giovedì 28 marzo 2024

Gold Case: Analisi di una débâcle, Virtus spalle al muro. E di fronte alle proprie responsabilità

Una sonora stecca. Forse la più clamorosa dell’anno, anche perché arrivata all’indomani di un cambio in panchina. Quindi senza quella reazione che generalmente ci si attende dopo simili decisioni. Il -25 della Virtus a Pavia è un ko sonoro e clamoroso. Anche perché risuona come un forte SOS per tutti – società, staff e giocatori – per prendersi le proprie responsabilità e rimettere insieme i cocci di una stagione che rischia di andare in frantumi proprio sul più bello.

Sembra incredibile che, nemmeno un mese fa (era il 3 marzo), la Virtus avesse battuto in casa la stessa Pavia, alimentando non solo gli entusiasmi per andare alla ricerca di un piazzamento playoff, ma anche l’ambizione e il sogno di poter di avere un vantaggio nel fattore campo. 24 giorni dopo la situazione si è totalmente ribaltata. Lo stesso avversario, che non ha cambiato niente nel frattempo, è oggi quello che ha rifilato a Olleia e soci la sconfitta più fragorosa dell’intera stagione. A Pavia, la Virtus è stata inizialmente travolta dall’impatto degli avversari, poi si è parzialmente ripresa ma presto ha alzato bandiera bianca lasciando spazio all’inesorabile e costante allungo dei padroni di casa, fino all’83-58 alla sirena di fine partita.

Ed è il terzo risultato negativo consecutivo. Se i primi due costati la panchina a Lasi, questo passa tutto sommato indenne a livello di classifica. Considerando soprattutto la contemporanea sconfitta di San Miniato. Ma adesso non c’è nessun ulteriore ammortizzatore in grado di attutire altre cadute, i bonus sono esauriti.

Con San Miniato poi è già partito il testa a testa per difendere il sesto posto, l’ultimo che qualifica i playoff, nelle ultime tre partite di play-in gold. Si parte con le due squadre appaiate a 8 punti ma con la Virtus avanti grazie al vantaggio nel doppio confronto diretto. La Virtus deve affrontare Gazzada in casa, Casale fuori e Saronno ancora al PalaCorsoni, Anche San Miniato deve incrociare nel palasport domestico Saronno e Gazzada, intervallando le due partite con la trasferta a Pavia.

Ma al di là del calendario la Virtus è spalle al muro e di fronte alle proprie responsabilità. A Braccagni e Ceccarelli spetta un compito arduo perché non solo si tratta di subentrare nel momento più caldo e decisivo dell’anno. Ci sono soprattutto da sistemare molte cose: a livello mentale e tecnico. Cercando, perché no, di introdurre anche elementi tattici nuovi per cercare di far focalizzare i giocatori sul lavoro che c’è da fare in campo, per farli aiutare reciprocamente e farli tornare ad essere quella squadra che contendeva il primato a Cecina nella prima fase di stagione.

Sembra passata un’eternità. Ma ora come ora la Virtus non può guardarsi indietro. Ed ha anzi il dovere morale di cercare di risollevarsi e provare a riprendere il cammino interrotto. Se non altro per rispetto nei confronti di una società che non ha mai fatto mancare niente a nessuno. Ma più di ogni altra cosa, per il proprio orgoglio personale.


***


Pavia-Virtus 83-58 

(19-17; 39-29; 65-40)

Pavia: Banin, Ferri 19, Apuzzo 13, Stonkus 7, Hidalgo 13, Invernizzi, Spatti 10, Gravaghi 12, Ferretti 2, Pesenato 7, Ciocca. All. Cristelli 

Virtus: Berardi 3, Bolis 6, Bartoletti 4, Dal Maso 17, Laffitte 6, Olleia, Costantini 6, Calvellini 6, Diminic 5, Lombardo 5. All. Ceccarelli/Braccagni


LE ALTRE PARTITE

Saronno-Cecina 111-97 

Casale-San Miniato 69-61

Gazzada-Empoli venerdì ore 20 
 
LA CLASSIFICA 
Saronno 16; Empoli, Cecina 14; Pavia, Casale 12; Virtus, San Miniato 8; Gazzada 2.
 
PROSSIMO TURNO
Virtus-Gazzada (sabato 6 aprile, ore 18)

Cecina-Pavia 

Empoli-Casale 

San Miniato-Saronno



Andrea Frullanti


***

Leggi anche:







 


  

 


 

 
 

  

 

 
 



 

 
 

 

 
 

 
 
 







 
 
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (75) Anichini (69) Asciano (34) associazione (63) avversari (138) Awards (1) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (79) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (19) Coldebella (2) Colle (38) Comune (26) consorzio (71) Costone (246) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (24) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (4) Fortitudo (1) Frati (1) Frullanti (275) giovanili (41) Grandi (46) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (151) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (16) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (9) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (63) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (180) Serie A (3) Serie D (23) Sguerri (22) silver (1) società (88) sponsor (30) statistiche (107) storia (69) sul campo (842) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (291) Viviani (3)