domenica 24 novembre 2019

I feel Promotion: Il rinforzino, il contorno, lo scontro diretto (vinto). Svoltare a Impruneta

La vittoria che ci voleva (90-73), nel modo che ci voleva. Tenendo testa al coriaceo avversario in un primo tempo da grandi ritmi e alte percentuali, neutralizzandolo nel secondo quando le medie di tiro dei padroni di casa sono calate, mentre la qualità delle scelte biancoverdi non scendeva di livello. Il ko con Libero è vendicato, perché Impruneta si presentava alla disfida per pochi eletti con un bottino di sei vittorie in altrettante partite, candidandosi al ruolo di principale avversaria della Mens Sana. Il primo confronto diretto ha parlato chiaro.

Sul parquet multi colorato della palestrina di Impruneta, con 158 righe di 158 sport diversi a reclamare il proprio spazio, è andato in scena comunque uno spettacolo gradevolissimo. In campo e sugli spalti, dove le due calorose tifoserie si sono sfidate a suon di cori. Onore ai padroni di casa, autori anche di una coreografia suggestiva, onore ai tifosi della Mens Sana accorsi in massa (almeno per quello che erano le possibilità) a incitare Sprugnoli e compagni. Spente sul parquet le polemiche per la designazione di un arbitro di Impruneta: dice che in Promozione può capitare, ma se io mi trovassi ad arbitrare il Pievescola (per gli ignari, il mio paese) mi troverei in difficoltà. Marco Lodovichi da Impruneta evidentemente dava garanzie migliori.

I SINGOLI - 23 per Dolfi, capace di fare la differenza non appena la condizione è eccellente; altra prova di grande livello per Pannini (18), doppia cifra anche per Franceschini (13) e Sprugnoli (12), due per l’esordiente Falsini, a canestro praticamente col primo pallone toccato festeggiato esultando sotto lo spicchio colorato del biancoverde più blasonato. Quando troverà la migliore condizione, sarà un tassello importante.

LA DICHIARAZIONE - “Sono molto soddisfatto. Abbiamo giocato una partita di ottimo spessore contro un’avversaria di livello, in un palazzo pieno, con un bell’ambiente, molto caldo, con entrambe le tifoserie che hanno fatto grande tifo per le proprie squadre. Loro sono rimasti attaccati con le percentuali da tre, ma noi siamo stati molto bravi su entrambi i fronti. Molto soddisfatto della prestazione offensiva, abbiamo giocato con pazienza, non ripetendo gli errori commessi  contro Libero, le buone scelte e le buone percentuali hanno fatto il resto. Una volta sopra di quindici punti abbiamo gestito abbastanza bene il vantaggio. Falsini ci ha dato ingombro e struttura fisica, cose di cui avevamo bisogno. Presto ci darà anche di più” (coach Pierfrancesco Binella)

LA PROSSIMA - Altro derby, stavolta casalingo, contro Maginot. Attenzione, si gioca venerdì, alle 21, perché domenica c’è la pallavolo, mentre sabato c’è la pallamano. Funziona così, tocca allo sport più titolato trovare orari alternativi.



***















Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (51) Asciano (22) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (13) città (12) Coldebella (2) Colle (26) Comune (18) consorzio (69) Costone (32) Costone femminile (7) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (91) giovanili (36) Grandi (8) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (105) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (3) palazzetto (2) personaggi (12) Pianigiani (4) Poggibonsi (19) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (49) Serie A (3) Sguerri (15) società (78) sponsor (27) statistiche (105) storia (8) sul campo (536) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (98) titoli (21) trasferte (22) Virtus (43) Viviani (3)