lunedì 11 febbraio 2019

Basket City: Cuore Virtus. Grande vittoria e playout più vicini. Coraggio Poggibonsi in D

Missione compiuta. Dopo 10 sconfitte la Virtus ritrova la vittoria battendo Montecatini al PalaCorsoni per 82-69. Prestazione super per la squadra di coach Maurizio Tozzi che, complice la sconfitta di misura di Domodossola contro Valsesia, allunga in classifica rispetto all’ultimo posto facendo così un deciso passo in avanti verso i playout.

Del resto c’era grande attesa per il match contro il team termale e, in questo contesto, il collettivo virtussino non ha tradito le aspettative: un successo voluto e ottenuto da un gruppo che ha saputo far quadrato nelle difficoltà (e contro Montecatini c’era anche da fare i conti con l’assenza di Imbrò). Insomma, una vittoria di cuore oltre che di tecnica. Più in generale si tratta di un’affermazione di cui c’era tanto bisogno e che, soprattutto, può e deve far prendere tanto coraggio a questa Virtus in vista dei prossimi impegni stagionali.


IL GIOCATORE DELLA SETTIMANA

Sono tanti i protagonisti della vittoria contro Montecatini. Ci sono le super prestazioni di capitan Federico Bianchi, che ha chiuso con 21 punti a referto, e di un Alessandro Nepi (19 e 6 assist) sempre più padrone dei gioco anche in cabina di regia. C’è però da parlare di uno stoico Alessandro Pucci che ha lottato tutta la partita con i problemi alla caviglia per un brutto movimento dell’articolazione nei primi minuti di gioco. Alessandro Pucci è diventato così il simbolo di una grande Virtus che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, grazie alla capacità di tutto il collettivo rossoblù di lottare contro tutto e tutti, portando a casa due punti di fondamentale importanza per la classifica e la stagione. Pucci era stato tra i migliori nel recupero infrasettimanale contro Borgosesia e l’infortunio patito in avvio di gara non lo ha fermato.

Pucci, come molti suoi compagni, è un rookie in Serie B ma sta dimostrando grande capacità di crescita e adattamento e, soprattutto, una grande voglia di affermarsi anche nella nuova categoria. Come molti altri componenti del roster rossoblù cerca di adattarsi alle varie situazioni tattiche che si presentando sul parquet: così spazia tra i ruoli di 3, 4 e in alcuni casi anche 5, cercando sempre di portare il suo contributo alla causa virtussina. Ecco, è questo il vademecum che deve accompagnare la squadra guidata da coach Tozzi da qui fino alla fine della stagione. Il percorso non è affatto semplice ma ancora pieno zeppo di difficoltà: solo con un atteggiamento di questo tipo, con la capacità di affrontare di petto gli ostacoli e cercare di superarli tutti insieme, da squadra, questa Virtus potrà ancora togliersi delle soddisfazioni alla ricerca di una salvezza complicata, difficile da conquistare, ma ancora assolutamente alla portata. Se, come sembra, playout saranno, è questa la squadra che il popolo rossoblù e tutta Siena vorranno veder scendere in campo.


IL TEMA DELLA SETTIMANA

Se contro Pavia, Valsesia e Montecatini era lecito attendersi almeno un successo per la Virtus, adesso arrivano tre incontri decisamente più ostici per la Sovrana. Si parte dalla sfida a Piombino, autentica rivelazione del campionato e attuale capolista del girone insieme a Omegna e San Miniato. Seguiranno gli incontri con Sangiorgese (in casa) e Varese (in Lombardia), due squadre in lotta reciproca per un piazzamento playoff. Un calendario difficile come pochi per i ragazzi di Tozzi ma, al tempo stesso, un trittico di partite che permette di misurarsi con 3 grandi avversari con l’obiettivo di migliorarsi ancora. E’ chiaro che le quotazioni della vigilia vedono la Virtus sfavorita ma, nello sport, mai dire mai. Limitarsi a guardare il risultato sarebbe riduttivo. Occorre affrontare gli incontri con la voglia di lavorare sui propri limiti, cercando quanto più possibilmente di superarli. Il vero obiettivo deve essere fissato a marzo, dopo la pausa per la Coppa Italia di categoria, guardando alla partita di Cecina del 17 marzo e allo scontro interno con Domodossola del 23. Solo in quel momento si potrà tracciare una mini-linea di demarcazione della stagione virtussina, con la speranza di poter iniziare a pensare definitivamente ai playout. Insomma, il meglio deve ancora venire…


