lunedì 19 novembre 2018

Basket City: Virtus, ancora una sconfitta. Serie D, verso il derby Asciano-Poggibonsi

Quarta sconfitta consecutiva per la Virtus Siena che, questa volta, deve cedere l’onore delle armi a Sangiorgese. 90-75 il punteggio finale di un incontro in cui la Sovrana è sempre stata costretta a rincorrere: -16 il parziale di metà, -22 alla fine del terzo quarto. Nota parzialmente positiva lo scatto d’orgoglio finale che ha impedito di subire l’ennesimo passivo pesante anche se, in quei frangenti, forse Sangiorgese si era un po’ rilassata. A nulla sono valsi i 23 punti del solito Gianmarco Olleia. In attesa di eventuali rinforzi dal mercato, a questa Virtus serve un’iniezione di fiducia. Per far questo basta guardare al calendario perché, dopo una lunga serie di avversari di un rango superiore, adesso arrivano le partite in cui cercare di fare punti importanti.


IL GIOCATORE DELLA SETTIMANA

Abnegazione e sacrificio. Serve uno sforzo collettivo da parte di tutto il roster rossoblù per cercare di invertire la tendenza di una prima parte di stagione non positiva, almeno sotto il profilo dei risultati. In tal senso, il giocatore di questa settimana vuole essere un elemento che si sta sbattendo tantissimo, cercando sempre di dare un suo contributo seppur nel contesto in un campionato assolutamente nuovo per lui. Stiamo parlando di Alessandro Pucci, ala piccola classe 1992, da un anno in forza alla Virtus dopo una lunga militanza a Certaldo (Serie C), dove era il faro indiscusso della squadra. Un processo di adattamento non facile, specie per trovare il proprio spazio, in un contesto e in delle gerarchie decisamente diverse rispetto a quelle di provenienza.

Pucci si è rivelato un “Mister Utilità” nella stagione trionfante della passata stagione, sacrificandosi in alcune da 4 o in altre da 5. Insomma, il classico giocatore che sa mettersi a totale disposizione della squadra. Quest’anno parte costantemente in quintetto, nel suo ruolo di ala, dando comunque un buon apporto alla sua squadra. Un giocatore che, prese le dovute misure con la categoria, sta anche in Serie B e non è un caso che alcuni addetti ai lavori abbiano già messo gli occhi su lui. Pucci riesce a marcare sempre presenza, anche a San Giorgio dove, nonostante i soli 6 punti a referto, è stato autore di una prova di sostanza. Riesce in questo grazie al suo talento e alla sua forte mentalità. Relativamente giovane, può e deve ancora crescere dal punto di vista difensivo per poter essere definitivamente un giocatore completo.


IL TEMA DELLA SETTIMANA

24 novembre: partita in casa con Varese. 2 dicembre: ancora al PalaCorsoni contro Cecina. 9 dicembre: trasferta a Domodossola. È giunto il momento di fare punti per la Virtus. Dopo una serie di incontri oggettivamente molto complicati, stante il valore degli avversari, arriva adesso un trittico di partite decisamente più abbordabili per i ragazzi di coach Tozzi. Non saranno assolutamente match facili, visto che stiamo parlando di scontri diretti: se però servivano delle occasioni per cercare di tornare al successo, ecco che Varese, Cecina e Domodossola rappresentano le più ghiotte delle opportunità per provare a centrare nuovamente la vittoria (fino a questo momento arrivata solo contro Pavia). Considerando che anche i punti in palio (in ottica playout) valgono doppio, alla Virtus spetta il compito – non semplicissimo – di scrollarsi di dosso le scorie delle ultime 4 battute d’arresto e giocare le prossime 3 partite senza farsi schiacciare dalla pressione. Servono tranquillità e determinazione: il momento è ora.


