lunedì 11 marzo 2019

Basket City: A Siena si gioca ancora. Virtus, mente al D-day. Poggibonsi-Asciano: derby in D

C’è quasi imbarazzo nel dover tornare a scrivere e parlare di basket giocato. Sì perché nella follia e nella vergognosa situazione della Mens Sana, vera e propria onta che sta subendo la Siena del basket davanti agli occhi dell’Italia intera, ci sono società che continuano a portare avanti i loro progetti cestistici con grande dignità e applicazione. Al di là dei risultati, che possono venire o meno, c’è da dire grazie a queste squadre perché semplicemente stanno facendo quello che sarebbe scontato fare: scendere in campo portando il nome della loro città.

Tra queste c’è la Virtus, tornata a disputare una gara ufficiale di campionato (ne mancano ancora 6 alla fine della stagione regolare) dopo la sosta per la Coppa Italia di Serie B. Rossoblù battuti a Varese dalla Robur et Fides per 61-55, al termine di una partita estremamente incerta ed equilibrata fino alla fine. Virtus che può recriminare per non essere riuscita a graffiare come avrebbe potuto nei momenti chiave del match (subendo la maggiore esperienza dei lombardi nel decisivo finale di partita) ma che può rincuorarsi, stanti i miglioramenti - costanti e palpabili - da parte del gruppo guidato da coach Maurizio Tozzi. Una buona base di partenza da cui ripartire in vista dei due importantissimi match che attendono le Vu senesi: prima la trasferta a Cecina e poi la partita della verità del 23 marzo contro Domodossola. Domodossola che continua a perdere (contestualizzando la situazione, a Pavia), rendendo tutto sommato accettabile la sconfitta di Varese per il team senese.


IL GIOCATORE DELLA SETTIMANA

È una Virtus che ha saputo cambiare faccia in corso di stagione. Cercando di evolversi. Un passaggio obbligato e necessario, visto che le vittorie ottenute fino a questo momento sono solo 3, ma un fattore che a tempo stesso non va banalizzato. Un discorso, questo, che vale per il collettivo rossoblù ma che necessariamente può essere traslato ai singoli. Per questo, il giocatore della settimana diventa Stefano Simeoli, centro atipico in forza alla Virtus, ma giocatore di grande carattere e applicazione, dotato di buona fisicità e di una discreta tecnica. Dopo essere stato trascinante nella passata stagione, quella della promozione, Simeoli ha visto ridursi il suo minutaggio nell’annata in corso, anche per effetto della maggior concorrenza nel settore lunghi. Il messaggio chiave deve essere un altro però: la situazione della Virtus deve far sentire ogni giocatore un pezzo importante degli ingranaggi di squadra, nessuno escluso. Ogni minuto speso sul parquet deve essere un contributo in termini di qualità e quantità per la squadra. Simeoli lo sa e sta provando a farlo ogni singolo incontro. Lavorando con questa mentalità tutta la squadra potrà arrivare in maniera decisamente più convinta ad affrontare il D-day con Domodossola.


IL TEMA DELLA SETTIMANA

Nel girone di andata, contro Cecina, arrivò la seconda vittoria stagionale per la Virtus. Nel prossimo turno, i ragazzi di Tozzi si troveranno di fronte una squadra profondamente diversa, sia come mentalità che a livello di effettivi componenti del roster. Cecina ha svoltato ed è una delle formazioni maggiormente in forma del campionato, non è nemmeno una lontana parente di quella che si trovava a lottare con Virtus e Domodossola per evitare l’ultimo posto nella prima parte di stagione: i livornesi sono scappati e nel loro mirino c’è adesso Montecatini, con l’obiettivo di riaprire la classifica e guadagnare una posizione nella griglia playout. Vien da sé che quello di Cecina sarà un test molto probante per la Virtus per cercare di migliorare la propria condizione e limare i difetti in vista della partita della verità con Domodossola. Senza precludersi niente, ovviamente, visto che due punti darebbero una discretissima boccata d’ossigeno per la classifica virtussina, abbassando la pressione sui rossoblù in vista del successivo e vitale incontro.


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

È una serie D apertissima. Grosseto a parte, è bagarre totale per la corsa playoff e «in mezzo al buglione» ci sono le due senesi, Poggibonsi e Asciano, pronte a darsi battaglia nel derby del prossimo turno (palla a due alle ore 18 di domenica 17 marzo al Bernino). Squadre che vengono da momenti decisamente opposti. Partiamo dagli ospiti: Asciano nel girone di ritorno ha dilapidato il vantaggio costruito in classifica nella prima metà di stagione. Gli infortuni, tanti, e un deciso calo di forma hanno fatto perdere terreno alla squadra di Locatelli, spesso trovatosi a scendere in campo con rotazioni accorciatissime proprio a causa delle defezioni d’infermeria. Ne è venuto fuori un periodo nero con ben 6 sconfitte consecutive, interrotto dalla vittoria nell’ultimo turno con Biancoverde Firenze per 62-51. Un successo coinciso con il rientro di alcuni infortunati e che rilancia il morale del team delle Crete in vista del derby con Poggibonsi.

In Val d’Elsa si aspetta con grande attesa la partita con Asciano, vero e proprio spartiacque della stagione. In caso di successo, Poggibonsi otterrebbe la sua quinta vittoria consecutiva e si rilancerebbe definitivamente in ottica playoff. Agganciando Asciano e altre contendenti, riaprendo i discorsi di post-season per molte squadre (la classifica è cortissima). Del resto lo avevamo detto in più di una circostanza: se Poggibonsi trova la continuità può dare del filo da torcere e giocarsela con chiunque. E le vittorie - soprattutto da quella con Val d'Ambra -  sembrano avere dato una decisa spinta in avanti ai ragazzi di Romanelli. In quest’ottica il derby con Asciano mette in palio un’elevatissima posta: sarà una grande battaglia sportiva.

Chiudiamo il discorso minors con la Serie C e con i momenti di Colle e Costone. Senesi reduci da due convincenti vittorie consecutive e sempre più in corsa per i playoff. Le quotazioni dei ragazzi di Braccagni sembrano in decisa crescita, la zona playoff è stata agganciata, c'è da difendere la posizione fino alla fine. Dal canto suo, invece, Colle attende di recuperare il match con Quarrata per dimenticare il ko subito contro la capolista Prato. Sconfitta tutto sommato indolore per la squadra di Pacini, superata solo momentaneamente al secondo posto in classifica da Fucecchio e Minibasket Carrara.

RISULTATI - Serie C. Prato-Colle 78-64; Costone-Alberto Galli 93-54; Pescia-Costone 66-76 (Classifica: Colle 4°, 26 punti; Costone 7°, 22 punti). Serie D. Asciano-Laurenziana 59-61; Buratti Firenze-Poggibonsi 55-70; Certaldo-Asciano 77-67; Poggibonsi-Campi Bisenzio 68-59; Firenze 2-Poggibonsi 63-81; Asciano-Biancoverde Firenze 62-51 (Classifica: Asciano 6°, 28 punti; Poggibonsi 8°, 26 punti).
PROSSIMI INCONTRI - Serie C. Martedì 12 marzo, ore 20.45: Colle-Quarrata. Domencia 17 marzo, ore 18: Meloria Livorno-Colle; Costone-Audax Carrara. Serie D. Domenica 17 marzo, ore 18: Poggibonsi-Asciano.



***
   





   










Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (11) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (34) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (73) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (90) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)