lunedì 11 novembre 2019

Mai dire Gold: Virtus al supplementare, Chiusi di rimonta. Senesi al comando

Sono prime, insieme, a dettare il passo in vetta alla classifica. Il campionato di Serie C Gold parla senese dopo le belle e importanti affermazioni di Virtus e San Giobbe: i senesi si sono imposti su Arezzo per 81-78 dopo un tempo supplementare (seconda affermazione al PalaPerucatti all’overtime, dopo quella con Castelfiorentino), mentre Chiusi ha ottenuto la sesta vittoria in altrettanti incontri battendo Agliana in trasferta, grazie ad una strepitosa rimonta nell’ultimo quarto.


QUI VIRTUS

Mai e dico mai dare per scontato un incontro con la Virtus. Se ne è accorta a sue spese anche una grande come Arezzo (fino a questo momento sorpresa in negativo del campionato con appena 2 vittorie nelle prime 7 giornate di regular season): non è bastato alla SBA un primo quarto chiuso in vantaggio per 23-9 perché il grande cuore rossoblù ha subito trovato la maniera di reagire e riequilibrare un incontro che poi ha vissuto di continui strappi, da una parte e dall’altra.

Ad ogni modo, al di là di una cronaca che si per sé ha regalato grandissime emozioni e pathos, quasi logico per una partita decisa al supplementare, ci sono due cose da sottolineare: la prima è che, nell’overtime, i canestri pesanti li hanno messi a segno Ndour e Bartoletti, il giovanissimo asse play-pivot virtussino che, a dispetto dell’età anagrafica, si sta confermando maturo al punto giusto per dire la sua in questo campionato.

La seconda, forse ancora più importante per la squadra di Maurizio Tozzi, è il carattere di questa Virtus. Un cliente scomodo, per chiunque, specialmente tra le mura amiche del PalaPerucatti. È un po’ la conferma di quello che dicevamo a inizio stagione quando si affermava che tutti devono fare i conti con Via Vivaldi in quest'annata: è al tempo stesso la conferma della bontà del processo virtussino e della crescita dei suoi elementi. In tal senso, la vetta della classifica (dopo 7 giornate ancor più importante) è sì un premio per l’ottimo lavoro svolto ma deve essere al contempo anche pungolo e stimolo per continuare su questa rotta. Quella giusta.



QUI CHIUSI

Dimostrazione di forza anche per Chiusi che prosegue, imbattuta, il suo percorso stagionale. In casa di Agliana strepitoso l’ultimo quarto dei ragazzi di Monciatti: 23-8 il parziale degli ultimi 10 minuti. È bastato questo al San Giobbe per venire a capo di una situazione anche abbastanza complicata, se si guarda l’andamento del match nel primo tempo (chiuso sotto di 9 dai chiusini).

Ma anche queste è una dimostrazione della forza del San Giobbe: sì perché una squadra forte, quando serve, sa anche soffrire. Specialmente in parquet difficili come quello di Agliana. Non essersi mai scomposti ed essere venuti a capo della situazione certifica ulteriormente lo status di grande di Chiusi. E poi c’è l’ultimo quarto: aver rifilato un break di +15 in 10 minuti a quella che è la sesta forza del campionato la dice lunga, lunghissima, sul gap potenziale che c’è tra Chiusi e le altre.


LA SITUAZIONE

Settimana impegnativa con il primo turno infrasettimanale della stagione. La Virtus è attesa dalla trasferta in casa di La Spezia, altra grande favorita della vigilia ma che sta viaggiando a corrente decisamente alternata: nell’ultimo turno i liguri sono stati battuti dall’altra grande sorpresa del campionato, ma questa volta in positivo, e cioè dalla Pielle Livorno per 79-71. Il San Giobbe, invece, attende a Chiusi la Sinergy Valdarno di coach Filippo Franceschini reduce da 2 vittorie consecutive, l’ultima in casa (a San Giovanni) contro l’altra livornese, il Don Bosco. Ha osservato un turno di riposo Castelfiorentino, raggiunta al secondo posto non solo dalla Pielle ma anche da Legnaia che si impone nettamente in trasferta: 79-59 sul campo di Prato. Proprio Legnaia sarà l’avversaria che farà visita alla Virtus nel prossimo fine settimana. Insomma, per Olleia e compagni si prospetta una settimana di fuoco: c’è un primato da difendere, contro avversarie decisamente pericolose, con la speranza di confermare quanto di buono fatto sino ad ora.

I risultati
Virtus-Arezzo 81-78 dts (Imbrò 21, Bartoletti 18, Olleia e Ndour 10)
Agliana-San Giobbe Chiusi 71-81 (Radunic 25, Infanti 15, Lombardo 12)

La classifica
CHIUSI e VIRTUS 12 punti; Castelfiorentino, Legnaia, Pielle Livorno 10 punti; Agliana 8 punti; Prato e Montale 6 punti; Arezzo, Valdisieve, La Spezia, Montevarchi e Valdarno 4 punti; Altopascio, Don Bosco Livorno 2 punti.

Prossimi incontri

Mercoledì 13 novembre, ore 20: Chiusi-Valdarno; ore 20.30: La Spezia-Virtus.
Sabato 16 novembre, ore 21.15: Montevarchi-Chiusi. Domenica 17 novembre, ore 18: Virtus-Legnaia.



***




















Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (51) Asciano (22) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (13) città (12) Coldebella (2) Colle (26) Comune (18) consorzio (69) Costone (32) Costone femminile (7) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (91) giovanili (36) Grandi (8) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (105) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (3) palazzetto (2) personaggi (12) Pianigiani (4) Poggibonsi (19) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (49) Serie A (3) Sguerri (15) società (78) sponsor (27) statistiche (105) storia (8) sul campo (536) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (98) titoli (21) trasferte (22) Virtus (43) Viviani (3)