mercoledì 13 dicembre 2023

Nota bene

Il prossimo passo di crescita della Mens Sana è l'arrivo sulle maglie, con un progetto pluriennale, di un marchio che Siena ce l'ha nel nome e nell'anima. Ben oltre il punto vendita che sarà inaugurato entro il 1° marzo in via dei Rossi con l'inizio della stagione turistica (anticipato dai temporary store già attivi in due strutture ricettive "della casa"), il nuovo sponsor della Mens Sana "Note di Siena" è un progetto imprenditoriale incentrato su un'idea: lasciare a chi passa dalla città un pezzo di quello che è Siena, nel senso di profumi, odori, sapori. Quelli che da una vita, e per questo oggi li considera una ricchezza attorno a cui immaginare un business, si porta dietro Gianluca Rotondi, imprenditore di Avellino. Legato a Siena da quando ci ha vissuto da studente di Scienze Economiche Bancarie da metà Anni '90 e fino al 2001, ci è tornato da qualche tempo per investire, con idee e propositi che fanno intravedere il physique du rôle di chi appare destinato a incidere nel tessuto economico cittadino dei prossimi anni.

foto Mens Sana Basketball

Cercare di capire meglio quest’attività che oggi si lega alla Mens Sana apre una rete di rimandi che porta sempre anche ad altro. Così "Note di Siena" non è solo l'idea centrale delle quattro fragranze che vogliono far rivivere coi sensi l'atmosfera della città in ogni stagione dell'anno, ma intorno c'è anche una strategia di marketing olfattivo rivolto anche agli esercizi commerciali e la strada di declinare l'esperienza sensoriale anche sui sapori. Poi a cantare le virtù delle castagne di Marradi o del cioccolato "cantucciato" brevettato e autoprodotto ci penseranno le iniziative promozionali del marchio, o chi lo fa di mestiere, non è questa la sede. E' la sede però per capire la portata della realtà che si affianca adesso alla Mens Sana. Ovvero, a proposito della rete di rimandi che si apre allargando lo sguardo, un mondo di cui lo sponsor biancoverde rappresenta forse solo un centesimo: la galassia del Gruppo Mac, a cui "Note di Siena" fa capo, e di cui Gianluca Rotondi è presidente e amministratore delegato è Rino D'Amore. 

Con in più la dote di credibilità legata anche alle referenze locali che l'hanno accompagnato in questa operazione, il biglietto da visita racconta un gruppo appunto da oltre 30 milioni di fatturato, che dà lavoro a circa 300 dipendenti e che ha cinque sedi in Italia più una in apertura proprio a Siena, con circa 40 assunzioni sul territorio in itinere, in concomitanza con il varo in zona Due Ponti di un datacenter di prossimità, che è forse l'ambito più rilevante di una realtà ("system integrator" sarebbe la definizione) che ha in pancia in tutto 16 aziende, mettendosi ora il vestito di provider di fibra ottica e ora di web agency con clienti di alto livello, ora quello dell'organizzazione di eventi e ora quello della consulenza finanziaria, dopo essere partiti 23 anni fa dalla formazione e passati poi ai servizi digitali per le aziende: a guardare il sito c'è da perdersi. 

Tra le 16 aziende c'è il Palace Hotel Due Ponti, dove non per caso lo sponsor si è rivelato, con cui il gruppo ha iniziato a investire a Siena dal 2020, primo investimento alberghiero a cui poi si sono aggiunti (per un totale a oggi di circa 50 dipendenti) la struttura di Stalloreggi 73 e quel Borgo Grondaie che per Gianluca Rotondi ha anche un valore affettivo, perché proprio lì di fronte, facendo le pulizie nel parcheggio della Coop, si trovò a lavorare per restare in piedi quando da studente fuori sede aveva appena perso il padre. A Siena, dove era abituato negli anni a tornare periodicamente dagli amici, sta valutando di trasferirsi insieme a moglie e figli ora che in città c'è anche una parte sempre più consistente degli affari. 

