giovedì 25 ottobre 2018

Basket City: La Virtus rimane ancora a secco. In D si sblocca Poggibonsi

Zero su tre. È una Virtus che si lecca le ferite quella che torna a casa da Borgosesia, sconfitta ancora, per 3 volte in altrettanti turni di campionato, da una Gessi che ha dimostrato di avere qualcosa in più rispetto ai ragazzi guidati da coach Maurizio Tozzi. Al Pala LoroPiana senesi in partita per poco più di 5 minuti, poi sono stati i piemontesi a prendere il sopravvento, trascinati da Cervinani e Panzieri, autori rispettivamente di 28 e 18 punti. A metà gara Virtus sotto 50-34, alla sirena finale il punteggio recita un netto 88-60.


IL GIOCATORE

Solo un faro ha illuminato la notte di Borgosesia. Nuovamente, con un -28 sul tabellone, siamo a cercare un acuto in casa virtussina. E quell’acuto è Gianmarco Olleia. 15 punti per lui, con percentuali al tiro non impeccabili ma accettabili nel contesto del match disputato dalla Sovrana, ed anche 3 rimbalzi e 2 assist a referto (20 di valutazione complessiva). Olleia è un altro dei “vecchi” storici di Via Vivaldi: la Virtus è casa sua, come detto per Federico Bianchi una settimana fa. Forse è anche per questo che in queste prime infruttuose uscite in Serie B sono sempre stati i veterani gli unici a salvarsi: basti vedere che a Borgosesia in doppia cifra, oltre a Olleia, c’erano nuovamente Bianchi e Gerlando Imbrò.

Gianmarco Olleia è il classico ragazzo d’oro. Maglia numero 10 da sempre, da 10 anni veste il rossoblù. Nato il 2 marzo 1993 a Terracina, è ormai un senese d’azione perché, oltre a basket, all’ombra della Torre del Mangia è cresciuto tantissimo anche a livello umano. Da qualche anno si occupa di allenare alcuni team tra le giovanili virtussine. Chi lo conosce fuori dal campo lo definisce come un ragazzo gentile, cordiale, sempre educato e sorridente. Doti umane che lo fanno apprezzare da chiunque abbia avuto il piacere di incontrarlo e conoscerlo.

In campo è un giocatore completo a livello fisico e tecnico: Gianmarco Olleia è ala che può coprire sia il ruolo di 3 che di 4. Chiaro che, in Serie B, stante la fisicità degli avversari, si avvicina più a un piccolo che a un lungo. Negli anni scorsi però è stato un fattore tattico di notevole importanza per la Virtus, giocando a tratti anche da ala forte ‘atipica’ e, di fatto, mettendo più di un sassolino negli ingranaggi degli avversari. È un giocatore moderno insomma, una dote da far fruttare e vedere anche in Serie B, nonostante le avversità di questo inizio di stagione non facile.


IL TEMA 

Vietato abbattersi. Il messaggio è ancora questo. Non è facile ma è l’unico proposito possibile per i ragazzi di Tozzi. È chiaro che nessuno può essere felice per un avvio di stagione così complesso e caratterizzato da passivi molto pesanti (-41 alla prima, -22 alla seconda e - 28 alla terza giornata). Serve una reazione, di nervi, di cuore, di “tutto”. Prima che tecnica questa reazione deve essere morale. Anche perché il calendario è beffardo e non aiuta: sabato arriva al PalaCorsoni una squadre che - almeno sulla carta - è tra le più attrezzate del campionato. Stiamo parlando di Pavia, squadra esperta e con giocatori molto forti e navigati. Due nomi su tutti: Di Bella e Iannilli. Occhio anche a Benedusi e ad un collettivo, quello guidato da coach Baldiraghi, che vuole reagire ad un avvio di stagione più difficile del previsto con una sola vittoria nelle prime 4 giornate.

