venerdì 15 febbraio 2019

Nun pò finì così

"E' finita". Sarà capitato a tutti in questi giorni di leggere, o di scrivere, di sentire, o di leggere, che ora è proprio finita. Ma c'è chi in palestra continua ad allenarsi, in ufficio continua a lavorare. Sì, è vero, oggi è finita un po' più di ieri, e domani un po' più di oggi, perché ogni giorno ci sono passi in una direzione sola che non lasciano speranze sul futuro della Mens Sana.

Ma oggi è finita nello stesso senso in cui era finita gii un mese fa, tre mesi fa, sei mesi fa, nove mesi fa (1) (2) (3), un anno fa (1) (2) quando alcuni dei germi che hanno portato fin qui erano già palesi. Sarà finita davvero quando non ci sarà più un pallone che rimbalza. Vediamo, a norma di regolamento, cosa dovrebbe succedere per arrivare a quel punto prima della fine fisiologica della stagione.

Una parte del regolamento che la Mens Sana conosce bene è l'articolo 1.10 della delibera sui Contributi a carico delle società non professionistiche. La Mens sana lo conosce bene perché è quello che sancisce i tre punti di penalizzazione in caso di pagamento delle tasse federali con un ritardo tra l'ottavo e il quattordicesimo giorno. Dopo il quattordicesimo giorno di ritardo nel pagamento delle tasse federali alla sanzione economica si aggiunge l'esclusione dal campionato. La prossima rata, corposa, è in calendario il 5 marzo: se al 20 marzo non fosse ancora stata pagata, la Mens Sana sarà esclusa dal campionato (finora non ci si è mai spinti oltre l'ottavo giorno di ritardo).

E' abbastanza esauriente l'articolo 52 del Regolamento di Giustizia. Il comma 7 richiama l'esclusione dal campionato per il citato ritardo oltre i 14 giorni per le tasse federali. Il comma 2 cita un'altra casistica, quella di chi non ottempera all'obbligo di partecipazione ai campionati giovanili. La Mens Sana per rispondere agli obblighi di partecipazione (quattro squadre di cui due Eccellenza) ha due squadre Eccellenza (Under 15 e 16) e altre quattro squadre. C'è uno dei gruppi giovanili in cui stanno maturando potenziali defezioni, anche se l'integrazione con ragazzi dei gruppi di età inferiore dovrebbe essere sufficiente a garantire i numeri per continuare a partecipare ai campionati.

L'articolo 16 del Regolamento Esecutivo Gare sancisce che cosa succede se non si scende in campo: la prima volta si perde 0-20, la seconda gara non disputata è considerata automaticamente ritiro definitivo dal campionato. La Società nell'anno sportivo successivo può iscriversi ai soli campionati a libera partecipazione. Che è poi quello (la perdita di qualsiasi diritto sportivo e la possibilità di partecipare nella stagione successiva solo a campionati a libera partecipazione) previsto anche dall'articolo 56 del Regolamento di Giustizia per chi rinuncia, si ritira o è escluso dal campionato, oltre alle sanzioni pecuniarie.

***

Ci sono poi tutti i casi di esclusione dal campionato relativi ai cumuli di penalizzazione. Provando a trovare la quadra tra norme diverse, apparentemente incoerenti a seconda dei regolamenti e degli articoli che si esaminano, e probabilmente lacunose, una sintesi auspicabilmente corretta dovrebbe essere l'esclusione dal campionato al raggiungimento di:

- 7 punti di penalizzazione per ritardati versamenti delle rate di tasse federali (ma resta da pagare "solo" la quinta, mentre le sanzioni sulla sesta andrebbero comunque sulla stagione successiva, quindi questo sicuramente non succederà) - articolo 52 comma 7 del Regolamento di Giustizia

- 9 punti di penalizzazione per ritardo oltre i cinque giorni nel deposito delle liberatorie dei tesserati attestanti il pagamento degli emolumenti (la sanzione è di 1 punto per ogni mensilità per cui la società non presenta documentazione completa; anche questo sicuramente non succederà, non solo perché non ci sono 9 mensilità davanti, ma anche perché le inadempienze successive al 1° marzo comportano una penalizzazione sulla stagione successiva) - articolo 122 comma 4 del Regolamento Organico

Possono arrivare altri tipi di penalizzazione:

