domenica 13 giugno 2021

Virtus al match-point in zona-Imbrò. Costone, la rincorsa si ferma alla bella: finisce qui

Una partita sofferta e combattuta, decisa solo negli ultimi minuti. Anzi, rivoltata proprio nel finale, quando tutto sembrava volgere al peggio per i colori rossoblù. Invece la Virtus è riuscita a far sua gara-3, battendo Castelfiorentino 79-71 e conquistando così il primo match-point per l’accesso alla fase interregionale. Un colpo di reni finale quantomai provvidenziale che risponde al nome di Gerlando Imbrò.


IL GIOCATORE

Sempre difficile attribuire troppi meriti a un singolo in un incontro di playoff. Ma Gerlando Imbrò, con i suoi 16 punti complessivi, è stato indiscutibilmente l’mvp di gara-3. Arrivato negli ultimi 4 minuti di partita con soli 5 punti a referto (e con la sua squadra sotto di 7 lunghezze) ha saputo trovare i canestri che hanno spaccato e deciso la partita: tre triple e un altro tiro in sospensione che hanno inferto il definitivo colpo del ko a Castelfiorentino.

Canestri pesanti e che lasciano un’impronta importante sulla serie. Insomma, se un tempo nel calcio si parlava di zona-Cesarini, l’ultima metà dell’ultimo quarto di gioco può essere ribattezzata la zona-Imbrò.

Gerlando Imbrò sicuramente è un leader carismatico della Virtus oltre che uno dei riferimenti principali per coach e compagni. In quest’annata, particolare e sui generis come non mai, stava vivendo di altri e bassi. In questa gara-3 è arrivato il suo momento ed è stato il miglior modo possibile per mettere una firma importante sulla stagione virtussina.


LA SITUAZIONE

La vittoria offre alla Virtus il primo match-point per chiudere la sere e staccare il pass per la fase interregionale. Gara-4 si gioca a Castelfiorentino mercoledì 16 giugno, palla a due alle 21.15. Inutile dire che servirà un diverso approccio da parte dei ragazzi di coach Spinello rispetto a quello visto in gara-2. Castelfiorentino proverà in tutti i modi a mantenere viva la serie, cercando di tornare a Siena per giocare la bella. E, ne siamo certi, lo farà con ogni mezzo più o meno lecito. Del resto, in gara-3 la Virtus ha tirato con un misero 10/26 ai tiri liberi: è lecito attendersi che l’ABC speculerà su questo.
 

BANDIERA GIALLA

Va in archivio la stagione del Costone che perde la bella al PalaCus di Pisa e vede interrompersi defintivamente il proprio cammino. L’82-66 è la perfetta sintesi di un incontro in cui Pisa è stata pressoché perfetta mentre al Costone (forse) sono mancate le energie fisiche e mentali per opporsi al Cus. Può darsi che il team della Piaggia abbia profuso il suo massimo sforzo in gara-2 e che, presumibilmente, sia arrivato alla bella con la spia della benzina che indicava la riserva.

Peccato perché il Costone aveva dimostrato di avere le carte in regola per giocarsela alla pari con il Cus Pisa che, dal canto suo, non ha affatto demeritato e, anzi, si è guadagnato sul campo il diritto di sfidare Quarrata (che nel frattempo ha asfaltato Fucecchio) nella serie finale che vale la promozione diretta in C Gold (ai ripescaggi penseremo poi).

Al Costone resta l’orgoglio di una stagione fatta sempre di rincorsa: la partenza a rilento, la qualificazione in extremis alla poule A e poi una grande seconda fase che è valsa la qualificazione ai playoff, anche per effetto degli inciampi della Mens Sana. E questa, se vogliamo, è anche una piccola grande rivincita per i due derby persi. Tutti elementi, alcuni positivi altri meno, su cui riflettere per proiettarsi alla stagione che verrà con nuove e rinnovate ambizioni.

 Andrea Frullanti 

 

***

Leggi anche:  
 
 
 


 
 


 

 

 
 

 

 
 

 
 
 
 

 


 
 


 


 



 
 
 



 

 



 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (69) Anichini (68) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (21) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (14) Coldebella (2) Colle (38) Comune (22) consorzio (70) Costone (67) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (2) Fortitudo (1) Frullanti (139) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (148) mercato (90) Minucci (28) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (5) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (57) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (85) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (84) sponsor (28) statistiche (105) storia (59) sul campo (619) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (109) titoli (21) trasferte (22) Virtus (90) Viviani (3)