lunedì 3 gennaio 2022

Tempi, cifre, accordi: i termini definitivi per il passaggio del palasport al Comune

Vociferato, poi concepito da settimane e infine materializzato, sottoposto all'approvazione dei rispettivi organi decisionali, il passaggio a suo modo storico del PalaSclavo dalla Polisportiva al Comune ha ricevuto il via libera definitivo il 30 dicembre con l'accettazione da parte del consiglio comunale della donazione dell'impianto. 

La questione interessante diventa quella dei possibili scenari che si aprono adesso e che abbiamo provato a tratteggiare nelle scorse settimane, ripromettendoci di tornare a farlo in maniera più circostanziata quando dovessero delinearsi con maggiore chiarezza. Senza entrare nel merito in questa sede dei temi emersi attorno all'accordo, sia in sede consiliare che nel dibattito pubblico, proviamo solo a raccogliere qua in un prospetto più chiaro e sintetico possibile - a futura memoria, oltre che per conoscenza immediata di chi non ha seguito la faccenda nel dettaglio - i termini dell'intesa per come è stata formalizzata dal consiglio comunale. 

50 anni più 20 (70, facile)
durata dell'accordo di cessione al Comune (attraverso donazione modale) da parte della Polisportiva Mens Sana della proprietà superficiaria del palasport e "dell’intera area esterna, compresi i parcheggi, i cui ricavi saranno del Comune" 

1.400.000 euro
il valore dell'impianto secondo la stima riportata nell'accordo portato dall'amministrazione in consiglio comunale

1.100.000 euro
l'entità dell'intervento già stanziato dal Comune per l'efficientamento del palasport e i lavori necessari per la concessione dell'esercizio del pubblico spettacolo 

8-10 anni
il tempo dichiarato dall'amministrazione per il rientro dei costi per i lavori da svolgere, sulla base degli introiti previsti per i rapporti di concessione in affitto del palazzetto (a partire da quelli già in essere)

110.000 euro annui
la concordata partecipazione della Polisportiva alle spese di gestione del palasport, comprensiva delle utenze dell'utilizzo del campo centrale per gli spazi necessari "per le esigenze sportive sia giovanili sia della prima squadra"

135.000 euro annui
la previsione di introito minimo annuale complessivo dichiarata dal Comune per l'utilizzo dell'impianto "a scopo commerciale, sportivo, sociale, aggregativo, ricreativo, di spettacolo, convegnistica, fieristica e manifestazioni di ogni genere"

1 marzo 2022
data in cui avrà effetto giuridico l'accordo per il passaggio del palasport dalla Polisportiva Mens Sana al Comune di Siena 



  
***
 
Leggi anche: 



















 
 
 


 
 
 


Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (70) Anichini (68) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (22) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (16) Coldebella (2) Colle (38) Comune (25) consorzio (70) Costone (73) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (2) Fortitudo (1) Frullanti (153) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (148) mercato (90) Minucci (28) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (8) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (60) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (101) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (84) sponsor (28) statistiche (105) storia (59) sul campo (639) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (110) titoli (21) trasferte (22) Virtus (105) Viviani (3)