lunedì 14 ottobre 2019

Mai dire Gold: Virtus, rimonta da annali. Chiusi a valanga

Vittorie dovevano essere e vittorie sono state. Seppur con storie molto diverse tra loro. Da batticuore il successo della Virtus ad Altopascio con rimonta finale dal -15 (in 5 minuti!) e canestro decisivo sulla sirena di Casoni. Agile e in scioltezza, invece, l’affermazione del San Giobbe Chiusi che annichilisce Montale con un perentorio 109-45.


QUI VIRTUS

Con un 68-53 sul tabellone a meno di 5’ dalla sirena dell’ultimo periodo, sembrava ormai maturare in maniera inesorabile la prima sconfitta del campionato per la Virtus. Poi la grande rimonta dei ragazzi di coach Maurizio Tozzi e l’acuto finale sull’asse Imbrò-Casoni (pick'n roll giocato alla perfezione dai due) che ha portato ad un successo tanto bello quanto importante e, per quello che era stato l’andamento dell’ultimo periodo, inaspettato.

Diversi i fattori che hanno inciso sul risultato: il rientro in campo di Bartoletti, il migliore tra i suoi, che ha dato ordine e dinamicità all’attacco virtussino, insieme ad un paio di canestri importanti di Casoni e Imbrò che hanno rimesso definitivamente in partita tutto il collettivo rossoblù. Da lì in poi tutto è cambiato: Altopascio si è bloccata e la Virtus ne ha approfittato per concretizzare la sua rimonta fino al sorpasso decisivo avvenuto per mano di Casoni proprio sulla sirena finale.

Una vittoria importante soprattutto perché permette alla Virtus di rimanere in vetta alla classifica, ancora a punteggio pieno. E nel prossimo turno c’è proprio lo sconto al vertice con l’altra capolista del campionato, Castelfiorentino. Al di là di questo, la settimana che si è appena aperta risulta di importanza catartica per il sodalizio cestistico di Via Vivaldi: c’è da far tesoro di quel che non è funzionato ad Altopascio, specialmente dal punto di vista difensivo perché certi errori, contro una big come Castelfiorentino, non sono ammissibili o, perlomeno, non ripetibili.


QUI CHIUSI

Decisamente più agevole l’affermazione del San Giobbe: Chiusi si è imposta su Montale con ben 64 punti di scarto. Se non è record poco ci manca! Un risultato che la dice lunga su come la squadra di Andrea Monciatti abbia avuto vita facile contro il team pistoiese: il divario in campo è stato evidentemente troppo.

Ciò non toglie i meriti del San Giobbe: dopo l’esordio stagionale, a tratti un po’ incostante, e il turno di riposo, per Chiusi sono arrivati solo input positivi, specie perché i biancorossi hanno avuto il grande merito di non mollare mai la presa sulla partita – specie a livello mentale – anche quando tutte le situazioni volgevano al meglio. Se a tutto questo si aggiunge che Monciatti ha potuto dare spazio anche alle cosiddette seconde linee, vien da sé il match è stato soprattutto un ottimo test per migliorare la condizione generale della squadra in vista dei prossimi impegni. A partire dalla prossima trasferta in casa di Valdisieve, squadra che nell’ultimo turno è andata a violare un parquet mai facile come quello del Don Bosco Livorno.


LA SITUAZIONE

Come detto, sono rimaste in due in vetta alla graduatoria: si tratta di Virtus e Castelfiorentino (quest’ultima vittoriosa sulla Pielle Livorno per 84-79) che si affronteranno domenica 20 ottobre, alle 18, sul parquet del PalaPerucatti. Ovviamente tutti i riflettori saranno puntati su questa sfida e non solo perché ci dirà chi tra le due rimarrà in testa. Per di più da sola. Match molto importante per la stessa Virtus: misurarsi con una delle pretendenti al successo finale dirà molto di quello che è il potenziale e fin dove possono arrivare le ambizioni stagionali dei rossoblù.

Venendo alle altre, fa notizia il ko subito da Arezzo in casa di Prato, 106-102 il punteggio per i lanieri maturato dopo un tempo supplementare. Un risultato che vuole essere un monito e un avvertimento per tutte le squadre: se anche una corazzata come la SBA arriva con il fiato corto all’overtime significa che tutti, ma proprio tutti, devono sudarsi ogni vittoria sul campo. Questa C Gold rappresenta un test costante, per farsi trovare pronti c’è bisogno di dare sempre il massimo. Certo, anche Prato può essere comodamente inserita tra le big del campionato ma ciò che più conta, specie con l’andare avanti del campionato, è che non esistono incontri banali: in questo contesto, ogni partita rischia di diventare una vera e propria prova di forza.

I risultati
Altopascio-Virtus Siena 72-73 (Bartoletti 17, Olleia 16, Casoni 10)
San Giobbe Chiusi-Montale 109-45 (Kuvekalovic 22, Sabbatino 14, Radunic 10)

I prossimi incontri
Sabato 19 ottobre, ore 18.30: Valdisieve-San Giobbe Chiusi
Domenica 20 ottobre, ore 18: Virtus-Castelfiorentino

La classifica
VIRTUS e Castelfiorentino 6 punti; CHIUSI, Valdisieve, Firenze, La Spezia e Prato 4 punti, Montevarchi, Arezzo, Agliana, Pielle e Don Bosco Livorno 2 punti; Valdarno, Montale e Altopascio 0 punti.




***



Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (50) Asciano (18) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (9) città (12) Coldebella (2) Colle (22) Comune (18) consorzio (69) Costone (28) Costone femminile (4) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (83) giovanili (36) Grandi (6) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (102) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (11) Pianigiani (4) Poggibonsi (15) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (45) Serie A (3) Sguerri (14) società (77) sponsor (27) statistiche (105) storia (5) sul campo (524) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (96) titoli (21) trasferte (22) Virtus (40) Viviani (3)