sabato 10 aprile 2021

Difesa, mentalità e un 2-0: la preziosa dote della Virtus col mirino già sui playoff

Indirizzare sin da subito la partita e poi avere una grande tenuta, mentale oltre che fisica, in un campo complicato e molto caldo. Sono stati questi i meriti maggiori della Virtus nell’incontro vinto a Firenze contro Legnaia per 64-54. Una vittoria importantissima anche in ottica seconda fase: a prescindere da chi si qualificherà come seconda - probabilmente proprio Legnaia – la Virtus si porterà dietro un vantaggio di 2-0 nella poule promozione.


IL MOMENTO DECISIVO

Diversi i momenti chiave del match. Il primo quarto su tutti dove ai padroni di casa sono serviti ben 7’ e 12” per trovare la via del primo canestro. Peraltro una bomba inventata un po’ dal nulla da Bandinelli. La Virtus nel frattempo era già arrivata a quota 12, costruendo un vantaggio importante soprattutto grazie alla propria difesa: organica e di squadra, a tratti quasi perfetta e in grado di spegnere la luce all’attacco fiorentino in più di un’occasione.

Un prezioso bottino che ha costretto il team gigliato a rincorrere sempre. Da sottolineare, infatti, la capacità virtussina di tenere di fronte ai tentativi di rimonta degli avversari. Possiamo dire che ci sono state numerosi occasioni in cui Legnaia, anche in maniera piuttosto sporca e fortunosa, era riuscita a ricucire lo svantaggio. Lì, la Virtus è rimasta sempre ben concentrata e focalizzata. Mai una sbavatura a livello mentale e, nello specifico dell’attacco, sono arrivate giocate importanti di Olleia (nel secondo quarto, 18 i suoi punti totali), Lenardon (nel terzo) e infine Bartoletti (10 punti totali,  8 nell’ultimo quarto: per dare la stoccata finale).


IL TEMA

Insomma coach Spinello, anche in vista del turno di riposo che coincide con l’ultima giornata della prima fase, si può godere un’afferamazione che vale tanto oro quanto pesa. Un successo che fa morale e che chiude come meglio non si poteva questa prima parte di stagione.

In attacco si sono visti protagonisti diversi (prima non li abbiamo citati ma nessuno si dimentica di quello che hanno fatto via via i vari Nepi, Imbrò e Ndour) e poi grande collaborazione in difesa. Quella è rimasta una costante per tutti i 40’. Anche questa è una bellissima notizia per coach Spinello, oltre che una dote preziosa con cui presentarsi alla poule promozione per giocarsi, con grande ambizione e con 4 punti già in tasca, le proprie chance di accedere ai playoff.

***

Leggi anche:  
 


 


 



 
 
 



 


 


 
 

 
 







 


 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (69) Anichini (68) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (21) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (14) Coldebella (2) Colle (38) Comune (22) consorzio (70) Costone (67) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (2) Fortitudo (1) Frullanti (139) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (148) mercato (90) Minucci (28) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (5) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (57) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (85) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (84) sponsor (28) statistiche (105) storia (59) sul campo (619) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (109) titoli (21) trasferte (22) Virtus (90) Viviani (3)