domenica 23 febbraio 2020

Mai dire Gold: L'impronta di Sandro Finetti

Ci sono giornate in cui parlare di pallacanestro, di una palla che rimbalza e che finisce in fondo ad una retina, è molto difficile. Difficile perché trovarsi davanti all’elaborazione di un lutto non è mai cosa banale. Specie perché in quel mondo, quello della pallacanestro a Siena, Alessandro Finetti ha rappresentato un imprinting indelebile nella mente di chiunque abbia giocato o avuto a che fare con il basket. Una figura importantissima, non solo per la Virtus. 

QUI VIRTUS

In questa giornata di tristezza, la Virtus è stata sconfitta a Livorno dalla Pielle al termine di una partita che i senesi conducevano addirittura di 9 lunghezze a circa metà dell’ultimo quarto di gioco. Poi la squadra di coach Maurizio Tozzi si è come bloccata, lasciando spazio alla rimonta e alla vittoria labronica: 71-65 il punteggio finale.

Un vero peccato e non solo per i due punti lasciati per strada e per il conseguente sorpasso in vetta subito per mano di Chiusi e Castelfiorentino. Una vittoria sarebbe stato il modo migliore per onorare la figura di Sandro Finetti. Ma, si sa, la vita non è un film e quasi mai riserva un happy ending di hollywodiana memoria.

Ciò che resta però sono i ricordi e il segno, incancellabili, che la figura di Sandro Finetti ha lasciato nei cuori e nell’animo di tutta Siena. Basta scorrere Facebook per vedere in quanti, tantissimi, hanno voluto lasciare un ricordo di lui nel giorno in cui se ne è andato. Allenatore sin dai primi anni ’60, ha iniziato la sua carriera sulla panchina della squadra femminile della Virtus, passando poi al maschile e vivendo anche alcune esperienze con la Mens Sana, dove coprì anche il ruolo di assistente a coach Cardaioli in Serie A. Alessandro Finetti passò anche al Costone per un paio d’anni ma, ancora più importante nella memoria sportiva senese, è il suo impegno con le giovanili.

Tornato alla Virtus a metà degli anni ’80 e da quel momento, fino al primo decennio degli anni 2000, si è dedicato al minibasket di Via Vivaldi. In pratica, nei 70 anni di storia della società virtussina, per la metà di questo lasso temporale, Finetti è stata la prima figura di riferimento con cui chi approcciava a questo sport aveva a che fare. Uno di quei personaggi catartici che hanno segnato la vita di tanti e che in tanti ringraziano per aver istillato e fatto crescere in loro l’amore e la passione per la pallacanestro.

Alessandro Finetti ha coltivato generazioni intere di cestisti. L’immagine (e l’aneddoto) sono quei due alberi piantati in occasione del pranzo del primo maggio scorso di fronte al PalaPerucatti, quando già la malattia aveva iniziato a manifestarsi. Si tratta di un ciliegio e un susino, colori rossoblù ovviamente. A sempiterna memoria di ciò che Sandro Finetti ha dato, tantissimo, alla Virtus e al basket senese.


QUI CHIUSI

All’incontrario della Virtus il San Giobbe rimonta e vince in casa contro Arezzo, al termine di un incontro assolutamente non semplice per la squadra di coach Andrea Monciatti. Decisivo l’ultimo quarto, chiuso addirittura con un punteggio parziale di 25-6 per Chiusi.

Il 72-55 finale certifica due cose: il San Giobbe quando ingrana la marcia giusta lascia poco o niente agli avversari. Anche quando questi sono squadre in forma e in palla come Arezzo. Il secondo fattore da tenere in considerazione è l’importanza del successo sugli aretini, non tanto per  il valore dell’avversario, quanto per il peso specifico di questa vittoria in ottica classifica: Chiusi adesso è prima alla pari con Castelfiorentino che, nel prossimo turno, sarà di riposo. Ciò significa che tra una settimana i ragazzi di Monciatti avranno la possibilità, vincendo con Agliana, di tornare primi in classifica da soli, mettendosi definitivamente alle spalle quei risultati negativi di inizio 2020.


LA SITUAZIONE

Solo vittorie casalinghe in questo turno di campionato, il sesto del girone di ritorno. Tra tutte si segnala quella di Agliana, 77-59 sul Don Bosco Livorno: un risultato, questo, che permette al team pistoiese di agganciare e superare la Virtus in classfica, stante la vittoria nello scontro diretto nell'ultima giornata di andata. Più staccate le altre inseguitrici. Tra queste, importantissima la vittoria di Prato su La Spezia, 96-75: i lanieri, bissando il successo dell'andata sui liguri, hanno preso un nettissimo vantaggio in ottica ottavo posto. Anche se, con 9 partite di regular season ancora da giocare, è assolutamente prematuro fare calcoli.


I risultati
Pielle Livorno-Virtus 71-65 (Olleia 17, Ndour 10, Bartoletti, Nepi e Casoni 9)
Chiusi-Arezzo 72-55 (Radunic 21, Kuvekalovic 17, Lombardo 16)


La classifica
Castelfiorentino e CHIUSI 30 punti; Agliana e VIRTUS 28 punti; Legnaia e Pielle Livorno 24 punti; Arezzo 22 punti; Prato e La Spezia 20 punti; Montevarchi e Valdisieve 16 punti; Montale 14punti; Valdarno 10 punti; Don Bosco Livorno e Altopascio 6 punti.


Prossimi incontri
Domenica 1 marzo, ore 18: Chiusi-Agliana; ore 18.15: Arezzo-Chiusi


***

Basket Land: Folgorante Costone, messa sotto la capolista. E' l'ora del cambio di passo

Mai dire Gold: Aggancio al giro di boa. Chiusi ancora ko, la Virtus ritrova vetta e Lenardon

Basket Land: Il Costone vola con Benincasa e Bruttini. Forze fresche: riparte Poggibonsi

Mai dire Gold: Virtus, torna Lenardon (dopo il k.o. con Agliana). E Chiusi cade a La Spezia

Basket Land: Santa pausa. Senesi col fiato corto, tra Silver e D sorride solo Asciano 

Mai dire Gold: Derby show, Chiusi supera la Virtus in volata. San Giobbe campione d’inverno 

Basket Land: C'è Juliatto ma per il Costone è beffa con Quarrata. Asciano in fiducia in D

Mai dire Gold: Prova di forza più che derby. San Giobbe-Virtus, scontro al vertice

Basket Land: Il Costone si rialza, Colle cade a Livorno. Ad Asciano il derby di D

Mai dire Gold: Rimonta corta, stop Virtus. Chiusi riparte e allunga di nuovo

Basket Land: Derby chiama derby. Colle di cuore sul Costone. Asciano attende Poggibonsi in D
 







Acea, giovanili e non solo: per la Virtus comincia la stagione dell'ambizione


Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (69) Anichini (56) Asciano (34) associazione (60) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (25) città (14) Coldebella (2) Colle (38) Comune (20) consorzio (70) Costone (46) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Finetti (1) Fortitudo (1) Frullanti (115) giovanili (36) Grandi (36) Griccioli (12) inchiesta (70) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (30) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (143) mercato (89) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (8) palazzetto (4) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (54) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (67) Serie A (3) Sguerri (22) società (84) sponsor (28) statistiche (105) storia (52) sul campo (574) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (105) titoli (21) trasferte (22) Virtus (58) Viviani (3)