giovedì 16 novembre 2023

Biancoverdi 'di lotta': così la Mens Sana ha scoperto di saper vincere anche soffrendo

Saper vincere soffrendo, giocando non bene e tirando pure peggio. Ma trovando risorse nuove per sopperire alle assenze e allo stato di forma non ottimale di alcuni elementi chiave del roster. C’è tutto questo nella vittoria della Mens Sana su Agliana per 81-73 nel recupero della quinta giornata di campionato. Un risultato che proietta i biancoverdi a rimorchio della capolista Pino alla vigilia dello scontro diretto di sabato a Firenze.


LA CHIAVE

La partita è stata incerta e sofferta per tutti i 40 minuti di gioco. La Mens Sana ha provato a dare via via alcune spallate all’incontro ma Agliana era sempre molto determinata a rimanere attaccata al match con le buone o con le cattive. Ne è venuta fuori una partita sì intensa ma sicuramente non bella, caratterizzata anche da tanti errori. La statistica al tiro da 3 per la Mens Sana è impietosa: 1/22. Non che Agliana abbia fatto molto meglio (2/19). Un fattore che non ha mai permesso all'incontro di decollare e, contestualmente, alla Mens Sana di scappar via nel punteggio andando in continuità così come era successo nelle precedenti affermazioni casalinghe.

Un elemento, questo, su cui hanno influito il non ottimale stato di forma di Puccioni e Tognazzi, l’assenza di Iozzi e a un gioco estremamente spezzettato (33 i falli comminati ad Agliana tra cui 2 tecnici alla panchina con conseguente espulsione per coach Gambassi, 26 quelli alla Mens Sana con altrettanti tecnici e stessa sorte per Tognazzi sul finale di partita).

Ciò nonostante la Mens Sana è riuscita a far sua la partita. Con grande determinazione e sofferenza, ok. Ma ha vinto. Anche coach Betti lo ha sottolineato a caldo: vincere soffrendo è una capacità che hanno le squadre mature e un successo ottenuto così, contro un ottimo avversario cui la classifica non rende merito, non può che rafforzare l’autostima, la fiducia nei propri mezzi e, più in generale, il processo di crescita di tutto il collettivo biancoverde


IL PROTAGONISTA 

A livello di statistiche individuali i migliori realizzatori per la Mens Sana sono stati Prosek con 23 punti e Sabia con 16 (doppia cifra anche per Tognazzi, 14; Puccioni, 12; e Marrucci, 10). Il centro italo-ceco è addirittura andato in tripla doppia con una prova arricchita anche da 11 rimbalzi e 10 falli subiti, per un 28 di valutazione complessiva. Merita anche una menzione di merito capitan Pannini, solo 4 punti a referto ma capace di recuperare quei 3 palloni nei frangenti caldi del match che hanno permesso alla Mens Sana di raggiungere il +13 a metà ultimo quarto: un vantaggio che è stato in parte dissipato ma che è stato difeso con le unghie e con i denti e che ha permesso di portare a casa i due punti.

Il grande protagonista di serata è stato però Alessio Sabia, uomo di lotta e contro Agliana della provvidenza. Quando c’è una partita tesa, spigolosa, in cui c’è da combattere e sporcarsi le mani, sbucciandosi gomiti e ginocchia, “Sabionis” è il compagno di squadra ideale che tutti vogliono avere al proprio fianco. Contro Agliana ha fatto sentire la sua stazza e la sua presenza. In una serata in cui non ha funzionato il tiro dall’arco, grande chiave dei successi mensanini fin qui ottenuti, l’apporto di Prosek e Sabia, i due centri, è stato provvidenziale e fondamentale. Una risorsa nuova, importantissima, un’altra fondamentale freccia nella faretra di coach Betti.


L’IMMAGINE

Bene però adesso dare uno sguardo alla classifica. Una graduatoria che proietta nuovamente la Mens Sana al secondo posto in coabitazione con Pontedera (già battuta in trasferta) e Don Bosco (da affrontare), in vista del big match di sabato in casa della capolista Pino Firenze. Una partita importante perché, in caso di successo biancoverde, anche i fiorentini dovrebbero registrare la seconda sconfitta stagionale, ripianando il conto con le immediate inseguitrici. 

In considerazione del calendario zoppo, dei recuperi e dei rinvii vari che ci sono stati, il dato delle sconfitte  forse quello che più di ogni altro dice il vero valore della classifica. Anche perché, in considerazione della formula del campionato, dice anche quella che sarà la “zavorra” che ogni squadra porterà con sé nella seconda fase. Ma questi sono discorsi che tutti dovranno fare molto più avanti. Adesso per la Mens Sana c’è solo da recuperare energie, fisiche e nervose, per affrontare al meglio uno scontro diretto al vertice. E non ci sembra assolutamente poca cosa…


IL TABELLINO

Mens Sana-Agliana 81-73
(23-18, 46-40; 60-54)
Mens Sana: Brambilla, Cucini 4, Giorgi, Marrucci 10, Figus ne, Puccioni 12, Sabia 16, Cucini 2, Masini ne, Prosek 23, Tognazzi 14. All. Betti
Agliana: Mucci 2, Catalano 10, Canone 18, Rossi 26, Andrei, Mbengue 3, Bibaj ne, Nieri 9, Bonistalli 1, Bacci 4. All.Gambassi

   

LA CLASSIFICA
Pino 14; Mens Sana*, Don Bosco*, Pontedera 10; Sancat*, Fides 8; Carrara*, Pisa* 6; Monsummano*, Agliana *, Synergy 2. (*= una partita in meno)

 

PROSSIMO TURNO
Pino-Mens Sana (sabato ore 18.30)
Don Bosco-Pisa
Sancat-Agliana
Monsummano-Carrara
Synergy-Pontedera


Andrea Frullanti



***


Leggi anche:


 


  







  



   
 



Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (75) Anichini (69) Asciano (34) associazione (62) avversari (138) Awards (1) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (79) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (19) Coldebella (2) Colle (38) Comune (26) consorzio (71) Costone (197) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (22) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (4) Fortitudo (1) Frati (1) Frullanti (237) giovanili (40) Grandi (41) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (150) mercato (93) Minucci (28) Monciatti (16) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (9) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (63) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (166) Serie A (3) Serie D (8) Sguerri (22) silver (1) società (86) sponsor (28) statistiche (107) storia (64) sul campo (794) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (248) Viviani (3)