martedì 22 gennaio 2019

Panico da zero a 10: Maria regina di Scozia, la domanda fondamentale, le ragioni e il rispetto

"E benvenute a ste cessioni, belle grosse e per pressioni, e tu che sei, un po' gnà gnà, e dimme un po' che stai a sbloccà"

10 Maria regina di Scozia Un bel film diretto e interpretato senza sbavature che racconta la storia del dualismo tra Maria Stuarda ed Elisabetta I. Non perfetto, con alti e bassi e difetti qua e là, ma che comunque ho di gran lunga preferito alla visione della partita di domenica. Nessuno riuscirà mai a farmi pentire della mia scelta, ho un "Quarantadue" pronto per chiunque ci voglia provare.

9 06/01/2019 "I giocatori sono tutti qua, hanno dei contratti, li devono rispettare: se non ci saranno dei problemi tecnici nessun giocatore andrà via"

8 Trentuno I punti che Poggibonsi ha fatto in più della Mens Sana nella vittoria di domenica contro Certaldo (Serie D). Trentuno. Bravi (loro).

7 Douglas Adams Siamo tutti qui ad arrovellarci: la partita di domenica è stato un segnale alla società? All'allenatore? Il gruppo è ormai perduto? I lodi ci uccideranno? Fa più male il fumo o essere colpiti in piena faccia da un tiro a parabola inesistente di Marino? Tutto tempo perso. La realtà infatti è che tutto si spiega col fatto che in squadra siano tutti palesemente appassionati di Douglas Adams e abbiano voluto omaggiare la sua "Risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l'universo, tutto quanto". Chapeau.

6 Il basket in salute

5 Calendario Le prossime tre partite sono nell'ordine contro la quarta e la sesta forza del campionato, seguite dallo scontro diretto con Cassino. E io di questi tempi ormai annuso lo psicodramma nell'aria anche a distanza di settimane.

4 Diliegro Il nome uscito in questi giorni come possibile sostituto di Poletti (a patto che siano sanati tutti i lodi esecutivi però). A prescindere dal fatto che si tratti probabilmente dell'unico nome decente libero sul mercato, penso comunque sia come sostituire un paio di mutande con un incerato di plastica: lo puoi fare, è anche funzionale allo scopo, ma non è proprio la stessa cosa.

3 Elenco di cose più utili del Consorzio in questo momento storico:

  • Un cartone animato su Celentano
  • La carriera discografica di Anna Tatangelo
  • Il singhiozzo
  • Un biopic su Achille Lauro
  • Lino Banfi all'Unesco



2 Dichiarazioni Quelle di Moretti che dopo una partita finita ai 42 punti parla di contenuti tecnici mentre tutto attorno brucia. Le palle perse e i rimbalzi saranno stati sicuramente un problema, resta il fatto che questa squadra un mese e mezzo fa insegnava basket alla prima in classifica, e questa trasformazione non la si spiega con perse e rimbalzi.

1 Ragioni Quelle un po' confuse che traspaiono dal comunicato con cui si è salutato Poletti. In cui si accenna al buyout definendolo vantaggioso ma poi si vira subito sul fatto che siano state decisive le pressioni dell'entourage del giocatore. Se ha prevalso il primo aspetto allora non ha il minimo senso cercare qualcun altro, visto che si tratterebbe di pagare uno stipendio quando si vendono giocatori per il buyout e, soprattutto, quando ci sono delle importanti scadenze davanti da rispettare. Se invece a far pendere l'ago della bilancia per l'addio è stato davvero l'entourage del giocatore ci si chiede se davvero basti questo per salutare uno dei giocatori più importanti del roster, uno su cui ci si era basati per costruire la squadra in estate, non proprio il primo che passava.

0 Rispetto Chi ha letto queste righe nelle scorse settimane sa bene che il momento di crisi della Mens Sana sul campo è sempre stato compreso e giustificato visto quello che succedeva fuori. Ora però la squadra si è messa nella condizione di non essere più difendibile. Perché ci sono tutte le ragioni per essere arrabbiati (e io ho lavorato abbastanza senza stipendio per capirlo), ma a tutto c'è un limite. Quello che è successo domenica è una mancanza di rispetto nei confronti di tifosi che nell'ultimo mese e mezzo sono venuti a sostenere la squadra a prescindere. Tifosi che hanno pagato biglietti o abbonamenti finanziando squadra e società, tifosi che vorrebbero solo vedere delle partite, delle vittorie, delle sconfitte, o più semplicemente della pallacanestro. È brutto lavorare in certe condizioni, ma è anche brutto vedere la propria squadra del cuore comportarsi in questo modo su un campo da gioco, considerando che, senza tifosi a sentirne la mancanza, questo giochino della prima squadra può anche chiudere domani.



***
   












Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (59) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (15) Catalani (3) città (10) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (15) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (61) giovanili (32) Griccioli (12) inchiesta (68) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (28) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (1) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (47) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (70) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (495) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (88) titoli (21) trasferte (22) Virtus (30) Viviani (3)