- morosità, 1 punto sulla stagione successiva per ogni procedimento di arbitrato o ingiunzione (i famosi lodi) non estinto nel termine ultimo fissato dal Consiglio Federale.
E' abbastanza attuale: l'ultimo stato di morosità, dichiarato dalla Fip per 5 lodi esecutivi non onorati, ha il suo termine fissato nel 4 marzo, senza pagamenti entro quella data possono arrivare 5 punti di penalizzazione - articolo 53 del Regolamento di Giustizia

- fideiussione, 2 punti nel campionato in corso ogni 15 giorni oltre il 35° dal mancato reintegro di una fideiussione escussa (se non reintegrata entro 20 giorni c'è un'ammenda, dopo ulteriori 15 giorni scatta la penalizzazione di 2 punti, poi altri 2 dopo ulteriori 15 giorni, e così via).
Hanno diritto a escutere la fideiussione la lega e i soggetti (tesserati, procuratori, altre società) i cui lodi esecutivi non siano stati onorati nei tempi stabiliti (ci si ricollega al punto precedente) - articolo 1.3.1.4 delle Disposizioni Organizzative Annuali

Questi due tipi di penalizzazione non significano l'esclusione dal campionato in corso, ma la morosità comporta la revoca della affiliazione al termine del campionato e l'esclusione dal diritto di partecipazione ai campionati federali (articolo 139 comma 2 del Regolamento Organico, in coerenza col citato articolo 56 del Regolamento di Giustizia). Il futuro della Mens Sana appare già segnato, ma non finire neanche la stagione sarebbe la ghigliottina sulla storia.


  
***
   


   











2 commenti:

  1. In cosa siamo così diversi da Cantù?
    Piccola città
    Società di basket storica
    Debito societario imponente (forse superiore al nostro)
    Tifosi appassionati
    Proprietà attuale senza quattrini (o almeno, non abbastanza per permettersi l’attuale squadra)

    Ma nel caso Lombardo non solo la squadra continua ad esistere ma dietro al salvataggio lavorano costantemente le istituzioni locali con la benevolenza della federazione tutta..... e forse sono pure riusciti ad assicurarne il futuro....

    Qui da noi...... tutto quanto succede passa sotto traccia a parte il malessere denunciato dai tifosi e da pochi giornalisti.... con lo scarso interesse delle istituzioni che si sono limitate a poche, troppo poche, parole sforzate senza provare a fare nulla di concreto per salvare una parte importante della storia sportiva della città.

    Perché?
    Perché qui non é possibile pensare di avere impegno ed attenzioni come a Cantù?

    PS = il precedente salvataggio é stato frutto di un grande sacrificio economico dei tifosi, che non possiamo pensare si ripetibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perfettamente d'accordo. per carità, una differenza è che in Serie A cambiano gli ordini di grandezza: girando più soldi, a parità di X euro mancanti il peso specifico dei problemi di bilancio si abbassa.

      ma è vero. nelle mobilitazioni o almeno prese di posizione di questi giorni i grandi assenti sono le istituzioni locali. a fare anche solo un comunicato in cui esprimere preoccupazione, se non sgomento o condanna, non ci sarebbe voluto niente. anche da parte delle opposizioni. nessuno si è sentito libero di parola?

      un'idea più definita forse sarà possibile solo dopo martedì, se è vero che il sindaco riceverà i tifosi della Mens Sana, e ha senso aspettarsi che per la prima volta prenda una posizione pubblica.

      la questione è sul suo tavolo da mesi: il lavoro di ricerca di soggetti interessati sembra essere finito nel vicolo cieco di una proprietà non disposta a parlarne. negli ultimi giorni in verità non è stato chiarissimo chi effettivamente si muovesse per suo conto e chi no.

      i fatti parlano di una presa di posizione sostanziale: cioè non fare niente per venire incontro a questa gestione evidentemente non gradita. non salvare i Macchi deve significare anche non salvare la Mens Sana?

      se i contatti di questi mesi serviranno solo a capire con chi ripartire, non è quello che serve né interessa in questo momento. non sarebbe salvare un patrimonio della città ma un'operazione imprenditoriale per ipotecarne un futuro a cui nessuno in questo momento riesce a pensare, perché non ha senso farlo.

      saremmo tutti felici, e felici di riconoscerne la paternità, se nel cilindro ci fosse finalmente un intervento fattivo. sempre che non si sia fuori tempo massimo: entro 24 ore servono le liberatorie di uno stipendio che ancora non si sa come pagare

      Elimina

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (11) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (34) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (73) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (90) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)