lunedì 9 maggio 2022

Mens Sana, c'è Fucecchio: programma, precedenti (da ricordare) e temi tattici, guida alla serie

Dunque sarà Mens Sana contro Fucecchio. Era una delle sfide più attese già a inizio stagione, quando entrambe facevano parte del novero delle grandi favorite insieme al Costone. In fase di pronostico precampionato era legittimo pensare di poter vedere queste due squadre in finale, invece si arriva al rendez-vous da testa di serie numero contro testa di serie numero cinque, perché se la Mens Sana ha dato fede alle aspettative con un cammino da 25 vittorie e 5 sconfitte, il Gruppo Sportivo Folgore si è invece impastato in un percorso da 20 vittorie e 10 sconfitte, finendo per dover passare dai quarti senza neppure il fattore campo a disposizione.
 
FINALE ANTICIPATA? - No, è eccessivo parlare di finale anticipata. Però entrambe avrebbero il fattore campo nel caso di sfida con Altopascio, mentre i precedenti tra Mens Sana e Laurenziana, almeno per le sfide giocate sul parquet fiorentino, sono sempre molto equilibrati. Non è però eccessivo dire che il carico di fiducia, adrenalina e entusiasmo per la vincente della serie la porrebbe nel ruolo di favorita per la finale.
Quarti di finale in cui Fucecchio ha piegato Campi Bisenzio andando a prendersi il pass per le semifinali in trasferta in gara3, approfittando anche di alcune assenze nella formazione locale. 57-54 per Campi, poi 70-63 e 65-54 per Fucecchio.
 
I PRECEDENTI -
16 febbraio, Viale Sclavo: Mens Sana - Folgore 85-60.
13 marzo, Palasport di via Fucecchiello: Folgore - Mens Sana 70-72.
La particolarità delle due gare di campionato è che la prima non si perde nella notte dei tempi, perché dal 28 novembre in cui era originariamente in programma slittò tra una cosa e l’altra fino al 16 febbraio. Giorno in cui per venti minuti abbondanti la partita sembrava in mano a Fucecchio che, pur priva del suo totem Tessitori, riusciva a prevalere fisicamente e tecnicamente. Poi il duo Petreni-Discepoli pareggiava il tonnellaggio avversario, riuscendo a trovare un freno al solito Berni (15 punti nel primo tempo), che generalmente sotto le pluridecorate volte del Palaestra si esalta (era stato il grande protagonista anche nel passato campionato), riprendendo il controllo delle plance e limitando ogni bocca da fuoco ospite. Risultato: parziale di 51-15 nel secondo tempo e successo con 25 lunghezze di margine.
Un mese dopo altra partita che per larghi tratti sembra in mano alla squadra di Rastelli, capace di toccare anche il +12 a sei minuti dal termine, prima della super rimonta griffata dalle triple di Pannini e dall’incredibile prodezza di Menconi a fil di sirena, quando Berni, ancora lui, sempre lui, aveva segnato con invidiabile freddezza i due liberi di un sorpasso che sembrava definitivo.
 
I MOTIVI TATTICI - Molto dipende dalla presenza di Tessitori, in grado di spostare gli equilibri con la sua mole. Quando il centro è in campo Fucecchio ama cercarlo con insistenza sul profondo, altrimenti il compito di perforare la retina viene affidato al trio di esterni Berni-Falchi-Orsini e all’ala grande Meucci.
Come detto, nella gara di ritorno Binella non disdegnò per la super rimonta prima un quintetto con quattro piccoli e Iozzi da numero cinque, poi addirittura tutti esterni, allungando la difesa fin sotto il canestro avversario e prendendosi il rischio di non avere stazza per contrastare Tessitori ma cercando in ogni modo di non fargli arrivare palla. Le rotazioni potrebbero essere favorevoli alla Mens Sana, almeno quando tornerà Benincasa (cioè in gara2). Fucecchio non ha avuto negli ultimi due mesi a disposizione Meacci, alterna otto uomini (oltre al quintetto di partenza capitan Gazzarrini, Orsucci e Masotti), mentre la Mens Sana sulla carta può spendere almeno un paio di soluzioni in più.
 
IL NOSTRO PRONOSTICO - Mens Sana 2-1.
 
QUANDO SI GIOCA
Gara1, domenica 15 alle 18 al Palaestra
Gara2, giovedì 19 alle 21 a Fucecchio
Gara3, domenica 22 alle 18 al Palaestra
 
L’ALTRA SEMIFINALE - L’altra semifinale è Laurenziana - Altopascio. La formazione fiorentina si è assicurata il posto nelle prime quattro battendo di strettissima misura (69-67) Valdera in una tesissima gara3, risolta in volata dal canestro di Carcasci a diciannove secondi dal termine.

Stefano Salvadori

  
   
***
 
Leggi anche: 














































 
 
 


 
  


Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (71) Anichini (68) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (25) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (18) Coldebella (2) Colle (38) Comune (25) consorzio (71) Costone (92) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (1) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (3) Fortitudo (1) Frullanti (178) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (148) mercato (90) Minucci (28) Monciatti (1) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (8) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (62) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (125) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (85) sponsor (28) statistiche (106) storia (59) sul campo (676) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (130) Viviani (3)