giovedì 10 giugno 2021

Parità. Virtus raggiunta da Castelfiorentino, il Costone batte Pisa e porta la serie alla bella

L’over-time premia Castelfiorentino che batte la Virtus 75-70 e impatta la serie sull’1-1. Partita dai due volti per i colori rossoblù: poco reattivi e ancor meno incisivi nel primo tempo, dove lo svantaggio virtussino è arrivato anche in doppia cifra, decisamente più in palla nel secondo. Purtroppo però non è bastato e la rimonta dell’ultimo quarto non è stata suggellata dal successo. Anzi, nel tempo supplementare, la Virtus ha pagato dazio in termini di lucidità dovendo cedere il passo ai fiorentini.


LA CHIAVE

Si fa fatica a stabilire se siano più i meriti castellani o i demeriti virtussini in quest’incontro. Specie dopo quello che era successo domenica scorsa al PalaPerucatti e il monito che aveva lasciato quella partita. Sicuramente i padroni di casa hanno impostato una partita molto aggressiva e tenace, trovandosi quasi spalle al muro. Alla Virtus ci sono voluti due quarti di gioco per prendere le misure all’avversario e così si è vista nuovamente costretta a rincorrere come già era anche accaduto in gara-1.

Solo che in questo in caso il fattore campo e la tensione hanno avuto il loro peso e, in alcune situazioni, i ragazzi di Spinello hanno commesso errori evitabili, dettati soprattutto dalla frenesia o quantomeno da scarsa lucidità.


LA SITUAZIONE

Con la serie che si sposta nuovamente a Siena, coach Spinello dovrà sicuramente registrare qualcosa. Specie perché Castelfiorentino sembra leggere bene gli attacchi virtussini e molto spesso riesce a sporcare i possessi rossoblù con cambi, rotazioni e adeguamenti sistematici. I raddoppi difensivi in post stanno facendo fare molta fatica a Ndour e Olleia, così come quelli su Nepi che risulta sempre un osservato speciale.

In sintesi: in attacco occorre cercare soluzioni alternative, che non siano necessariamente il tiro fuori (per esempio). In difesa occorre alzare ulteriormente l’asticella: Castelfiorentino se la sta giocando a viso aperto e con grande leggerezza, far sentire una maggiore aggressività e fisicità in fase di non possesso, sin dalle battute iniziali dell’incontro, potrebbe essere un buon input. Quantomeno per non trovarsi nuovamente a rincorrere l’avversario.


BANDIERA GIALLA

Un grande Costone si guadagna con pieno merito il diritto di giocarsi l’accesso alla finale playoff alla bella della semifinale con il Cus: Pisa battuta 76-63  in gara-2, al termine di una partita fisica, intensa e combattuta fino alla fine (solo a 1’ dalla fine gli ospiti hanno definitivamente mollato la presa sull’incontro). Superfluo dire che si è visto un Costone decisamente diverso rispetto a quello sceso in campo a Pisa: i ragazzi di coach Braccagni hanno giocato una partita attenta, cercando sempre di guadagnarsi dei vantaggi dalla circolazione di palla e non con le iniziative individuali. Dote fondamentale, questa, per battere le difese tattiche e aggressive di Pisa. Ma soprattutto il Costone ha retto l’impatto con la grande fisicità pisana, lottando e contestando ogni pallone al Cus, sia con marcature individuali che con la zona.

Insomma, la sfida è lanciata e il Costone ha tutte le carte in regola per giocare la decisiva gara-3 senza alcun timore reverenziale e, anzi, con la stessa voglia e determinazione viste al PalaOrlandi può e deve credere nel colpaccio. Del resto la finale è lì a un passo e, a questo punto, sognare di raggiungerla non è più un’utopia. Ps: non lo è nemmeno per Fucecchio che a sorpresa ha battuto Quarrata 87-70.

Andrea Frullanti

 

***

Leggi anche:  
 
 


 
 


 

 

 
 

 

 
 

 
 
 
 

 


 
 


 


 



 
 
 



 



 



 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (69) Anichini (68) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (21) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (14) Coldebella (2) Colle (38) Comune (22) consorzio (70) Costone (67) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (2) Fortitudo (1) Frullanti (139) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (148) mercato (90) Minucci (28) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (5) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (57) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (85) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (84) sponsor (28) statistiche (105) storia (59) sul campo (619) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (109) titoli (21) trasferte (22) Virtus (90) Viviani (3)