mercoledì 31 ottobre 2018

St.Sal.Stats: La Mens Sana è una squadra fondata sulle triple. Ecco quanto

Guardando le partite della Mens Sana è netta la sensazione che la squadra ami particolarmente l’uso del tiro da tre. Tolto Ranuzzi, che si concede appena un tiro di media a partita dalla lunga distanza, gli altri otto della rotazione non disdegnano mai le conclusioni dall’arco. Magari ci sarà modo di entrare nel merito sul piano tecnico. Intanto le cifre…

… che sono abbastanza esemplificative. La Mens Sana è la seconda squadra del girone Ovest per numero di tiri tentati da tre (153), dietro a Casale. Fin qui, vuol dire poco. È la seconda, sempre prendendo come riferimento il gruppo ‘occidentale’, per rapporto fra tiri tentati da tre e tiri totali. Il 46,4% delle conclusioni dal campo ha origine dai 6,75; solo l’Eurobasket, con il 48,6%, è ancora più netta come rapporto bombe/pitturato rispetto a Siena. In pratica, ogni due possessi Roma2 (ma anche Siena come detto non ci va lontana) si spara un bel tentativo da tre punti.

È interessante aggiungere il dato del rapporto fra tiri tentati da tre e possessi (calcolati con la formula ‘semplice’: t2+t3+tl/2+pp). La Mens Sana è terza nel gruppo, con una ratio del 35%. Davanti ancora Eurobasket (36%) e Trapani (35,6%), mentre molte altre squadre del lotto non arrivano neppure al 30% di incidenza del tiro da tre sul totale dei possessi. Biella, per citarne quella col dato più basso, è appena al 23%.

C’è correlazione tra distribuzione dei tiri e risultati? Per ora le cifre non forniscono risposte certe. La Mens Sana ha vinto quando ha avuto il divario più ampio fra conclusioni da dentro e fuori (a Tortona, 40% di tiri tentati da tre sul totale), ma anche quando ha avuto perfetta parità (contro Rieti, 33 tentativi da due, altrettanti da tre). Per contro, in due occasioni in cui ha distribuito in maniera pressoché identica le scelte offensive (47,4% di triple tentate con Latina e 47,7% con Cassino) sono venuti fuori due risultati diametralmente opposti.

Tanto tiro da fuori, pochi viaggi in lunetta. Infatti qui le cifre si ribaltano. Mens Sana quartultima per liberi tentati (84, peggio fanno solo Trapani, Legnano e Rieti) e terzultima per falli subiti (92, meglio solo di Trapani e Bergamo).

Forse perché è una squadra con tanti fucilieri. Morais è il capofila: 6 conclusioni a partita, seguito da Sanguinetti (4,8, con il record di 12 tentativi contro Latina), Marino (4,3) e Radonjic (3,6). Non è che i lunghi rifiutino una soluzione dall’arco, anzi… Pacher (3,4), Poletti (2,8) e Lupusor (2,8) effettuano comunque più tentativi dalla lunga distanza di un esterno puro come Prandin (2,6). Sicuramente ci prendono di più: Poletti e Pacher insieme sono al 55% (17/31), mentre il quintetto di esterni Marino-Morais-Sanguinetti-Prandin-Radonjic oltrepassa di poco il 30% (31/102).



***


Basket City: Virtus quanto è tosta la B. Il cuore (del Treccia) non basta. In C Magic Colle




Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (59) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (15) Catalani (3) città (10) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (15) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (61) giovanili (32) Griccioli (12) inchiesta (68) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (28) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (1) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (47) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (70) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (495) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (88) titoli (21) trasferte (22) Virtus (30) Viviani (3)