domenica 27 ottobre 2019

I feel Promotion: 773 voci, il ruggito che fa la differenza. Ora pausa, poi il primo derby

Il 75-53 scritto a referto dalla Mens Sana nella terza giornata non è troppo dissimile dal finale della prima partita (73-40) e della seconda (71-41). Diverso è il modo in cui ci si è arrivati, passati per un primo tempo chiuso avanti di sei lunghezze dalla formazione ospite (La Crocetta San Miniato). Straffi aveva la mano torrida, Campigli ha messo l’unica tripla della sua giornata in quel frangente; così la Mens Sana si è ritrovata dal 24-15 al 33-39 della sirena di metà partita. Il terzo quarto da 26-6, con un parziale iniziale di 15-0, ha rimesso le cose a posto, prima del finale di tranquilla gestione.

I SINGOLI - In una serata in cui Dolfi ha attaccato il canestro con scarsa precisione (2/8 totale, brutto dato ampiamente bilanciato dai 14 rimbalzi), ci ha pensato Franceschini a meritarsi la standing ovation. Il numero 23 è stato una spanna sopra tutti: 25 punti col 72% da due e il 33% da tre, più anche 5 rimbalzi. 14 catture anche per Sprugnoli, 13 punti per Pannini molto efficace in penetrazione.

IL PUBBLICO - 773 presenti, più o meno le stesse di due settimane fa (furono 820). Al di là dei numeri, è il calore (della gente) che fa la differenza: nel momento in cui la giovane coppia arbitrale dispensava fischi in maniera non convincente, il ruggito del palazzo era notevole. E San Miniato, matricola della categoria, tutta questa abitudine a giocare in ambienti simili dubitiamo l’abbia avuta (e che l’avrà ancora). Meno calore a livello climatico; se già a fine ottobre dentro al palasport sembra di essere in ghiacciaia, ci aspetta un inverno lungo.

LA DICHIARAZIONE - “Una partita più difficile delle precedenti contro una squadra esperta che l’anno scorso ha vinto la prima divisione e che conosce questo tipo di categoria. Loro nel secondo quarto hanno sempre fatto canestro. Dopo l’intervallo eravamo consapevoli di dover fare qualcosa di più: non c’è stato bisogno di alzare la voce, sapevamo di dover alzare l’intensità difensiva”. (Coach Pierfrancesco Binella)

IL PROSSIMO TURNO - Il prossimo turno è quello di riposo, forse sarà organizzata un’amichevole per mantenere il ritmo partita. Eh, con i campionati dispari capita di doversi prendere una settimana di pausa, si sfrutterà per recuperare qualche piccolo acciacco. Si torna sul parquet lunedì 11 novembre, sul campo del Libero Basket, per il primo dei due derby cittadini previsti nel gruppo B.



***

Ricomincio da 820. Il primo mvp della Mens Sana in Promozione è il pubblico 

Ripartire da un nodo

Basket Land: Costone e Colle, brutte batoste. Brilla solo Poggibonsi in D



Mai dire Gold: Esordio vittorioso per Virtus e Chiusi, ma c’è ancora da lavorare








Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (50) Asciano (18) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (9) città (12) Coldebella (2) Colle (22) Comune (18) consorzio (69) Costone (28) Costone femminile (4) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (83) giovanili (36) Grandi (6) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (102) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (11) Pianigiani (4) Poggibonsi (15) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (45) Serie A (3) Sguerri (14) società (77) sponsor (27) statistiche (105) storia (5) sul campo (524) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (96) titoli (21) trasferte (22) Virtus (40) Viviani (3)