sabato 16 novembre 2019

I feel Promotion: La reazione, gli Under sugli scudi, il "torneremo" alle rivali di sempre

La ‘reazione’ dopo il ko del PalaNannini è arrivata subito, sotto forma dell’85-62 con cui la Poggibonsese, fanalino di coda del gruppo B, è stata rispedita a casa. Ok, l’avversario non era tra i più impegnativi, ma i ‘cinghiali’ non sono apparsi la peggiore squadra transitata al Palaestra, non fosse altro per il fatto di aver scavallato agilmente quota cinquanta (e alla fine anche sessanta) quando altre a malapena riuscivano a toccare i quaranta punti a tabellone.

Domenica prossima a Impruneta (alle 19, l’inizio è stato posticipato di mezzora rispetto all’indicazione originaria) il test sarà senz’altro più probante, ma intanto si sono messi in carniere due punti. Lo si è fatto ancora senza Mancini, che rientrerà alla prossima, e Di Domenico, per la cui data di ritorno non ci sono certezze; coach Binella ha comunque ampliato le rotazioni, dando più spazio agli Under. E ricavandone frutti interessanti.

I SINGOLI - Brilla, sul tabellone, il 24 scritto da Pannini; non fa specie il 19 di Franceschini, già autore contro San Miniato di una partita da 25; ci piace sottolineare il 10 di Collet, il 6 di Carapelli, il 4 di Toscano, il 3 di Gualtieri e il 2 di Milano. Alcuni di questi punti sono arrivati nel secondo periodo, quando c’era ancora una partita, segno che qualcosa, a livello di impatto degli under, inizia a muoversi. Ed è importante che questo sia accaduto a pochissimi giorni di distanza dalla partita in cui invece dai baby non era arrivato veramente nulla. Ogni valutazione sulla fattispecie ovviamente non vale per Pannini “la cui capacità di comprensione del gioco va ben oltre l’età anagrafica” (cit. coach Binella)

L’AMBIENTE - Tutto sommato alla fine non ci sono state grosse differenze con le due precedenti partite, nonostante la collocazione al sabato anziché alla domenica. Il dato ufficiale fornito dalla società parla di 767 spettatori, ma al di là dei numeri è l’atmosfera che conta e quella non è mancata neppure stavolta. Con tanto di cori nel finale per Cantù, Bologna e Roma, avversarie storiche adesso in altre galassie ma in futuro chissà…

LA DICHIARAZIONE - “Sono soddisfatto della reazione della squadra, sono contento dell’approccio, di come siamo stati in campo, del fatto che abbiamo messo tutti in campo facendo entrare anche gli Under 18. E lo abbiamo fatto anche durante il primo tempo, non solo perché il risultato ce lo consentiva. Mi è piaciuto l’atteggiamento in generale, abbiamo corretto alcune cose rispetto a lunedì, la partita è stata chiaramente più facile, però sono soddisfatto. Mi preme sottolineare che tutti hanno compreso che questo campionato non è scontato, ce la dobbiamo giocare ogni volta”. (coach Pierfrancesco Binella)




***
















Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (51) Asciano (22) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (13) città (12) Coldebella (2) Colle (26) Comune (18) consorzio (69) Costone (32) Costone femminile (7) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (91) giovanili (36) Grandi (8) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (105) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (3) palazzetto (2) personaggi (12) Pianigiani (4) Poggibonsi (19) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (49) Serie A (3) Sguerri (15) società (78) sponsor (27) statistiche (105) storia (8) sul campo (536) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (98) titoli (21) trasferte (22) Virtus (43) Viviani (3)