (3) Sguerri (22) società (80) sponsor (27) statistiche (105) storia (43) sul campo (573) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (102) titoli (21) trasferte (22) Virtus (56) Viviani (3)