sabato 2 gennaio 2016

Cosa aspettarsi dalla trasferta a Biella

E' la storia del campionato a dire che la Mens Sana è la stessa squadra che ha vinto in casa della capolista Agrigento e ha giocato forse l'altra miglior partite in trasferta sul campo dell'altra capolista Scafati, ma allo stesso tempo ha perso giocando male sui campi di due delle ultime tre squadre in classifica. Precedenti che non danno ottimismo ora che c'è da affrontare la terza, Biella, penultima in classifica.

GLI STRANIERI
Se la Mens Sana ha perso sei partite su sette fuori casa, l'unica che invece non ha mai vinto è stata proprio Biella. Che però in casa sua - per dire della difficoltà della trasferta - ha vinto quattro delle ultime cinque partite, unica sconfitta con la capolista Scafati, una volta sbloccata dall'arrivo di Mike Hall dopo l'inizio da quattro k.o. di fila. Uno straniero di altra categoria. Non ha la bacchetta magica ma è il miglior rimbalzista del campionato a 13.8 di media (5.4 offensivi), bella prova per una squadra di livello sotto i tabelloni come la Mens Sana. Si prende 14.4 tiri a partita di cui 6 da tre, col 23%, che però va spiegato: alla seconda partita fece 6/12, all'ultima ha fatto 5/12, in mezzo c'è stato un eloquente 1/30. L'altro straniero, l'ex cremonese Jazzmar Ferguson, è semplicemente il secondo realizzatore del campionato, a 22 punti di media, seppur al prezzo di 3.1 perse di media, e 19.5 tiri.

LA TORRE
E' Niccolò De Vico l'unico altro in doppia cifra (10.7 di media), di una squadra che sta vivendo un periodo di cambiamenti: ha appena preso il play 36enne Francesco Guarino e ha messo in discussione - oltre al coach Michele Carrea, ufficialmente confermato dalla società - i giovani Grande e La Torre, al centro quest'ultimo del caso della settimana: ha giocato 7 minuti in tutto nelle ultime tre partite, il club se n'è uscito dicendo che gli farebbe meglio giocare con le giovanili che con la prima squadra, il suo agente ha detto di non aver mai fatto un errore più grande che portarlo a Biella, creando un gran can-can attorno alla sua uscita dall'Angelico che sarebbe avvenuta comunque con l'apertura del mercato, ma magari con uno stile diverso... Una settimana di polemiche qualche reazione sul campo la genererà, in bene o in male.

ATTACCO-DIFESA
Biella ha la sesta peggior difesa del campionato con 78.6 punti subiti, e concede più di tutti al tiro da due: il 59%. E' quarta per tiri liberi fatti tirare (18.2), pur essendo ottava nei falli fatti, e questo aiuta a capire qualcos'altro ancora sulla sua difesa. Dall'alta parte è il quinto attacco meno prolifico del girone, con 73.4 punti, la peggiore di tutte al tiro da due col 46%, l'unica che fa peggio della Mens Sana. E infatti è con 30.9 tentativi di media la squadra che più di ogni altre nel girone tira da tre, ma con percentuali molto basse: il suo 30% da oltre l'arco è meglio della sola Barcellona per precisione dalla lunga distanza. Così lontana da canestro, è ultima per falli subiti (17.6), penultima per tiri liberi tirati (14), sebbene poi realizzati con la miglior percentuale di tutti, l'85%. Tanti rebus. Come la Mens Sana.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (24) Anichini (28) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (15) Catalani (3) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (46) Fortitudo (1) Frullanti (24) giovanili (27) Griccioli (12) inchiesta (64) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (33) Macchi (4) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (91) mercato (77) Minucci (26) Moretti (2) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (39) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (26) Serie A (3) società (35) sponsor (25) statistiche (91) sul campo (392) Tafani (11) tifosi (79) titoli (21) trasferte (22) Viviani (3)