giovedì 14 aprile 2016

Rischio d'impresa

E' la settimana, sono le settimane, del cambio di pelle della Mens Sana. Che dopo una ventina d'anni entra nel mondo normale. Non era normale uno sponsor che permetteva budget da 20 milioni di euro. Non era normale che una onlus da meno di due milioni di fatturato fosse proprietaria della suddetta squadra da 20 milioni di budget, ma anche da 1.2 milioni come è stato quest'anno. O meglio, ben venga finché si può, ma non essendo normale è giusto tenere in considerazione che possa arrivare il momento in cui non si può, come è stato. Il mondo normale è una proprietà che sia in grado di mettersi le mani in tasca.

Neanche l'associazione di tifosi è il mondo normale, ma non è la prassi: è un intervento straordinario una tantum per dare nell'immediato un futuro alla società. Seppur vestendo con una formula ideale l'approccio imprenditoriale, il consorzio piuttosto è già qualcosa di più normale. O almeno, i precedenti altrove hanno dimostrato che normale può diventarlo.

Nel mondo normale essere proprietari di una squadra deve essere economicamente sostenibile, deve funzionare dal punto di vista imprenditoriale, deve essere gestito dal punto di vista imprenditoriale, deve essere gestito come un'impresa, per quanto un'impresa peculiare perché sportiva. Per contrasto, invece, in passato fare con i soldi degli altri invece che con i propri, non avere un classico padre padrone a tutti gli effetti a cui rispondere, ha certo avuto un ruolo nel creare il terreno perché succedesse quello che è successo.

L'imprenditore invece è una persona a cui piace mettersi in gioco in maniera totale, qualcuno che rischia anche qualcosa del suo. Questo significa mentalità imprenditoriale: il rischio di impresa, il coraggio di intraprendere. E' questa è la lingua che si deve parlare se si vuole essere attrattivi nei confronti degli imprenditori, se si vuole ragionare di mettersi in rete con altri.  E' così che funziona, è così che scatta il clic.

Non è e non dovrebbe essere intenzione di nessuno mettere in piedi di proposito un carrozzone, ma questo è solo un ragionamento generico su un'ambizione a cui si dovrebbe tendere, non un giudizio su quanto sta succedendo anche perché si attende ancora un disvelamento più esaustivo. Ma serve che sia chiaro a tutti che la buona volontà non basta per essere figure importanti in un contesto del genere. Perché ci sia il contagio, che è quello di cui c'è bisogno, serve che ci siano anche l'approccio giusto, la serietà giusta, le persone giuste. Senza le ingessature del vivere la propria realtà come un museo intoccabile, ma con attenzione al reperimento risorse, con pragmatica attenzione al profitto.

Oltre all'evidente guadagno in termini di contributo economico, è anche a livello di appeal che la proposta del Consorzio sarà forte, quanto più sarà forte la presenza al suo interno (e meglio ancora come capo-fila, capo-cordata) di imprenditori di riferimento del territorio. Perché funzioni, su di loro bisogna puntare al massimo anche come "testimonial" nei confronti dei loro colleghi, anche con ruoli all'interno del Consorzio. A Siena non c'è la grande industria? Ma non è necessariamente solo alla grande industria che ci si rivolge.

Non mancano le eccellenze ben radicate sul territorio o con un giro d'affari di tutto riguardo in Italia o nel mondo. Qualcuno magari sarà già al convegno organizzato dal Consorzio per questo venerdì. Nessuno come gli imprenditori può parlare come gli imprenditori. E farsi ascoltare, e spingere all'azione.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (51) Asciano (21) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (12) città (12) Coldebella (2) Colle (25) Comune (18) consorzio (69) Costone (31) Costone femminile (6) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (89) giovanili (36) Grandi (8) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (105) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (3) palazzetto (2) personaggi (12) Pianigiani (4) Poggibonsi (18) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (48) Serie A (3) Sguerri (15) società (78) sponsor (27) statistiche (105) storia (8) sul campo (534) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (98) titoli (21) trasferte (22) Virtus (42) Viviani (3)