lunedì 25 maggio 2020

Storia da Grandi: La prima semifinale, la prima finale. Reverse, sfondo e trionfo: eterno Ress

Nel lontano 1972 la squadra che da poco più di un mese ha fallito il primo serio assalto alla serie A, nei giorni 27 e 28 Maggio disputa a Pescara i quarti di finale della Coppa Italia.

Quella abruzzese è una delle quattro città designate (le altre sono Bergamo, Reggio Emila e Caserta) a ospitare le sedici società rimaste in lizza dopo il primo turno. Nel suo concentamento la Mens Sana ha la Pallacanestro Milano (Mobilquattro), la Virtus Bologna (Norda) e la Partenope Napoli, tutte di serie A.

I biancoverdi il sabato soccombono 85-66 contro i giallorossi milanesi, che faranno strada fino al terzo posto assoluto e il giorno successivo 86-57 contro i napoletani.

Per trovare altre partite di competizioni ufficiali giocate negli ultimi cinque giorni di Maggio si dovranno poi attendere ben 31 anni.
   
Da quel momento in poi in questo specifico periodo la squadra giocherà 15 partite, vincendone 11 e perdendone 4, due delle quali ininfluenti.

In pratica, dal 2003 al 2014 sarà ferma solo nelle stagioni 2005 e 2006, già eliminata dalla Lottomatica Roma, e nel 2008, quando dopo aver vinto con un deciso 3-0 la semifinale contro l'Armani Jeans Milano, attende di sapere quale sarà la sua sfidante in finale.

* * *

La data storica è quella del 27 Maggio 2003, perché per la prima volta la Società biancoverde è impegnata in una gara di semifinale scudetto.
Il parquet è quello di Treviso, l'avversario il Benetton di Ettore Messina, campione d'Italia e vicecampione d'Europa in carica.
Partiti ad handicap, praticamente doppiati nel primo quarto, il commovente Ford (30 punti) e compagni reagiscono con indomito orgoglio e mettono alla frusta lo squadrone veneto, tanto da vincere i successivi tre quarti, che non sono tuttavia sufficienti per chiudere in testa un match che Treviso si aggiudica 91-89 grazie a un Marcelo Nicola autore di 26 punti in 23 minuti, con medie al tiro da killer.

E', come dicevamo, il debutto mensanino nelle semifinali per il tricolore, che negli anni a seguire diverranno abituale terreno di caccia grossa.
Persa infatti 3-1 quella col Benetton, le successive 9 saranno tutte appannagio biancoverde.
Tra queste annoveriamo sei 3-0; un 4-1; un 3-1; un 4-3.
Vittime saranno per due volte ancora Treviso e la Virtus Roma, una volta ciascuna Pesaro, Milano, Cantù, Sassari e Varese.

Simone Pianigiani chiuderà la sua esperienza da capo allenatore senese forte di un record di 18 vittorie contro una sola sconfitta in gare di semifinale.
Suo anche il record di 18 vittorie consecutive, dopo lo stop casalingo al debutto contro la Lottomatica Roma (anno 2007, gara 1).
Una di queste 18 vittorie è particolarmente gradita a Simone, perché cade nel giorno del suo quarantaduesimo compleanno. E' il 31 Maggio 2011 e in gara 1 la sua Montepaschi batte la Benetton 79-58 (tutti a segno gli undici mensanini scesi in campo e straordinario lavoro difensivo corale che manda in confusione il gioco d'attacco di Repesa).

* * *

Altre due volte però Pianigiani aveva festeggiato il compleanno in panchina, ma da vice allenatore.
Nel 2003, fiduciario di Ergin Ataman, si era preso il lusso di festeggiare a Treviso, dove vincendo 86-74 (Ford 24 punti) la Mens Sana sembrava aver riaperto la serie di semifinale.
Poi nel 2004, quando al fianco di Recalcati aveva contribuito a battere 80-70 la Skipper Bologna di Repesa, in quella che era gara 1 di una travolgente finale scudetto, il primo biancoverde, poi vinta 3-0.

* * *

Dieci anni dopo un altro biancoverde passerà il compleanno seduto in panchina.
In verità sarebbe dovuto scendere in campo. Troppo importante la sua presenza, specialmente in una partita del genere, ma un infortunio al ginocchio occorso pochi giorni prima lo toglieva alle rotazioni già da qualche gara.

Così il 28 Maggio 2014 Othello Hunter maledice e stringe i denti in panchina, affidandosi totalmente ai compagni di squadra per il regalo più gradito: il passaggio del turno.
E' la decisiva gara 5 del quarto di finale contro la Grissin Bon Reggio Emilia, che vincendo gara 1 in Viale Sclavo ha messo spalle al muro i biancoverdi che si son dovuti riprendere il vantaggio del fattore campo espugnando poi il PalaBigi in gara 4.

Il capitano Tomas Ress dà fuoco alle polveri nel secondo quarto, perché con un 3/3 dalla lunga distanza accende un 11-0 che è il primo break della partita, dopo che Kaukenas e White avevano maturato il 19-18 con cui la Grissin Bon aveva chiuso in testa il primo quarto.
Tra l'entusiasmo del Palasport il vantaggio nel terzo si dilata a 14 punti, che quasi incredibilmente si riducono a soli 2 a quattro minuti dal quarantesimo.
Poi un misero +1 e col terrore di chiudere lì una storia ultracentenaria, un finale tutto da decidere.

E a decidere, anche per la gioia di Othello Hunter che passa un indimenticabile ventottesimo compleanno, è ancora Ress che prima omaggia il Palasport con una portentosa schiacciata in reverse sul lunghissimo Riccardo Cervi, degna della copertina di un album di figurine Panini, poi nell'azione successiva si prende la vittoria subendo fallo di sfondamento.

La sirena finale sul risultato di 84-79 consegna alla Mens Sana l'ottava semifinale in otto anni e più ancora qualche ulteriore settimana di vita sportiva.
Pochi istanti dopo il bolzanino si concede all'emozionante abbraccio dei tifosi, che lo prendono sulle spalle per portarlo in trionfo.
Nonostante i mille e più successi grandi e piccoli, da decenni un biancoverde non riceveva un omaggio simile.

per gentile concessione di Alessia Bruchi Fotografia



***




















Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (55) Asciano (34) associazione (60) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (25) città (13) Coldebella (2) Colle (38) Comune (19) consorzio (70) Costone (44) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Finetti (1) Fortitudo (1) Frullanti (115) giovanili (36) Grandi (36) Griccioli (12) inchiesta (70) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (30) Maginot (1) maglia (5) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (142) mercato (89) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (8) palazzetto (3) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (52) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (65) Serie A (3) Sguerri (22) società (81) sponsor (27) statistiche (105) storia (48) sul campo (573) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (103) titoli (21) trasferte (22) Virtus (57) Viviani (3)