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

Due sconfitte in Serie C, due vittorie in D. Weekend dal bilancio in chiaroscuro per le senesi impegnate nelle minors dove, inesorabilmente, i fari sono puntati sul PalaGrandi di Asciano dove domenica 25 novembre (palla a due alle 18.30) andrà in scena il derby tra i padroni di casa e Poggibonsi. E sarà una partita importante per entrambe le squadre, reduci entrambe da periodi molto delicati e chiamati, di fatto, ad un appello che potrebbe indirizzare le rispettive stagione. In altre parole, è un derby che rappresenta un autentico spartiacque per i due team.

Partiamo da Asciano reduce dalla bella vittoria esterna in casa del Club Biancoverde Firenze (69-61): la squadra di coach Locatelli si è rialzata dopo il ko interno subito da Certaldo ed ha ripreso il suo commino con le primissime della classe. Certo, c’è da fare i conti con un’infermeria decisamente affollata: stagione finita per Benocci, che si è rotto il ginocchio, nelle ultime partite hanno accusato dei problemi alle caviglie Frati e Carapelli. Coach Locatelli e tutto lo staff ascianese proveranno a recuperarli per il match con Poggibonsi ma, nel frattempo, si godono un gruppo che sta crescendo e che, grazie a questa dote, sta sopperendo alle assenze, continuando a fare un campionato da protagonista.

Bella e importante anche l’affermazione di Poggibonsi che ha battuto in casa Firenze 2 con ben 20 punti di scarto. Per i valdelsani un successo che porta punti e fa morale. Per Poggibonsi è arrivato il momento di fare uno scatto in avanti, cercando di togliersi di dosso un po’ di scorie. Certo, dal punto di vista degli infortuni, verrebbe da dire che «se Atene piange, Sparta non ride»: Manetti e Rovini sono sempre fermi ai box, Golini è reduce da qualche acciacco riportato nella partita con Campi Bisenzio. Contro Firenze 2 si è fermato anche Meucci. Malgrado questo è arrivata una vittoria importante e che fa ben sperare. Anche perché ci sono da segnalare ci sono i 10 punti del classe 2000 Maestrini. Insomma, coach Meoni si sta affidando alla spregiudicatezza della gioventù del suo roster per cercare di risalire la classifica. A partire proprio dal derby di Asciano che, come detto, molto inciderà sulle stagioni dell’una e dell’altra squadra.


Saliamo un gradino e parliamo anche di Serie C. Prato passa a Colle ribadendo la sua superiorità. Per i ragazzi di coach Pacini una battuta d’arresto che deve far scuola visto che, da matricole, erano chiamate al primo vero esame di maturità della stagione. Il -24 non deve comunque far abbattere l’ambiente colligiano, rispetto ai lanieri le ambizioni stagionali sono molto diverse. Le forze messe in campo pure. Mastica amaro invece il Costone, battuto a San Giovanni Valdarno dall’Alberto Galli. Senesi protagonisti di una grande rimonta nel secondo tempo ma troppo passivi nei primi due quarti di gioco: in un campionato tosto ed equilibrato come questa Serie C Silver non ci si possono permettere simili passaggi a vuoto. Una lezione che i ragazzi di coach Braccagni hanno capito sulla loro pelle.

RISULTATI - Serie C. Colle-Prato 45-69; Alberto Galli-Costone 77-71. Serie D. Poggibonsi-Firenze 2 77-57; Biancoverde Firenze-Asciano 61-69.
PROSSIMI INCONTRI - Serie C. Domenica 25 novembre, ore 18: Costone-Pescia, Quarrata-Colle. Serie D. Domenica 25 novembre, ore 18.30: Asciano-Poggibonsi.



***




#unoasettimana Mitch Poletti, il totem del destino

Basket city: Vittoria Virtus, finalmente. Asciano forza 4 in Serie D

Pick-and-Tom: Qual è il vero Morais? Cosa è cambiato (e cosa no) dalle gioie ai dolori



Bat-man

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (59) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (15) Catalani (3) città (10) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (15) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (61) giovanili (32) Griccioli (12) inchiesta (68) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (28) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (1) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (47) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (70) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (495) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (88) titoli (21) trasferte (22) Virtus (30) Viviani (3)