martedì 24 marzo 2015

La storia del basket in HD

Nello scorso weekend ha fatto impressione vedere in diretta su Sky il +22 sull'Orzibasket della Fortitudo di Carraretto (e Boniciolli). A parità di categoria, il raffronto con le partite della Mens Sana è naturale, per quanto puramente scolastico: magari in stagione non ci si troverà neanche. Raffronto apparentemente impari. Vederlo ha suscitato qualche allarme: a Siena si sta lavorando nella giusta direzione? Troppo bella, luccicante, potente l'immagine arrivata dal PalaDozza.

Però.

Magari dipende dalla lente attraverso cui si guarda tutto.

Vista attraverso l'HD e la "confezione" di Sky, quella partita è sembrata più divertente e con toni tecnici e agonistici più interessanti di quasi tutte le partite di Serie A. E per quanto la Serie A sia caduta veramente in basso, non è oggettivamente possibile.

Il livello di gioco si è fatto oggettivamente guardare, piu di quanto succede a volte a Siena. La Fortitudo è più forte della Mens Sana? Può anche darsi visto il livello degli interventi a cui è abituata (gli ultimi due: Carraretto e Boniciolli appunto), che comunque da anni non sta servendo a risalire la china. Gli anni di categoria sono comunque un valore aggiunto, rispetto a una squadra come la Mens Sana costruita con 'prefabbricati' di alto livello per la categoria per essere pronta all'uso per l'obiettivo della promozione.

Non essere altrettanto forti dunque non sarebbe un delitto, ma è comunque tutto da dimostrare. Ci sono pochi appigli di paragone. A Cento hanno vinto sia la Fortitudo che la Mens Sana. In casa la Mens Sana ha perso tutti si ricordano come, la Fortitudo pochi giorni prima aveva vinto. Altro paragone: la Mens Sana ha perso quattro partite ed è prima, se la Fortitudo è terza avendone perse il doppio non è solo questione del presunto (e molto probabile) diverso livello dei gironi.

La settimana prima la F aveva perso a Pordenone ottava, il mese prima lo scontro diretto con Udine seconda. Prima aveva perso non solo con dirette concorrenti come Bergamo e Montichiari, ma anche sia all'andata che al ritorno contro Alto Sebino quartultimo. Per quanto netta, la vittoria della F su Orzibasket può essere forse rappresentativa delle sue possibilità, ma non dell'effettivo valore dimostrato in una stagione con tanti alti e tanti bassi. Come tutti: il cammino perfetto non esiste.

La bellezza della cornice? Il PalaDozza è l'impianto di basket più bello d'Italia. Ma anche il PalaSclavo con tutte le sue amabili/terribili disfunzionalità dovute all'età ha un valore architettonico, una luce, un clima, un'atmosfera che trasudano storia della pallacanestro, non foss'altro che il ricordo è anche recente. La Fossa è il gruppo organizzato più numeroso e simbolico dell'Italia del basket. Ma la gente di Siena si è dimostrata unica negli anni, e l'attaccamento di questa stagione dopo tutto quello che è successo è ogni volta commovente.

Venga Sky a farlo vedere all'Italia, e guardiamo se Siena esce peggio.

La Mens Sana è da Serie A.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (34) Anichini (38) Asciano (3) associazione (51) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (15) Catalani (3) città (8) Coldebella (2) Colle (3) Comune (10) consorzio (65) Costone (2) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (36) giovanili (28) Griccioli (12) inchiesta (64) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (34) Macchi (7) Mandriani (10) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (93) mercato (79) Minucci (26) Moretti (3) Nba (2) pagelle (1) personaggi (8) Pianigiani (4) Poggibonsi (3) Polisportiva (40) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (36) Serie A (3) Sguerri (10) società (42) sponsor (25) statistiche (100) sul campo (445) Tafani (11) tecnica (1) tifosi (79) titoli (21) trasferte (22) Virtus (9) Viviani (3)