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

Se la vittoria con Montecatini ha incoraggiato la Virtus, lo stesso si può e si deve dire per il successo di Poggibonsi su Castelfiorentino nel derby valdelsando del Bernino: 83-75 il risultato finale. La squadra guidata da coach Romanelli continua nella sua ricerca della definitiva quadratura del cerchio, visto che ancora manca continuità di risultati. La speranza è che il successo con Castelfiorentino possa innescare una scintilla positiva che faccia svoltare definitivamente la stagione poggibonsese. Segnali incoraggianti erano arrivati nelle settimane scorse, sia dalla vittoria con Certaldo che dalla sconfitta con la capolista Grosseto visto che, contro la Gea, Poggibonsi aveva condotto l’incontro per larghi tratti. La classifica è corta e i playoff sono assolutamente alla portata. E adesso arriva una serie di partite di fondamentale importanza per il team valdelsano: si parte dalla trasferta a San Giovanni Valdarno, casa dell’Alberto Galli, dove ci sarà da affrontare un’autentica battaglia, si prosegue con le sfide a Valdambra e Buratti Firenze. Uscire da questi incontri con una serie di risultati positivi rappresenterebbe sicuramente il viatico per far rilanciare definitivamente l’annata di Poggibonsi. Le potenzialità per farlo ci sono tutte.

Passando alle altre, in Serie C Silver, il Costone lotta e mette più di un’apprensione alla capolista Prato ma, alla fine, la squadra di Braccagni deve rendere l’onore delle armi al team laniere che passa al PalaOrlandi per 82-78. Prosegue invece la marcia di Colle che cala il poker: quarta vittoria consecutiva per i ragazzi di coach Pacini (su 4 partite disputate nel girone di ritorno) che continuano la loro marcia, aggangiando Quarrata a quota 24 punti ma lasciando ai pistoiesi il secondo posto in classifica, a causa dello scontro diretto perso all'andata. Infine, e siamo tornati in Serie D, prosegue il momento no di Asciano, alla seconda sconfitta consecutiva, riportata nello scontro diretto di Calenzano: un ko tutto sommato indolore per la classifica del team delle Crete che comunque mantiene il terzo posto a discapito dei fiorentini, in virtù di una migliore differenza canestri nel computo tra andata e ritorno.

RISULTATI - Serie C. Costone-Prato 78-82; Audax Carrara-Colle 67-72 (Classifica: Colle 3°, 24 punti; Costone 9°, 16 punti). Serie D. Poggibonsi-Castelfiorentino 83-75; Calenzano-Asciano 62-56 (Classifica: Asciano 3°, 26 punti; Poggibonsi 10°, 18 punti).

PROSSIMI INCONTRI - Serie C. Domenica 17 febbraio, ore 18: Costone-Arezzo; 18:30: Colle-Livorno. Serie D. Sabato 16 febbraio, ore 21:15: Alberto Galli San Giovanni-Poggibonsi; domenica 17 febbraio, ore 18:30: Asciano-Valbisenzio.


  
***
   

   











Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (50) Asciano (18) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (8) città (12) Coldebella (2) Colle (22) Comune (18) consorzio (69) Costone (28) Costone femminile (4) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (83) giovanili (36) Grandi (5) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (101) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (11) Pianigiani (4) Poggibonsi (15) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (45) Serie A (3) Sguerri (14) società (77) sponsor (27) statistiche (105) storia (4) sul campo (524) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (96) titoli (21) trasferte (22) Virtus (39) Viviani (3)