giovedì 28 dicembre 2023

Storia da Grandi: Natale 1983

<<< precedente - Natale 1973   


In casa Mens Sana la primavera del 1983 porta il secondo e definitivo addio allo storico sponsor Sapori, che negli anni aveva permesso di dare continuità a ben individuate scelte tecniche, non certo di primo livello ma comunque molto importanti, ricevendo in cambio lustro e visibilità.

Contestualmente la notizia che sulla maglia lo sostituirà il marchio Parmalat induce pindarici voli di fantasia e quando dal mercato giungono i primi annunci si ha la conferma che qualcosa di molto succulento sta sfrigolando nel tegame.

Arrivano infatti il lungo ex nazionale Giulio Dordei e l’ala Claudio Malagoli, il tiratore di grande livello che mancava dal frettoloso addio a Roberto Quercia.

L’entusiasmo dilaga, si sogna a occhi aperti.


S’insinua, è vero, il dubbio sulla convivenza di tre spiccate individualità come Bantom, Bucci e Malagoli, tanto che alcuni parlano ironicamente di partite con tre palloni, ma nel torneo precedente il grande ex Pacers ha già dato prova di saper fare importanti numeri personali pur rimanendo al completo servizio della squadra.

In quanto a Bucci e Malagoli ci si affida alla forte personalità di coach Zorzi e all’esperienza da lui maturata con altri campioni alla guida della Reyer. L’ultima, quella negativa col super talento dissoluto Spencer Haywood.

Su tutto però prevale la diffusa convinzione che per l’esperienza e la forza di fuoco messa in campo, per la Mens Sana la promozione sarà né più né meno una formalità.

 

2 ottobre 1983, Rimini, PalaFlaminio,
prima giornata di campionato:
Marr Rimini 72-74, decide un canestro di Claudio Malagoli
(numero 20, come i suoi punti quel pomeriggio).
Per chi scrive, una maglia meravigliosa

Il precampionato viene così vissuto come un necessario fastidio, tanta è l’attesa di andare a suggellare quel sogno.

Ma Zorzi fa il pompiere e a più riprese lamenta una panchina non in linea con le ambizioni.

L’attesa per i due punti si scioglie finalmente a Rimini, dove accorrono centinaia di senesi.

In casa, neanche a dirlo, è tutto esaurito.

  

Al terzo turno un evento storico, purtroppo. Lo sponsor si manifesta imponendo sulle maglie l’azzurro di Parmalat a discapito del verde dei colori sociali. E’ la prima volta che succede.

All’ottavo il debutto del marchio: la linea di prodotti Mister Day.

Bucci è in tribuna perché infortunato. La mano destra non ha risarcito il taglio sofferto nel match di sette giorni prima al Palaverde di Treviso.

Perdiamo in casa ed è uno stop dolorosissimo, perché imposto dal fanalino di coda Verona.


Al tredicesimo, il successo infrasettimanale a Brindisi è la cinquantesima vittoria esterna in serie A, a tavolino incluse.


E poi, proprio come in questo 2023, a Natale la squadra è capoclassifica, ma è non l’auspicato schiacciasassi.

Condivide la prima posizione con Reggio Emilia e Udine, entrambe sconfitte a Siena, ma in tredici giornate ha perso quattro volte, due delle quali con le ultime in classifica: la già citata Verona e la Rapident, ovvero la Pallacanestro Livorno.


Quando sentono La verbena i livornesi caricano a testa bassa come i tori il rosso e in quella circostanza trafiggono i giocatori mensanini.

Nella Rapident giocano, e bene, gambe di molla Sandro Dell’Agnello e Letterio Visigalli, un ex che alla lunga avrebbe probabilmente potuto fare la differenza, se solo avesse indossato ancora il biancoverde.

La Mens Sana perde di 2 punticini dopo un velenoso 3/12 ai liberi nel secondo tempo.


Ecco alcuni motivi per cui nonostante vittorie importanti, a Natale ancora sgomita in un gruppo di otto squadre in quattro punti.

Se sommiamo una seconda pesante battuta d’arresto con la Rapident in Coppa Italia, col senno di poi possiamo affermare che i campanelli d’allarme erano già suonati.

Di più, i punti segnati dai biancoverdi scendono dai 94,2 di Viale Sclavo ai 69,4 delle gare giocate in trasferta – penultimo attacco di sedici – e nonostante l’esperienza e gli alti numeri dei giocatori cardine la squadra mostra più volte scarsa capacità di comandare il corso delle partite in cui l’avversario si fa particolarmente aggressivo.


Infine alcuni numeri.

Il 4 Dicembre la partita contro l’Italcable Perugia degli ex mensanini Vroman – 37 punti, 12 rimbalzi – e Barraco fa segnare due record: uno societario, l’altro individuale.

Il 118-98 finale fissa quello di punti segnati in una singola gara, Coppa Italia esclusa, a partire dalla stagione '67/'68, primo anno in serie B.

Non sarà mai migliorato, solo pareggiato. La prima volta nel Gennaio ‘99 a Reggio Emilia nella vittoria dopo due tempi supplementari contro la Zucchetti di Diego Pastori – 9 recuperi – la seconda nel Maggio 2010 nella vittoria interna con 39 punti di scarto sulla Benetton di Vitucci, Gentile e Hackett.

 

Il record individuale è di George Bucci, che fissa il suo score a 48 punti, grazie a 12/14 ai tiri liberi, 11/20 da fuori area – il tiro da 3 sarà introdotto dal torneo successivo – e 7/7 da sotto canestro. Mai un giocatore mensanino si era spinto tanto in là in un incontro ufficiale.

A questo già ricchissimo scout sommò 11 rimbalzi, 7 dei quali offensivi, 4 assist, 2 recuperi e un numero imprecisato di contatti fallosi, ragionevolmente attestabili tra i dieci e i dodici, vista la grande quantità di tiri liberi concessagli.

Una serata memorabile, che empiricamente, col criterio di valutazione attualmente in uso oggi, proietterebbe il valore della sua prestazione intorno a 60.


Gabriele Grandi

 


***
 
Leggi anche:
























 


  







  



   
 



Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (75) Anichini (69) Asciano (34) associazione (62) avversari (138) Awards (1) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (79) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (19) Coldebella (2) Colle (38) Comune (26) consorzio (71) Costone (228) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (22) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (4) Fortitudo (1) Frati (1) Frullanti (261) giovanili (41) Grandi (46) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (150) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (16) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (9) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (63) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (176) Serie A (3) Serie D (18) Sguerri (22) silver (1) società (87) sponsor (29) statistiche (107) storia (69) sul campo (823) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (277) Viviani (3)