venerdì 12 aprile 2024

Così in campo: Mens Sana-Costone, consapevolezza e ultimo test playoff. Match point per la Virtus

L'ultimo trampolino per arrivare lanciata alla sfida playoff con San Vincenzo: è il significato non banale della trasferta a Sansepolcro che chiude la poule promozione della Mens Sana. Il Costone riceve il Pino Firenze e aspetta l'ufficialità dell'avversaria in semifinale. Match cruciale a Casale per la Virtus per la qualificazione ai playoff.

 

QUI MENS SANA

La terza sconfitta in sette partite della seconda fase, certo non gradita e tanto più per il sapore di occasione sfumata contro il Costone, a freddo non ha eroso ma viceversa ha iniziato a restituire certezze alla squadra di Betti in vista dei playoff: stati di forma individuale che crescono, capacità di risposta differenti alle scelte tattiche avversarie, la personalità per provare a fare la partita invece che subirla come all'andata anche contro un avversario di altro livello... dietro le sensazioni apparentemente paradossali c'è un po' tutto questo. Il pezzo che manca, per arrivare in fiducia alla semifinale con San Vincenzo, è l'ultima partita della poule, ininfluente per la classifica ma non per lo slancio che serve per il gran finale. Di fronte Sansepolcro, che alla seconda fase era arrivata con qualche ambizione anche se poi in sette partite ha vinto solo le gare casalinghe con Pino e Sancat, ma con un organico sempre sfidante, da Hassan e Mihajlovic a Bazani e Cipriani. E' il momento di portare i biancoverdi a pieni giri, qualunque cosa significhi, sapendo che manca ancora qualcosa a quella Mens Sana che nella seconda fase ha perso tre partite su quattro con San Vincenzo e Costone, una avversaria sicura ai playoff e l'altra auspicata. E' l'ultima partita per costruire, poi vale tutto. Palla a due alle 18 di domenica a Sansepolcro. 

 

QUI COSTONE

Sette su sette nella poule promozione, la chiusura in casa col Pino Firenze dà al Costone l'occasione di arrivare ai playoff sull'onda di otto successi consecutivi. Averli messi insieme in modi diversi, alcuni larghi e altri al fotofinish, alcuni senza decollare e altri dominando, a questo punto della stagione non ha il sapore dell'inseguimento della forma migliore ma piuttosto quello dell'esperienza preziosa per questo gruppo di lavoro, messa nel bagaglio in vista del momento decisivo. Ed è in ogni caso un passo diverso rispetto alle tre sconfitte nelle ultime sette partite di prima fase, rimettendo insieme le proprie sicurezze alle porte del momento in cui ci si gioca l'obiettivo stagionale. L'ultimo impegno ha i suoi motivi di interesse, contro il Pino che in questa seconda fase ha vinto solo con Prato, due volte, perdendo le altre cinque gare. Eppure i fiorentini hanno ancora una chance playoff: se vincono, e Agliana perde, conquisterebbero il biglietto della semifinale contro i gialloverdi. All'andata i fiorentini durarono metà partita, staccati dal Costone con un terzo quarto da 27 punti. Palla a due alle 18 di domenica al PalaOrlandi.

 

LA CLASSIFICA

Costone 22; Mens Sana 18; San Vincenzo 16; Agliana 12; Pino, Prato 10; Sansepolcro, Sancat 8.
 
  
LE ALTRE PARTITE
Prato-Sancat
San Vincenzo-Agliana

 

 

QUI VIRTUS 

Di nuovo Casale, con cui tutto è cominciato: all'andata a Siena contro i piemontesi arrivò la prima di tre sconfitte consecutive che hanno alimentato la crisi in mezzo a cui è arrivato il cambio di allenatore della Virtus, che è tornata al successo solo la settimana scorsa col fanalino di coda Gazzada. Al PalaCorsoni non bastarono i 27 punti di Bartoletti, coi rossoblù condannati dagli errori ai liberi, in una partita persa di 2, e dagli 89 punti concessi, una delle tre peggiori prestazioni difensive stagionali, al di là dei 23 punti del play De Ros e dei 25 dell'eterno Formenti, i punti di forza di Casale insieme all'altro lungo Dimitrov. Al play-in Gold i piemontesi hanno già perso in casa con Empoli e Cecina, vincendo solo al terzo tentativo con San Miniato (e la Virtus ringrazia), per dire che non è una trasferta impossibile a prescindere. Per la Virtus è il primo match point playoff: se vince, San Miniato non la riprende più perché lo scontro diretto è a favore dei rossoblù. Ma è anche il match point migliore, quello da sfruttare, perché tra una settimana Casale avrà vita facile con Gazzada e la Virtus vita difficilissima con Saronno. Palla a due sabato alle 18 a Casale.

 

LA CLASSIFICA
Saronno, Empoli 18; Cecina 16; Pavia, Casale 12; Virtus 10; San Miniato 8; Gazzada 2.

 

LE ALTRE PARTITE
Saronno-Empoli
Gazzada-Cecina
Pavia-San Miniato





***

 
Leggi anche:













 


  

 


 

 
 

  

 

 
 



 

 
 

 

 
 

 
 
 







 
 
 
 
 




Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (75) Anichini (69) Asciano (34) associazione (63) avversari (138) Awards (1) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (79) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (19) Coldebella (2) Colle (38) Comune (26) consorzio (71) Costone (259) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (24) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (4) Fortitudo (1) Frati (1) Frullanti (290) giovanili (41) Grandi (46) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (151) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (16) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (9) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (63) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (183) Serie A (3) Serie D (26) Sguerri (22) silver (1) società (88) sponsor (30) statistiche (107) storia (69) sul campo (857) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (297) Viviani (3)