mercoledì 6 gennaio 2016

L'importanza di vincere a Latina

Di pazzia la Mens Sana se ne intende, ma quella a Latina ha tutto per essere la vittoria più pazza dell'anno. La Mens Sana è andata sotto 20-6 nei primi 7'30". Rientrata sul 30-29 sul finire del primo tempo. A inizio ripresa ha imbarcato un 16-3 per affondare 57-39 a metà terzo quarto. Pausa. Ecco, una partita del genere la Mens Sana l'ha vinta. Riprendiamo: nel resto del terzo periodo la Mens Sana ha piazzato un 13-2 per tornare a -4. A 6' dalla fine era ancora a -9. A 3' dalla fine era ancora a -7. In un minuto è tornata a -2. A 1'10" dalla fine era ancora a -4.

Ha pareggiato a 21" dal termine, l'ultimo tiro lo ha sbagliato Mosley. Supplementare: pum pum e 10-2 Mens Sana per entrare a +8 negli ultimi due minuti. Poi pum pum l'ha fatto Latina per l'8-0 che ha pareggiato a 36" dalla fine, con un mezzo anche un tecnico a Ramagli e tiri liberi importanti sbagliati. Poi Roberts fa 2/2, Tavernelli e Mei (col concorso di Roberts) sbagliano, e Ranuzzi chiude. Non è una cronaca, è un sismografo. Una partita del genere non andrebbe analizzata, ma psicanalizzata. E non solo questa. Per questo, più di cercare letture impossibile, ha senso dire perché è stato un risultato importante.

E' stato importante per essersi messi subito alle spalle Biella, una partita che aveva confermato troppe cose già viste per non lasciare un po' di senso di inguaribile ineluttabilità e fatalismo, in mancanza di un'immediata prova contraria. E' arrivata. Non male.

E' stato importante per arrivare alla sosta carichi. Non è questione di disquisire se sia un bene o un male fermarsi adesso (poi fermarsi: tre giorni in più tra una partita e un'altra). E' questione di poter nel frattempo lavorare con fiducia e non coi tarli di cui sopra.

E' stato importante perché alle spalle hanno vinto praticamente tutti, tutti contro squadre di più alto livello, qualcuno (Reggio Calabria e Biella) anche in trasferta. E quindi chissà che paranoie se a Latina fosse andata diversamente. E' vero, non serve ad avvantaggiarsi nella lotta salvezza, ma è nell'economia della stagione della Mens Sana che è una vittoria importante, più che nella sfida a distanza che c'è in ogni giornata di campionato.

E' stato importante andare 2-0 nelle partite stagionali con Latina. Una squadra con potenziale superiore, ma che al momento (complici i problemi di assenze e infortuni) ha fatto lo stesso tipo di campionato della Mens Sana. Se continuerà a farlo fino alla fine, sarà un importante 2-0 in uno scontro diretto.

E' stato importante aver confermato di trovarsi più a proprio agio con le squadre più forti, perché tale era Latina anche per la classifica al momento della palla a due. E' importante non perché cancella le difficoltà con le squadre che in classifica vengono dopo (anche se in parte compensa). E' importante perché al ritorno le trasferte della Mens Sana saranno quasi solo sul campo di squadre più forti: a questo punto ci si può guardare con un certo senso della sfida in più.

E' stato importante perché, se Rieti poteva essere un caso isolato (e gli esiti di Casalpusterlengo e Biella parevano un passo indietro sul tema) è arrivata la riprova che i finali non sono un tabù.

E' stato importante perché, se Agrigento poteva essere un caso isolato, è arrivata la riprova che le trasferte non sono un tabù. Tra le righe lo si era già detto, ma anche le partite a Casalpusterlengo e Biella prese nel complesso (che se giocate a Siena avrebbero avuto quasi sicuramente un finale diverso) prese nel complesso non sono prestazioni da squadra in difficoltà fuori casa. Nell'ultimo paio di mesi alla fine il caso isolato è stato Roma. Interessante la spinta arrivata a Latina nei momenti decisivi da Udom e Bryant, e non è la prima volta. Interessante perché sono quelli usciti dal quintetto dopo Roma, e hanno reagito bene. Alla sosta si va così.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (24) Anichini (28) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (15) Catalani (3) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (46) Fortitudo (1) Frullanti (24) giovanili (27) Griccioli (12) inchiesta (64) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (33) Macchi (4) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (91) mercato (77) Minucci (26) Moretti (2) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (39) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (26) Serie A (3) società (35) sponsor (25) statistiche (91) sul campo (392) Tafani (11) tifosi (79) titoli (21) trasferte (22) Viviani (3)