giovedì 29 novembre 2018

Panico da zero a dieci: Il gioco, l'adattamento, i dubbi, Excussiobur

"Escutimi ma di lodi percuotimi"

10 In realtà non ci credevo davvero che potesse succedere Se riprendiamo in mano qualcuna di questa sorta di pagelle di inizio stagione vi potreste ricordare che su questi schermi tra i fattori positivi, anche nei momenti peggiori, c'era il fatto che s'intravedeva di nuovo della pallacanestro al PalaEstra. Mi sento abbastanza confidente nel dire che la partita contro Treviglio ci ha mostrato gli stralci di pallacanestro migliore che si siano visti a Siena negli ultimi non-so-nemmeno-quanti anni. L'avversario va pesato, di sicuro non una squadra costruita per ambire a posizioni di vetta, ma fino all'anno scorso toccava soffrire contro chiunque, e quindi anche questo aspetto va preso in considerazione. Moretti ha costruito una squadra che si cerca, che ha il piacere di passarsi il pallone, che senza ombra di dubbio a volte sbaglia, si incarta e pasticcia, ma che quando gira è un piacere da guardare. Grazie, a posto così.

Saccaggi, Harrell e Mascolo in una diapositiva d'epoca
9 Move or Die Ventiquattro. Sono gli assist che la Mens Sana ha inserito a tabellino a fine partita, dieci in più di quelli di Legnano, frutto per l'appunto di quella volontà di cercarsi a cui accennavamo prima. Pesano gli otto di Morais, frutto anche del fatto che a ogni suo passo si muovevano tre difensori e mezzo di Legnano. Però poi quei passaggi li devi concretizzare, e i biancoverdi lo hanno sempre fatto, creando una circolazione di palla a tratti commovente, puntando sugli extra pass, non forzando MAI. Il tutto con valori in campo delineati ma senza prime donne, come dovrebbe essere una vera squadra.

8 Percentuali Si parla di bel gioco, circolazione extra lusso e spettacolo, ma in questo quanto ha pesato aver riscritto per due volte consecutive il record in percentuale dalla lunga distanza (rispettivamente 58% e 59%)? Molto, sicuramente. Ma è anche vero che non ricordo praticamente nessun tiro da tre punti forzato, ma ne ricordo tantissimi costruiti con metri di spazio. In questo avere la possibilità di tenere in campo due lunghi come Poletti e Pacher, che allargano gli spazi a dismisura, fa la differenza. Poi quei tiri vanno segnati, ed è irreale pensare che queste percentuali possano reggere a lungo, ma la fiducia costruita con queste due ultime partite sono convinto che farà comodo ai biancoverdi durante la stagione.

Le percentuali della Mens Sana, riassunte
7 La Buona Scuola 450 ragazzi nella prima giornata. È quanto raggiunto nella prima giornata del progetto MSB@School, uno di quei progetti di cui sarebbe un gran bisogno per cercare di riportare un po' di ragazzi a palazzo, per far tornare questa città appassionata di pallacanestro come era un tempo (e no, non parlo dei periodi delle grandi vittorie, perché già allora erano tempi di magra). Ben venga quindi un'iniziativa di questo tipo, che fa uscire i giocatori da quella che spesso è una bolla in cui manca il contatto con ciò che li circonda, e fa avvicinare dei ragazzi a un palazzo che probabilmente senza di questo avrebbero ignorato.


6 "La storia della vita sulla Terra è la storia dell'adattamento all'ambiente" In questo inizio stagione Moretti ci ha abituato a mischiare spesso le carte in tavola. A iniziare dalla match-up 3-2, che abbiamo visto fin dai primi minuti di stagione, passando per il doppio play fino ai tre lunghi di domenica scorsa. Tante piccole mosse tattiche che sono sì frutto di dover spremere il massimo da questo roster, ma che evidenziano anche la duttilità di questa formazione e la sua capacità di cambiare maschera e adattarsi alle situazioni. Non sempre durante la stagione queste mosse sono riuscito a pagare dividendi, ma è pur sempre vero che la capacità di adattarsi è alla base dell'evoluzione.

Lo dice anche Bear
5 Dubbi amletici da pausa Sono un po' i classici dubbi amletici che accompagnano ogni pausa della stagione: lo stacco farà bene? Farà male? Perché deve capitare proprio ora che tutto sembra girare bene? Possibile che dopo giri ancora meglio? O forse la squadra perderà il ritmo? Perché Poletti non è ancora stato scritturato per recitare in una puntata dei Peaky Blinders? Perché nessuno fa notare che Sanguinetti con un minutaggio minore rende meglio di Marino in quasi tutte le voci statistiche? Le classiche domande da pausa insomma. Non c'è una risposta al momento. A nessuna.

4 And now, for a great embarassment moment Quando prima della partita, dopo aver aspettato per un bel pezzo senza che l'inno riuscisse a partire ho pensato di intonare l'aria di Cantare è d'Amore del maestro Amedeo Minghi.

MERAVIGLIOSA CONFUSIONEEE TRA I DIALOGHI E LE POSEEE

3 Fabbro ferraio Quello che a tratti è sembrato London con la sua insistenza nel voler a tutti i costi storcere i ferri del PalaEstra, tirando mattoni un po' da qualunque lato del campo. E dire che si era presentato bene con quel bellissimo canestro in balletto sul piede perno, da lì in poi è stato solo un abisso di disagio e facepalm continui. Ma ci ha permesso di ricordare quale meraviglie offra l'A2, che poi magari ce lo scordiamo.

2 Ciò che manca Qualcosa a cui ha accennato anche Moretti nel post partita, ovvero l'approccio dopo l'intervallo, quando la partita magari poteva essere definitivamente chiusa e invece la squadra è ricaduta in errori banali, distrazioni e ansie da prestazione. Gli stessi errori che avevano caratterizzato anche il primo quarto con Treviglio e che la Mens Sana pare non riuscire a togliersi di tutto di dosso. Non aver chiuso la partita in quel momento ha costretto la squadra a dare di nuovo più di uno strappo per riuscire a demolire definitivamente le speranze di Legnano. È senza ombra di dubbio l'aspetto mentale su cui Moretti deve lavorare per permettere ai biancoverdi di fare il successivo salto di qualità.

1 Excussiobur Tutto è bene ciò che finisce bene, no? Tutto sembra indirizzato verso una risoluzione pacifica del contenzioso e Filippo Macchi ha garantito nel post partita che la situazione sia già risolta. Voglio iniziare a tenere il conto di quelli che vengono a battere cassa perché non saldati, ma forse non conviene...

"Escuss...Escuott....Excuz...Ezcus..."    "ESCUSSIONE, IMBECILLE!"
0 Fotografie Segnanti Siena, Novembre 2018. Il proprietario del residence dove alloggiano 6 tesserati della Mens Sana minaccia lo sgombero totale, scegliendo la via delle maniere forti.





***


  

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (12) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (36) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (75) sponsor (27) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (92) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)