lunedì 22 novembre 2021

Battistrada alla prova della gomma, superata: 8 su 8 Mens Sana, Fucecchio ci siamo (anche se...)

Il bilancio della Mens Sana si arricchisce di un’altra vittoria. Successo numero otto a Capannoli e leadership solitaria confermata. La prima della tranche di sei sfide in cui si affrontano tutte squadre della parte medioalta di classifica si risolve alla stessa maniera delle precedenti giornate, con il team manager che riceve dagli arbitri la parte colorata in rosa del referto.
  
ATTESA - E così ci si avvicina alla super sfida con Fucecchio che, attenzione attenzione, non è un vero e proprio scontro diretto per il primo posto perché in ‘Acqua sei’ sta risalendo forte l’equipaggio di Altopascio, partito a fari abbastanza spenti ma pronto per essere lì ad approfittare di ogni mancanza delle favoritissime. È in striscia positiva da sette partite (ha perso soltanto alla prima giornata a Montale) e ha appena domato proprio la Folgore sul parquet amico. Ne riparliamo più avanti.
 
GOMMA DURA - Sul ‘parquet’ di Capannoli, un insidioso fondo in gomma tinto di verde con rigature bianche (per il basket) e gialle (per il volley), la Mens Sana ha un solo momento di sbandamento, tra fine del primo periodo e inizio del secondo, coinciso con il primo riposo concesso a Sabionis e con un 9-0 di marca Valdera. Un fuoco di paglia, perché la squadra di coach Binella rimette subito le cose a posto con un contro parziale di 14 punti consecutivi e poi comanda per il resto della gara. Certo, senza chiudere mai la partita prima dell’ultimo minuto, ma anche senza concedere agli avversari l’opportunità di rimettere la testa avanti.
 
SPARATORIA A SALVE - Per largheggiare nel punteggio servivano percentuali migliori (19/50 da due, 5/19 da tre, un orrido 10/24 ai liberi), ma quando la precisione latita è comunque un bel segnale vedere che nei momenti caldi del match si riesce a recuperare una palla, a forzare un’infrazione di passi, a costringere gli altri ad un tiro sbilenco ai ventiquattro secondi. Mentre di là, pur tra mille difficoltà, si organizzano un paio di azioni essenziali, quali quelle che portano alla tripla di Sprugnoli per il +6 (54-48) e ai cesti di Sabionis del +4 (56-52) e poi del +6 (58-52) che di fatto chiude il match, prima del siluro dall’angolo di Benincasa che permette di alzare le mani dal manubrio prima dello striscione del traguardo.
 
IL TABELLINO - Menconi 8, Pannini 1, Iozzi 7, Sprugnoli 3, Giorgi, Benincasa 5, Milano, Sabia 22, Santini, Bovo 5, Campi, Tognazzi 12. Senza Del Cucina, alle prese con una distorsione al ginocchio, e con Milano non impiegato, Binella ha utilizzato una rotazione a otto uomini. Prima volta a referto, senza entrare, per Gabriele Campi.
 
BANDIERA GIALLA - Netta e convincente affermazione (91 a 72) sul campo dell’Audax Carrara. Il successo arriva sfruttando l’onda di un terzo periodo da 35-15, suggellato poi senza problemi nei dieci minuti finali. Cinque giocatori in doppia cifra (Niccolò Mencherini 19, Bruttini 17, Lucas Silveira 13, Ondo Mengue 14, Leonardo Mencherini 10) ma la notizia migliore della giornata è il ritorno in campo di Ceccarelli (6 punti per lui) a due mesi di distanza dallo sfortunato scontro con Menconi che gli aveva procurato un problema al legamento collaterale del ginocchio sinistro.
   
LE ALTRE - Pontedera - Montale 55-58, Campi Bisenzio - Cmb Carrara 69-57, Invictus - Us Livorno 53-55, Altopascio - Fucecchio 68-58, Laurenziana - Vela 88-52, Liburnia - Biancorosso 52-74. Per questa classifica: Mens Sana 16, Altopascio 14, Laurenziana, Campi Bisenzio, Fucecchio, Montale, Biancorosso, Costone 12, Valdera 8, Cmb, Liburnia, Audax, Us Livorno 4, Invictus, Vela, Pontedera 0.
 
LA PROSSIMA - Domenica alle 18 contro Fucecchio. Lo abbiamo già scritto all’inizio del post, non è più il big match tra le due regine che avevamo strombazzato un paio di settimane fa. Non lo è per colpa della Folgore, che nel frattempo si è fatta infilare in casa da Valdera e poi ad Altopascio, ad oggi la rivale più vicina in una classifica che ora come ora sembra un playoff perenne tra le otto squadre attestate fra 16 e 12 punti. Una specie di corrida nella quale al momento fanno la differenza, a favore della Mens Sana, le vittorie sui campi di Laurenziana, Campi Bisenzio e Valdera. Il primo posto è frutto di questi exploit, cui adesso provare a dare ‘consistenza’, nel significato americano di continuità. La prima occasione è tra sei giorni al PalaEstra.

Stefano Salvadori


***
 
Leggi anche: 












 
 
 


 
 
 


Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (69) Anichini (68) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (22) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (15) Coldebella (2) Colle (38) Comune (23) consorzio (70) Costone (68) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (2) Fortitudo (1) Frullanti (150) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (148) mercato (90) Minucci (28) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (6) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (58) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (95) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (84) sponsor (28) statistiche (105) storia (59) sul campo (631) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (110) titoli (21) trasferte (22) Virtus (101) Viviani (3)