A Siena arriverà pertanto una squadra pericolosa, caricata dal primo successo in campionato, e desiderosa di risalire la china e posizioni in classifica. Alla Virtus il compito di non lasciarsi impressionare dal pedigree dell’avversario, scrollandosi di dosso le scorie del momento affrontando la partita a visto aperto. Senza paure e senza timori reverenziali (palla a due al PalaCorsoni sabato 28 ottobre alle 21).


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

Welcome Poggibonsi. E’ questo il titolo della quarta giornata in Serie D che ha regalato ai valdelsani il primo acuto stagionale: 81-53 a Castelfiorentino. Un successo importante non solo per mettere i primi punti in classifica ma anche perché arrivato al termine di una partita giocata senza alcuni elementi importanti del proprio roster. Se la si guarda da questo punto di vista la vittoria vale doppio: serviva proprio una W per scacciare un po’ i fantasmi di un avvio di stagione non facile per Poggibonsi, ripartendo da qui per dare una sterzata al proprio campionato.

Ma conosciamo meglio Poggibonsi: dopo la semifinale playoff della passata stagione (persa in tre gare con Colle), coach Meoni è stato confermato sulla panchina giallorossa. Partiti Mascagni (Legnaia), Borgianni (Certaldo), Zani (Libero Basket, più l’esperienza come vice di Lasi nelle giovanili Mens Sana), Di Grandi e Baldinotti, l’allenatore ha affidato le chiavi della squadra a capitan Lotti in regia, supportato da Bellachioma (reduce dalle finali nazionali Under 18 Mens Sana) e Mostacci. Nel reparto esterni spiccano Rumachella, l’espertissimo Moroni, un combattente di lungo corso come Falossi coadiuvati da Meucci (arrivato dal Cus) e Vallerani (Castelfiorentino). Sotto canestro il compito di fare a sportellate tocca a Manetti (di ritorno dopo l’esperienza al Costone) e Golini (Cus), più una batteria di numeri quattro in cui Bini (capocannoniere della D nella passata stagione a Firenze 2) è il punto di riferimento di un pacchetto che comprende anche Rovini, Palmieri e il giovane Maestrini. Obiettivo stagionale dei valdelsani? Confermarsi e, dopo il quarto posto della scorsa stagione, arrivare di nuovo tra le prime 8.

Per quanto riguarda le altre senesi impegnate nelle minors non resta che segnalare un solo risultato, ma notevolissimo. Il magic moment di Colle non sembra arrestarsi in Serie C: alla terza giornata è infatti arrivata un’altra vittoria per i ragazzi di coach Pacini, questa volta in trasferta, sul sempre ostico campo di Pesca. 69-63 il risultato finale che mantiene i colligiani in vetta alla graduatoria, insieme a Prato, con 3 vittorie in altrettanti incontri. Passando alla Serie D, Asciano ottiene una convincente vittoria casalinga, superando nettamente Calenzano per 77-60. Un successo, questo, che permette alla Banca Cras di attestarsi nella metà alta graduatoria con 3 vittorie e un solo ko nei primi 4 turni.

Rinviato invece l’impegno di Costone in Serie C, stante la concomitanza con il Palio straordinario di sabato scorso: Vismederi attesa adesso da un trasferta decisamente impegnativa, domenica 28 ottobre, in casa della capolista Prato.


RISULTATI - Serie C: Pescia-Colle 63-69. Costone-Pontedera: giovedì 15/11 ore 21.15. Serie D: Castelfiorentino-Poggibonsi 53-81. Asciano-Calenzano 77-60.
PROSSIMI INCONTRI - Serie C. Domenica 28 ottobre: ore 18 Prato-Costone; ore 18:30 Colle-Carrara. Serie D. Domenica 28 ottobre: ore 18 Valbisenzio-Asciano. Mercoledì 31 ottobre: ore 20:30 Poggibonsi-Alberto Galli San Giovanni Valdarno.


Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (11) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (34) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (73) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (90) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)