giovedì 3 ottobre 2019

Continuità e ambizione, incertezze e gioventù: Costone e Colle, due facce della Silver al via

Costone e Colle: sono queste le due senesi protagoniste del campionato di Serie C Silver toscano. Con ambizioni e storie diverse, specie se si guarda all’estate appena trascorsa. Ma con l’auspicio – unanime – di fare bene, cercando di ottimizzare le risorse a disposizione: mezzi e qualità differenti, come diversi sono gli obiettivi delle due squadre.


QUI COSTONE

Dal punto di vista tecnico, in casa Costone, si punta sulla continuità. Si alza l’asticella rispetto all’anno scorso e, pertanto, si punta al risultato grosso: la promozione in C Gold (obiettivo mai dichiarato apertamente della società ma, se si vuole fare meglio rispetto alla passata stagione, è lì che punta il mirino...). Se si guarda alla società, è l’annata dell’ambizione. Come già detto per la Virtus, in una situazione così "in divenire" per la pallacanestro senese, anche il Costone ambisce a ritagliarsi il suo posto alla luce del sole, catalizzando sulla propria attività attenzioni e seguito. Anche a livello mediatico. In questo contesto si pone la strategica sponsorizzazione Nannini che addirittura ha battezzato con il nuovo nome il palazzetto di Montarioso (non più PalaOrlandi ma PalaNannini), così come le collaborazioni instaurate con altre società come Gea Grosseto, Primo Salto e l’ormai storica sinergia e comunione d’intenti con la sezione di basket femminile del Costone.

Sul piano sportivo, come detto, la parola chiave è continuità. Confermato coach Francesco Braccagni, la squadra parte dal suo nucleo storico e cioè dai senatori Bruttini, Benincasa e Filippo Catoni. A questi nomi va affiancato anche quello dell’espertissimo Michele Catoni (classe 1982), di ritorno in giallo-verde dopo la promozione in C1 nel campionato 2000/2001. E non è l'unico ritorno visto che a disposizione ci sono anche Vittorio Zani e Giulio Carnaroli. Conferme sono arrivate poi per Tognazzi, Giulio e Leonardo Chiti (quest’ultimo alle prese con il recupero dopo l’infortunio al ginocchio della scorsa stagione), Angeli, Ceccatelli e Panichi.

Interessante anche il quadro dei giovani su cui il Costone punta per avere alternative valide e soprattutto da valorizzare nel corso dell’annata. Tra questi spicca il nome di Monnecchi (ex Mens Sana), aggregato alla prima squadra insieme ai vari Curti, Carpitella, Picchi e Aiello. Nomi, questi ultimi, che non hanno assolutamente sfigurato in una pre-season non semplice dal punto di vista fisico e costellata anche da qualche infortunio di troppo.

In ogni caso, le danze, quelle vere, si aprono con la prima giornata di campionato che vedrà il Costone impegnato in trasferta a Fucecchio. Difficile stilare un’ipotetica griglia di partenza e ancor più difficile indicare quelle che potranno essere le favorite assolute del campionato. Il campionato di C Silver è storicamente, quasi per sua natura, incerto ed equilibrato fino alla fine. Basti vedere cosa è successo la scorsa primavera quando, da autentico outsider, il Costone ha sfiorato il colpaccio finale, vendendo carissima la pelle contro la stra-favorita Arezzo.

Per poter stare ancora a quei livelli, occorre essere ben connessi a livello mentale, oltre che fisicamente e tecnicamente. A coach Braccagni e al suo staff il compito di proseguire sulla rotta tracciata un anno fa: quella del lavoro, costante, finalizzato a migliorare quanto più possibile i meccanismi di una squadra che, onestamente, non deve porsi limiti. Pur rimanendo con i piedi ben saldi a terra, consapevole della propria forza ma con grande rispetto per tutti gli avversari. Nello sport è così che si cresce, specialmente se si ha ambizione.


QUI COLLE

Dalla semifinale playoff, lottata ma persa contro Arezzo, all’estate più incerta e travagliata. È una Colle rivoluzionata quella che si presenta ai nastri di partenza del campionato. Mesi difficili che hanno visto i giocatori e la società autotassarsi, in primis, e provvedere poi ad una raccolta fondi per avere a disposizione le risorse necessarie per prendere parte al campionato, cercando di coinvolgere autorità e imprenditori della Val d’Elsa.

Oggi Colle si presenta ai nastri di partenza profondamente trasformata a livello di effettivi ma forse, proprio per il vissuto estivo, ancor più solida e coesa a livello di gruppo. Collettivo, quello colligiano, affidato alle mani di coach Marco Meoni, storico tecnico di Poggibonsi dove è nato e cresciuto cestisticamente. Il suo arrivo al PalaFrancioli, dopo tanti derby vissuti sulla panchina avversaria, ha un solo obiettivo: valorizzare e far crescere i tanti ragazzi giovani del roster che, nonostante le difficoltà, hanno tirato avanti la baracca a Colle. E mai come quest’anno è stato veramente così.

Partiti alcuni leader carismatici come Sprugnoli (oggi alla Mens Sana), Moroni e De Giuli (a Poggibonsi), il nuovo capitano è Vincenzo Capaccio, una vita in biancorosso e – pertanto – attaccatissimo alla società valdelsana. Tra i confermati anche Marco Noviello e Valerio Peruzzi. Quest’ultimo è l’anziano del gruppo dall’alto dei suoi 29 anni: un dato che la dice lunga sull’età media del roster colligiano. Giovanissimi anche gli innesti estivi quali Eusepi, ala classe ’99 proveniente dalla Virtus, e i due play Ceccatelli e Ricci. Entrambi prodotti della cantera di Via Vivaldi, il primo viene da un’annata positiva e dalla vittoria del campionato di Promozione con il San Giobbe Chiusi, mentre il secondo è reduce da un’annata complicata vissuta tra le fila del Costone.

Le sorti di Colle passano tutte dalla crescita di questi ragazzi, dalla loro voglia di emergere e dalla capacità di unirsi e compattarsi nell’ambito di un campionato non semplicissimo. Il tallone d’Achille potrebbe essere il fattore-esperienza, per forza di cose deficitario in un roster così giovane. Però, mai dire mai: con voglia di stupire e tanta fame agonistica, Colle può fare buone cose, dimostrando soprattutto di essere squadra vera. 



***



Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (51) Asciano (21) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (12) città (12) Coldebella (2) Colle (25) Comune (18) consorzio (69) Costone (31) Costone femminile (6) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (89) giovanili (36) Grandi (8) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (105) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (3) palazzetto (2) personaggi (12) Pianigiani (4) Poggibonsi (18) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (48) Serie A (3) Sguerri (15) società (78) sponsor (27) statistiche (105) storia (8) sul campo (534) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (98) titoli (21) trasferte (22) Virtus (42) Viviani (3)