venerdì 1 aprile 2016

Aldo Ricci

E' il giorno in cui il basket senese si ferma per rendere omaggio a una figura storica del movimento cittadino, Aldo Ricci, morto all'età di 89 anni,  per un trentennio tra metà anni Settanta e metà anni Duemila presidente del Costone, capace sotto la sua presidenza anche di stagioni di alto livello con slanci in Serie B.

Nell'epica della pallacanestro senese è florida la mitologia sui ruggenti anni Sessanta, in particolare alle sfide tra Mens Sana e Costone (una trascende la storia e sfocia in racconti da leggenda) che poi hanno orientato il basket cittadino secondo certe gerarchie. Ingiustamente meno battuta soprattutto per la società gialloverde è la strada che racconta quello che è venuto dopo. A partire dalla lunga era con la presidenza di Aldo Ricci, dal 1976 al 2005, quando c'è stato il naturale passaggio all'attuale presidenza di Patrizia Morbidi. Classe 1927, da sempre frequentatore del Ricreatorio Pio II di monsignor Orlandi al Costone, Aldo Ricci nel 1948 è stato tra i fondatori del Gruppo Sportivo Costone e dei protagonisti dell'avvio della società di basket che col codice di affiliazione 258 è una delle più antiche d'Italia.

Se la palla al cerchio (in versione femminile) era stata portata in Italia dalla Mens Sana e da Ida Nomi Pesciolini nel 1907 in un concorso ginnico a Venezia, il Costone (allora Squadra Ginnastica Fides) è il pioniere della palla a cesto, di cui nel 1909 secondo la storia tramandata  ha dato la prima dimostrazione maschile nel nostro paese, dopo che monsignor Orlandi aveva portato da Londra i primi due canestri mai visti in Italia. Sin da giovanissimo Aldo Ricci è cresciuto attorno a Orlandi, lui e Sandrino Morbidi, suo storico vice presidente, amico di una vita e compagno di tennis nelle sfide di ogni santa domenica mattina alle 8. E insieme loro sono cresciuti in quegli anni tanti altri personaggi storici del Costone.
Medico dentista, apice di una famiglia completamente dedita al basket, sotto la sua presidenza la società gialloverde ha assaggiato per tre volte la Serie B, con le promozioni conquistate rispettivamente con in panchina Lorenzo Castellaneta, Giorgio Brenci e Sandro Zani. Sono stati anni di altissimo livello in cui il Costone ha sfornato giocatori della statura di Bonci, Ricci, Lorenzetti, Casprini, Bruttini, Mele, con pochissima gente da fuori Siena. Pezzo di storia della Piaggia, Aldo Ricci è ricordato come una persona che non diceva mai di no, pronto a tutto, un babbo per tanti ragazzi del Costone.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (21) Anichini (28) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (15) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (46) Fortitudo (1) Frullanti (20) giovanili (23) Griccioli (12) inchiesta (63) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (32) Macchi (4) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (90) mercato (75) Minucci (25) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (38) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (26) Serie A (3) società (34) sponsor (25) statistiche (91) sul campo (391) Tafani (11) tifosi (79) titoli (20) trasferte (22) Viviani (3)