lunedì 20 maggio 2019

Basket City: Sventola bandiera gialla, Costone in finale con Arezzo per la promozione in C Gold

Sono circa 80 i chilometri che dividono Siena e Arezzo. Ed è su questa distanza che si giocheranno le finali playoff del campionato di Serie C Silver che incoroneranno la seconda squadra promossa in C Gold dopo Prato, dominatrice della stagione regolare. Una tra Costone e Arezzo salirà di categoria. Per la squadra della Piaggia un bel traguardo ma al tempo stesso anche un grande sogno, da conquistare in una finale stra-meritata e tutta da giocare.
 
Ebbene sì, il Costone è in finale playoff. Ci arriva grazie ad un notevolissimo e costante percorso di crescita, manifestato ai massimi livelli nell’ultimo quarto di stagione e nei primi due turni di post-season. La bella della serie semifinale con Livorno, vinta in maniera perentoria (83-62 il risultato), è lì a dimostrarlo. Così come a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto da coach Francesco Braccagni e da tutti i suoi collaboratori ci sono i risultati degli ultimi 3 mesi circa: in 15 partite, 2 sole sconfitte.

***

A impressionare del team gialloverde è soprattutto la solidità del gruppo e la capacità di tirare fuori risorse importantissime da tutti gli effettivi. Prendiamo ancora ad esempio gara-3 contro Livorno: con un Luigi Bruttini in serata non propriamente positiva (complici le difese labroniche e qualche acciacco subito in gara-2), a realizzare canestri importanti e decisivi sono stati prima Catoni e Tognazzi, poi Panichi, Chiti e Angeli, insieme al sempre presente Duccio Benincasa (spostato spesso anche nel ruolo di guardia con un ottimo Ceccatelli in cabina di regia).

Poi la difesa: chiudiamo l’analisi della semifinale ribadendo la straordinaria qualità del gioco in fase di non possesso del Costone capace, grazie proprio alla difesa, di rifilare un 20-0 di parziale alla Libertas all'inizio del terzo periodo. Mettiamo in fondo la difesa non certo in ordine d’importanza ma per rimarcare che è stato quello il fattore che ha deciso la bella con Livorno: a turno Catoni, Chiti e Angeli si sono spesi in maniera incredibile su Niccolai, adeguandosi alla maggiore fisicità del lungo avversario e facendolo progressivamente uscire dal match. Adeguamenti e continue rotazioni che, impostante magistralmente da Braccagni, hanno dato frutti preziosi anche nel settore degli esterni.

Insomma, segnali molto positivi per la società guidata dal presidente Montomoli e che, sostanzialmente, dimostrano solo una cosa: grazie a tutte queste doti, unite a grinta e tenacia incredibili, il Costone si presenta alla finale playoff con la consapevolezza di aver fatto tanta strada per esserci ma anche con la determinazione di poter raggiungere un obiettivo che, a inizio stagione, non era neppure nei sogni dei più ottimisti tifosi gialloverdi.

***

Di fronte c’è Arezzo, squadra forte ma non molto distante dal Costone se si guardano i valori assoluti dei due collettivi. La Sba (Scuola Basket Arezzo) è una società ambiziosa che un anno fa cercò di fare il salto in C Gold. Partì come grande favorita dei playoff ma venne eliminata subito ai quarti di finale. Quest’anno la società del presidente Mauro Castelli partiva non con meno ambizioni, ma i piedi più piantati a terra e con meno proclami o clamori. Anche perché Prato ha messo tutti d’accordo vincendo per distacco il campionato. Arezzo ha comunque centrato alcune importanti individualità che hanno fatto crescere tutto il gruppo. Un nome su tutti: il lituano Laurynas Kirlys (guardia, 1.92 di altezza), dominante nella semifinale stravinta contro Colle e bocca di fuoco principale della squadra guidata da coach Omar Serravalli. Oltre a lui, occhio a Raul Giommetti e Lorenzo Dolfi sotto canestro ma anche a due ali che sanno marcare presenza, sia in attacco che in difesa, quali Matteo Cutini e Carlo Provenzal.

Una nota a parte sul coach, Omar Serravalli (che peraltro, da giocatore, è stato anche alla Mens Sana alla fine degli anni ’80): arrivato sulla panchina amaranto a gennaio, dopo la sconfitta della SBA alle final-4 di Coppa Toscana contro il Pino Dragons Firenze (Serie C Gold), il tecnico è riuscito a dare e a trasferire la propria identità alla squadra che, nella precedente gestione-Pasquinuzzi, sembrava registrare qualche problema. Specie in difesa. Coach Serravalli ha così aumentato l’intensità e i ritmi della compagine aretina che oggi predilige giocare in velocità e, se possibile, in contropiede.

***

In stagione regolare il Costone ha sempre battuto Arezzo: 63-54 all’andata, 62-58 al ritorno. Pochi numeri ma abbastanza chiari su ciò che servirà al team della Piaggia in questa serie finale: difesa, fisicità e grande attenzione dal punto di vista tattico. Se aumenta il numero di possessi, Arezzo può presumibilmente avere qualche vantaggio. Se i ragazzi di Braccagni riusciranno a gestire i ritmi, l’inerzia potrebbe essere senese.

Poi è una finale, è il momento in cui tutti devono tirare fuori quel quid in più. Chiamateli attributi, chiamatela voglia, chiamatela fame. Nello sport vince sempre chi dimostra di avere più volontà e determinazione nel raggiungere un obiettivo. Specie in una serie che si giocherà al meglio delle 5 partite: Arezzo ha il vantaggio del fattore campo, gara-1 (domenica 26 maggio) e gara-2 si giocheranno in terra chianina, al PalaOrlandi gara-3 e l’eventuale gara-4, in caso si bella si tornerà ancora in casa della Sba.

***

RISULTATI - Playoff Serie C, semifinale gara-3: Costone-Livorno 83-62.
PROSSIMI INCONTRI Playoff Serie C, finale gara-1: domenica 26 maggio, ore 18:30, Arezzo-Costone. Gara-2: giovedì 30 maggio, ore 21, Arezzo-Costone. Gara-3: domenica 2 giugno, ore 20:30, Costone-Arezzo (@PalaEstra). Eventuale gara-4: giovedì 6 giugno, ore 21, Costone-Arezzo (@PalaOrlandi). Eventuale gara-5: domenica 9 giugno, ore 18:30, Arezzo-Costone.



***



















Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (65) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (10) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (20) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (34) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (49) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (72) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (90) titoli (21) trasferte (22) Virtus (30) Viviani (3)