La scelta adesso di puntare sulla Mens Sana ha l'impronta di chi, laddove investe, desidera di essere riconosciuto anche perché sta facendo qualcosa sul territorio: distante dall'idea di chi prende e scappa, più prossimo invece alla filosofia di un imprenditore che sul lungo termine mira a un coinvolgimento nel tessuto di Siena. Tanto più che gli investimenti pianificati in città vanno avanti. Al di là dell'ingresso nel comparto alimentare attraverso la porta della produzione di salumi locali, le acquisizioni nel settore ricettivo sono destinate ad aumentare. E soprattutto il grosso interesse dichiarato è legato al nascente Biotecnopolo a cui agganciarsi con un'azienda del gruppo dedicata allo sviluppo di piattaforme di telemedicina nell'ambito dell'Health Care. 
  
Archiviato un primo, indiretto contatto negativo con lo sport senese per aver ospitato nelle strutture alberghiere del gruppo i giocatori del Siena Calcio di Montanari - con quel che ne consegue in termini di voragini lasciate - è stato invece nei mesi scorsi il consulente che lo segue, Marco Turchi, a indirizzare Gianluca Rotondi verso l'idea di avvicinarsi alla Mens Sana, fresca di spin off e con Francesco Frati presidente, attraverso l'interlocuzione dell'Associazione Io Tifo Mens Sana con Guido Guidarini. L'esperienza di tre anni appena conclusa tra i partner di punta dell'Avellino Calcio (sponsor sui pantaloncini) ha lasciato in dote al Gruppo Mac una buona visibilità ma forse non quello che si aspettava in termini di ritorno economico, nel nome della propria politica di sponsorizzazione che non si limita solo al contributo ma organizzata e mirata su piani di lungo termine. Che è quello cioè che conta di trovare adesso a Siena, inteso come risposta del territorio a un progetto che ha al centro la valorizzazione del territorio stesso e l'idea di credere fortemente nel Made in Siena. Ovvero un patrimonio unico al mondo a cui per esprimere il proprio potenziale serve però un ecosistema economico che sconta oggi la storica carenza imprenditoriale cittadina. Ma anche qui si sconfina in campi diversi dal basket. 
  
Se dei termini dell'accordo si arriva a parlare solo alla fine è perché solo tenendo presente il quadro d'insieme si capisce che la parte economica è rilevante ma non la più importante dell'intesa. Il contributo per la sponsorizzazione è sui livelli di quello della scorsa stagione con Named, con il bonus in caso di qualificazione ai playoff. Il contratto è triennale. Con uscita per entrambe le parti alla fine di ogni stagione, soprattutto per rivalutare eventuali mutati scenari, come un aumento della cifra già codificato in caso di categoria superiore. Al di là dei sacrosanti e anche inattesi entusiasmi per i risultati, oggi la Mens Sana ha bisogno, più che di innesti sul campo, di strutturarsi fuori - in ufficio e nello staff - e nulla aiuta una crescita di questo tipo come certezze economiche di lungo termine. Quello di non scritto che racconta la scelta di legarsi su base pluriennale col Gruppo Mac, guardando oltre i denari di oggi, è che conterà la capacità di piacersi a vicenda per crescere insieme. Anche per dimensioni dell'azienda, col marchio "Note di Siena" non potranno mai arrivare cifre molto più alte. Ma se il progetto trova una sua linearità e funziona, c'è lo spazio per aumentare gli investimenti anche attraverso altre aziende di un gruppo a cui le capacità economiche non mancano, e neppure le ambizioni.




***
 
Leggi anche:


















 


  







  



   
 



Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (75) Anichini (69) Asciano (34) associazione (62) avversari (138) Awards (1) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (79) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (19) Coldebella (2) Colle (38) Comune (26) consorzio (71) Costone (228) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (22) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (4) Fortitudo (1) Frati (1) Frullanti (261) giovanili (41) Grandi (46) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (150) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (16) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (9) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (63) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (176) Serie A (3) Serie D (18) Sguerri (22) silver (1) società (87) sponsor (29) statistiche (107) storia (69) sul campo (823) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (277) Viviani (3)