lunedì 3 giugno 2019

Basket City: Il Costone deraglia sul finale, Arezzo vìola il PalaEstra

“Boulevard of broken dreams”. È il titolo di una canzone dei Green day ma anche quello che sta diventando Viale Sclavo per le squadre senesi di pallacanestro. Non ci riferiamo necessariamente alla Mens Sana, dove la situazione continua a essere tra il dramma e il paradosso, ma a tutte le altre compagini cittadine che hanno militato quest’anno al PalaEstra. Un palazzetto che non ha portato bene e non ha regalato gioie né alla Virtus, battuta da Montecatini nella decisiva gara-3 di playout (con conseguente retrocessione), né tantomeno al Costone, battuto nel terzo atto della serie finale dei playoff di C Silver da Arezzo: 72-59 il punteggio finale in favore degli amaranto, adesso in vantaggio 2-1 nella serie e ad un solo successo di distanza dalla promozione.

Sono stati gli ultimi 3’ di partita a risultare decisivi in gara-3: è in quel frangente che il Costone ha letteralmente deragliato, complici anche le uscite per raggiunto limite di falli di Angeli, Catoni e Bruttini, subendo così il break finale di Arezzo (11-0) che ha definitivamente regolato i conti dopo una partita intensa ed equilibrata. Come del resto è sempre stata questa finale.

Per i ragazzi di coach Braccagni un vero e proprio peccato: il rammarico più grande è forse per le precedenti fasi dell’incontro dove il team della Piaggia era riuscito anche a costruire un discreto vantaggio. Salvo poi farsi recuperare dalla squadra di Serravalli, bravo a pescare dal cilindro le grandi prestazioni al tiro Dolfi e Cutini (rispettivamente 18 e 22 punti) in una serata in cui il lituano Kirlys si è fermato a “soli” 10 punti a referto.

E adesso? Ora il Costone non ha alternative alla vittoria. I gialloverdi dovranno vincere in gara-4 (giovedì 6 giugno, ore 21, si torna a giocare a “casa-PalaOrlandi”) per allungare la serie e giocarsi il tutto per tutto nell’eventuale bella ad Arezzo. Servirà la partita perfetta. Questa serie, del resto, si gioca sul filo del rasoio ed ogni passaggio a vuoto viene pagato caro. Il Costone lo sa bene, basti vedere le sconfitte in gara-1 e 3.

In vista di gara-4 ci sono soprattutto da smaltire le tossine – mentali – del ko subito. È solo togliendosi di dosso tutte queste scorie che il Costone potrà cercare di dare l’assalto ad Arezzo, con la ferma convinzione che l’avversario non è assolutamente imbattibile. Benincasa e compagni dovranno giocare con la mente sgombra di chi ormai non ha più nulla da perdere: l’impresa è assolutamente possibile, l’ultima parola non è ancora detta.


RISULTATI
- Playoff Serie C, finale: gara-1 Arezzo-Costone 73-65; gara-2 Arezzo-Costone 85-88 (dts); gara-3 Costone-Arezzo 59-72.
PROSSIMI INCONTRIPlayoff Serie C, finale: gara-4 giovedì 6 giugno, ore 21, Costone-Arezzo (@PalaOrlandi).



***



















1 commento:

gli argomenti

altre senesi (65) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (10) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (20) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (34) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (49) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (72) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (90) titoli (21) trasferte (22) Virtus (30) Viviani (3)